19.5 C
Roma
lunedì, 26 Ottobre 2020

Il Canada tra edilizia e sviluppo sostenibile

Il Canada diviene il paese perfetto per lo sviluppo di attività di ricerca edilizia al fine di produrre e coniugare clima, economia e sostenibilità.

-

- Advertisment -

Unire lo sviluppo nazionale e le opportunità economiche con la sostenibilità non è un miraggio e tale approccio in Canada diviene sempre più realtà e prassi sociale. L’Ambasciata d’Italia a Ottawa, l’Istituto Italiano di Cultura di Toronto e l’Agenzia ICE- ufficio di Toronto presentano il prossimo 6 ottobre il webinar dal titolo “Sustainability in Architecture.  An Italian Best Practice: The Experience of CasaClima“. L’evento canadese che intende coniugare clima, economia e sostenibilità è parte del programma del Festival dello Sviluppo Sostenibile 2020 e sarà preceduto da un intervento di saluto dell’Ambasciatore d’Italia in Canada, Claudio Taffuri. In una conversazione condotta da Umberto Berardi, Full Professor presso la Ryerson University di Toronto e Direttore del Centro di ricerca BeTOP, il Direttore Generale dell’Agenzia Casa Clima, Ulrich Santa, presenterà le attività di ricerca, sviluppo e controllo attraverso cui l’agenzia sostiene e favorisce un approccio sostenibile nel settore dell’edilizia.

Un’ampia offerta formativa per tutti gli attori del settore edilizio, promuovendo molteplici iniziative di sensibilizzazione della cittadinanza nei settori dell’efficienza energetica, della sostenibilità, della qualità costruttiva, del basso impatto ambientale e della tutela del clima. Attività di ricerca per produrre e coniugare clima, economia e sostenibilità. Al termine dell’incontro sarà offerta ai partecipanti l’opportunità di avere dei meeting b2b con aziende italiane leader nel settore della sostenibilità ambientale applicata all’edilizia.

Il Canadian Green Business Council ha calcolato che la visione intrapresa dal Paese per i prossimi anni nel settore dell’edilizia sostenibile genererà opportunità economiche per 30 miliardi di dollari. Oltre che nell’ambito della progettazione e della costruzione, esistono interessanti opportunità per le aziende che realizzano prodotti in grado di aiutare città come Toronto e Vancouver a raggiungere il loro obiettivo di costruzione di edifici a emissioni zero. Opportunità che le imprese italiane possono e devono conoscere per dare vita alle probabili sinergie che possono svilupparsi sulla tematica, generando economia e scambio di pratiche operative. Le città canadesi si classificano sistematicamente tra le città più verdi al mondo, grazie al loro sviluppo progressivo sulla sostenibilità. Negli ultimi anni, diverse città canadesi hanno svolto un ruolo da protagoniste mondiali ponendo obiettivi ambiziosi che forniscono un immenso potenziale di esportazione per innovatori italiani e nel Mediterraneo nel design dell’edilizia sostenibile, del rinnovamento, della fabbricazione e della costruzione.

Pratiche innovative che nel paese rappresentano già una realtà. Recente è la notizia riguardante lo studio di architettura Dialog che in collaborazione con il Centennial CollegeSmoke Architecture e l’impresa di costruzione EllisDon, ha progettato la prima struttura istituzionale, una scuola di istruzione superiore, in legno e a zero emissioni di carbonio. La struttura si estende su una superficie di 14 mila metri quadrati. Nuovi spazi accademici con aule che supportano l’apprendimento attivo, con nuovi innovativi e tecnologici laboratori per il programma School of Engineering Technology and Applied Science (Setas) e numerosi spazi per favorire l’aggregazione e la socializzazione dei giovani studenti e ricercatori, senza alcuna impronta di carbonio.

Euromed International Trade sta sviluppando le opportunità economiche, di business e di ricerca con il Paese, analizzando le varie opportunità che può generare l’Accordo di libero scambio tra Unione Europea e il Canada (Ceta) e sostenendo tali politiche per la crescita delle aziende italiane e del Mediterraneo.

In linea con il percorso sociale sostenibile, ecologico e produttivo del Canada, grazie all’utilizzo innovativo di un legno ingegnerizzato, anziché utilizzare acciaio o cemento, la visione dell’edilizia canadese è destinata a diventare un modello da imitare in tutto il contesto di Toronto, in Canada e svilupparsi all’estero.

Domenico Letizia
Domenico Letiziahttps://www.domenicoletizia.it/
Giornalista, scrive per il quotidiano "L’Opinione delle Libertà", e analista economico e geopolitico. Ricercatore e social media manager del “Water Museum of Venice”, membro della Rete Mondiale UNESCO dei Musei dell’Acqua. Responsabile alla Comunicazione per numerose società di consulenza e internazionalizzazione.
- Advertisement -

Ultime news

Nuove restrizioni: le attività economiche coinvolte

0
Un riepilogo delle misure che vanno a colpire le attività economiche

L’innovazione di Israele e i droni per il Mediterraneo

0
Le operazioni di controllo avverranno con dei droni nel Mediterraneo, dopo i primi test positivi effettuati sull'isola greca di Creta.

Bandi per l’impresa: “Quando il Click Day è anticostituzionale”

0
L'intervento di Dhebora Mirabelli, Presidente di Confapi Sicilia: "Questo tipo di bandi umiliano gli imprenditori che non riescono in 7 secondi a presentare l’istruttoria. Servono regole eque e meritocratiche”.

Agevolazioni per le cooperative agricole italiane

0
Sostenere la liquidità delle cooperative agricole italiane colpite dalle misure restrittive imposte dal governo per limitare la diffusione del coronavirus.

Boris Johnson preme per un nuovo accordo commerciale con l’UE

0
Il Ceta come nuovo parametro commerciale di confronto positivo su cui sviluppare i futuri accordi tra Unione Europea e Regno Unito.

Economia

Nuove restrizioni: le attività economiche coinvolte

Un riepilogo delle misure che vanno a colpire le attività economiche

Agevolazioni per le cooperative agricole italiane

Sostenere la liquidità delle cooperative agricole italiane colpite dalle misure restrittive imposte dal governo per limitare la diffusione del coronavirus.

Boris Johnson preme per un nuovo accordo commerciale con l’UE

Il Ceta come nuovo parametro commerciale di confronto positivo su cui sviluppare i futuri accordi tra Unione Europea e Regno Unito.

Vino siciliano: 8 milioni per la promozione sui mercati esteri

C'è tempo fino al 23 Novembre per la presentazione delle domande

Boris Johnson preme per un nuovo accordo commerciale con l’UE

Il Ceta come nuovo parametro commerciale di confronto positivo su cui sviluppare i futuri accordi tra Unione Europea e Regno Unito.

“Italia 2030”, formazione per il futuro sostenibile

Buffagni: “Sviluppo sostenibile ed Economia circolare opportunità per creare nuovi posti di lavoro, avvicinando cittadini e aziende”

Speciale InternazionalizzazioneRELATED
Scopri la nostra guida

- Advertisement -