20 C
Rome
martedì, Settembre 28, 2021
spot_imgspot_img

Il Canada investe 550 milioni per supportare l’industria aerospaziale

L'annuncio del primo ministro Justin Trudeau

-

- Advertisment -

Il Canada e il Quebec sono pronti a spendere 693 milioni di dollari canadesi (550 milioni di dollari) su progetti aerospaziali che abbatteranno le emissioni di carbonio: lo ha annunciato il primo ministro Justin Trudeau.

La somma annunciata sarà distribuita tra lo specialista della formazione high-tech CAE Inc, l’unità canadese del produttore di motori statunitense Pratt & Whitney, e Textron, la società madre di Bell Helicopter.

Sommando le spese interne di queste società, l’investimento salirà a oltre 1,8 miliardi di dollari canadesi.

Nel corso di un recente intervento a Montreal, Trudeau ha stimato che lo stanziamento creerà o manterrà 12.000 posti di lavoro nella provincia del Quebec.

La conferma dell’impegno è arrivata dopo che l’agenzia Reuters ha riferito che il Canada avrebbe “co-investito” con Pratt per portare un motore turboprop ibrido al primo volo come parte di un più ampio finanziamento aerospaziale.

Visita il portale Exportiamo in Canada

C’è oggi una forte competizione globale per vedere chi svilupperà il prossimo aereo più pulito o la prossima tecnologia che rivoluzionerà il settore“, ha affermato Trudeau ai giornalisti.

Il ministro canadese dell’innovazione François-Philippe Champagne ha affermato che il governo federale sta discutendo con altre aziende che operano nel Quebec, hub aerospaziale del paese, tra cui l’europea Airbus SE e Bombardier Inc, per progetti di cooperazione futura mirati a far diventare il Canada un Paese apripista a livello internazionale nelle tecnologie aerospaziali ecosostenibili.

Il ministro ha infine confermato che i nuovi investimenti sono in piena linea con le regole commerciali internazionali: un punto fondamentale, vista la forte competizione internazionale tra compagnie di costruzione di velivoli che coinvolge, oltre allo stesso Canada, anche gli Stati Uniti, l’Europa e il Brasile.

spot_imgspot_img
Caterina Passariello
Direttore della Mediterranean Academy of Culture, Technology and Trade di Malta. Consulente aziendale e project manager con specializzazione nei processi di internazionalizzazione delle aziende collabora con la rete Malta Business. Laurea Magistrale in Ingegneria Gestionale, con una Tesi su come cambia il tracciamento della filiera con Blockchain, con particolare attenzione alla Filiera Agroalimentare. Interessato a internazionalizzazione, blockchain, dlt, smart contract.
- Media partner -Media partner

Ultime news

DigiCirc: il bando per l’innovazione nell’economia circolare

0
È aperto un nuovo bando del progetto DigiCirc, finanziato dal programma Horizon 2020, che selezionerà almeno 15 consorzi di PMI e startup sviluppatrici di...

Grano duro: prezzi alle stelle dopo il caldo record

0
E' giunta al termine un'estate calda, anche sul fronte dei prezzi del grano duro, in quanto caratterizzata dal rischio costante di una fiammata dei...

Ismea diventa banca dell’agroalimentare

0
È stato lanciato in occasione del Macfrut di Rimini il nuovo strumento finanziario messo a punto dall'Ismea, l'istituto vigilato dal dicastero delle politiche agricole,...

Idrogeno verde: investimenti in Scandinavia, Cina e Australia

0
L'idrogeno verde continua a farsi strada, con notizie di progetti e investimenti massicci che arrivano un po' da tutto il mondo. Ecco alcune delle...

Formazione professionale e tecnologie 4.0: le nuove opportunità

Il tax credit per la formazione professionale è stato introdotto dal decreto Sostegni bis, convertito dalla legge e in vigore dal 25 luglio.
spot_img

Economia

DigiCirc: il bando per l’innovazione nell’economia circolare

È aperto un nuovo bando del progetto DigiCirc, finanziato dal programma Horizon 2020, che selezionerà almeno 15 consorzi di...

Grano duro: prezzi alle stelle dopo il caldo record

E' giunta al termine un'estate calda, anche sul fronte dei prezzi del grano duro, in quanto caratterizzata dal rischio...

Formazione professionale e tecnologie 4.0: le nuove opportunità

Il tax credit per la formazione professionale è stato introdotto dal decreto Sostegni bis, convertito dalla legge e in vigore dal 25 luglio.

Rinnovato il sostegno per le società cooperative

Il Governo italiano ha rinnovato di recente un apposito regime di aiuto finalizzato a promuovere la nascita e lo...
- Advertisement -spot_img