lunedì, Settembre 28, 2020

I trasporti tra Croazia e Slovenia

-

- Advertisment -

La comprensione dei fenomeni commerciali e sociali aiuta a comprendere anche lo stato delle relazioni politiche e diplomatiche tra due paesi diversi. Un esempio ci giunge dalla Slovenia e dalla Croazia, entrambi in Unione Europea ed entrambi appartenenti alla regione balcanica.

La Croazia e la Slovenia hanno trovato una soluzione al recente divieto, emesso da Lubiana, di transito di tir croati da piccoli valichi doganali. Lo ha annunciato oggi il ministro dei Trasporti di Zagabria Oleg Butkovic in una dichiarazione riportata dall’emittente “N1” e ripresa dall’Agenzia stampa italiana “Agenzia Nova“.

Butkovic ha affermato: “abbiamo raggiunto un accordo con il ministro sloveno dell’Infrastruttura Alenka Bratusek che prevede che i mezzi pesanti, dal peso superiore di 7,5 tonnellate, possono utilizzare anche i piccoli valichi, se muniti di targhe slovene o croate“.

La Slovenia ha chiuso il primo luglio 17 piccoli valichi doganali al passaggio di tir croati. Il lobbista per i Trasporti accreditato per l’Ue Marijan Baneli ha detto che si tratta “della risposta slovena al divieto di transito in un valico utilizzato dagli sloveni per raggiungere più rapidamente l’Ungheria“. Il ministro dei Trasporti della Croazia Oleg Butkovic aveva annunciato di volere chiedere alla Slovenia “uno statuto privilegiato” per i trasportatori croati. 

Un dibattito sull’economia, i trasporti e la logistica che in Slovenia e Croazia trova vigore anche dal trasporto via mare e dalle analisi legate alla blue-economy.

Le cifre evidenziano significative ricadute economiche sui territori derivanti dal turismo crocieristico e su traghetti, aliscafi e catamarani, riguardanti anche spese turistiche a terra (escursioni, visite, pernottamenti, pre-post viaggio, shopping, ristorazione ecc). Le toccate nave nel 2019 saranno 3.307 (+7,2%). Si tratta di proiezioni ricavate dalla stime di 23 porti crocieristici dell’Adriatico che nel 2018 hanno rappresentato il 99,7% dei passeggeri movimentati e il 99,3% delle toccate nave.

Sul podio Croazia (1,3 milioni, 25,2%) e Grecia (737mila). In crescita la Slovenia, grazie al porto di Koper (101mila passeggeri; +40,5%).

La Croazia si conferma al primo posto nell’area adriatica (9,56 milioni di passeggeri movimentati, + 0,7%, 48,4% del totale), seguita da Grecia (5,39 milioni, +7%, 27,3%) e Italia (3,29 milioni, +1,8%, 16,7%).

Domenico Letizia
Domenico Letiziahttps://www.domenicoletizia.it/
Giornalista, scrive per il quotidiano "L’Opinione delle Libertà", e analista economico e geopolitico. Ricercatore e social media manager del “Water Museum of Venice”, membro della Rete Mondiale UNESCO dei Musei dell’Acqua. Responsabile alla Comunicazione per numerose società di consulenza e internazionalizzazione.
- Advertisement -

Ultime news

Le opportunità in Bahrain e nei Paesi del Golfo

0
Una visione d’insieme sui paesi del GCC, e più particolarmente sul Bahrein, per la crescita delle imprese e degli investimenti italiani.

Piano Cashback: il rimborso sui pagamenti elettronici

0
Rimborsi semestrali sul conto corrente a chi fa acquisti con la carta di credito.

Il Canada tra edilizia e sviluppo sostenibile

0
Il Canada diviene il paese perfetto per lo sviluppo di attività di ricerca edilizia al fine di produrre e coniugare clima, economia e sostenibilità.

Consigli utili per fare export con successo

0
Cosa tenere in mente quando si avvia un percorso non facile, ma dai risultati sorprendenti

Cina e Italia nel post Covid: il Rapporto annuale

0
La Cina è un paese dalle grandi opportunità ma deve essere conosciuto a fondo per evitare di errare nella propria strategia di internazionalizzazione e di export.

Economia

Le opportunità in Bahrain e nei Paesi del Golfo

Una visione d’insieme sui paesi del GCC, e più particolarmente sul Bahrein, per la crescita delle imprese e degli investimenti italiani.

Piano Cashback: il rimborso sui pagamenti elettronici

Rimborsi semestrali sul conto corrente a chi fa acquisti con la carta di credito.

Il Canada tra edilizia e sviluppo sostenibile

Il Canada diviene il paese perfetto per lo sviluppo di attività di ricerca edilizia al fine di produrre e coniugare clima, economia e sostenibilità.

Consigli utili per fare export con successo

Cosa tenere in mente quando si avvia un percorso non facile, ma dai risultati sorprendenti

Cina e Italia nel post Covid: il Rapporto annuale

La Cina è un paese dalle grandi opportunità ma deve essere conosciuto a fondo per evitare di errare nella propria strategia di internazionalizzazione e di export.

Il CETA compie tre anni: scambi in crescita e nuove prospettive

Le relazioni tra Europa e Canada guardano oltre il commercio
- Advertisement -

Speciale InternazionalizzazioneRELATED
Scopri la nostra guida