I dati portuali del Tirreno tra 2019-2020

-

- Advertisment -

L’emergenza coronavirus ha alterato i dati positivi del traffico portuale del Tirreno. Il porto di Napoli è in difficoltà soprattutto sul fronte passeggeri, in cui viene registrata una riduzione tra il 70 e l’80%. Pietro Spirito, presidente dell’Autorità Portuale del Mar Tirreno Centrale a un mese dall’inizio del lockdown ha dichiarato: “Sono difficoltà, che condividiamo con tutti i porti italiani. La pandemia determina una contrazione drammatica del traffico passeggeri. Ricordo che Napoli movimenta 9 milioni di passeggeri l’anno, tra cui i turisti delle crociere che sono completamente bloccate“.

Da quando si sono inasprite le misure di contenimento per la diffusione del virus, passando per il lockdown proclamato lo scorso 22 marzo, e poi via via fino ad oggi, si è assistito ad una rapidissima contrazione dei volumi trasportati, che nei primi due mesi del 2020 sono calati tra il 35 e il 45%. Con riferimento alla movimentazione di contenitori, Confetra sottolinea come il Nord Adriatico abbia visto punte di contrazione del 20%, mentre per il Tirreno Centro Settentrionale si è riscontrato un calo del  10/15%.

Ricordiamo che nel 2019 la crescita del traffico passeggeri verso le isole del Golfo era attestata a 7.886.716, + 2,42 % rispetto al 2018, con dinamiche differenziate di aumento nei diversi scali (+ 12, 13% per il porto di Salerno, + 5,41 % per il porto di Castellammare, + 1,25 % per il porto di Napoli). Nel 2019, il traffico container nei porti di Napoli e Salerno risultava in crescita del 5,65% rispetto al 2018, con 1.095.156 container espressi in teu movimentati.

È noto come la diffusione del Covid-19 in Europa stia rendendo particolarmente disagevole il ritiro dei carichi presso i vari terminal portuali così come sono evidenti le difficoltà sul fronte del traffico per i passeggeri. Le fabbriche sono chiuse e hanno problemi a ritirare la merce giunta sulle banchine. Il coronavirus ha provocato un blocco nella produzione dei porti italiani e del Tirreno e negli scambi con il mondo orientale e del Mediterraneo. In prospettiva, se l’epidemia sarà effettivamente controllata entro poco tempo, sia dal punto di vista della pericolosità del virus sia del contagio e della diffusione, si avrà un rallentamento dell’import export di alcuni mesi, ma se la situazione continuerà a durare, i danni potrebbero essere davvero significativi e negativamente importanti.

Ultime news

Smart Money: il sostegno per le startup innovative

0
Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto che definisce le modalità attuative degli interventi riuniti nel nome di Smart Money.

Formazione condivisa: accordo MACTT-OBOR

0
Formazione e internazionalizzazione sono i punti chiave dell’accordo raggiunto tra gli istituti OBOR e MACTT.

Massa Lubrense promuove il suo agroalimentare di qualità

0
Accanto ai servizi legati al turismo, il comune di Massa Lubrense ha una tradizione agroalimentare che le istituzioni vogliono valorizzare.

Opportunità di investimento: scopriamo la Namibia

0
Sguardo su uno dei più interessanti mercati emergenti dell'Africa subsahariana

Imputato assolto? Lo Stato rimborsa le spese

0
L'imputato assolto con sentenza piena e definitiva può ottenere il rimborso delle spese legali direttamente dallo Stato.

Economia

Smart Money: il sostegno per le startup innovative

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto che definisce le modalità attuative degli interventi riuniti nel nome di Smart Money.

Formazione condivisa: accordo MACTT-OBOR

Formazione e internazionalizzazione sono i punti chiave dell’accordo raggiunto tra gli istituti OBOR e MACTT.

Massa Lubrense promuove il suo agroalimentare di qualità

Accanto ai servizi legati al turismo, il comune di Massa Lubrense ha una tradizione agroalimentare che le istituzioni vogliono valorizzare.

Opportunità di investimento: scopriamo la Namibia

Sguardo su uno dei più interessanti mercati emergenti dell'Africa subsahariana

Speciale InternazionalizzazioneRELATED
Scopri la nostra guida

- Advertisement -