18.7 C
Rome
giovedì, Dicembre 8, 2022
spot_imgspot_img

Finanza islamica e città del futuro: il dibattito continua

-

- Advertisment -

La seconda giornata di MedaWeek Barcelona 2019 è ripartita dal tema della sostenibilità ambientale e ha approfondito la finanza islamica, riunendo centinaia di partecipanti.

Molte personalità delle istituzioni politiche ed economiche della regione mediterranea hanno presenziato ai dibattiti, portando il loro contributo.

Nell’ambito del vertice sulla sostenibilità dell’area ECOMEDA, il Forum dedicato alle città mediterranee ha evidenziato la necessità di una nuova pianificazione urbana per far fronte alle sfide del significativo aumento della popolazione nel Mediterraneo nei prossimi anni. Inoltre, è stata sottolineata l’importanza della creazione dell’economia circolare per consentire alle città di vivere compatibilmente con le sfide in materia ambientale.

Il Meda Solar & Wind Energy Forum, la seconda parte di questo vertice, ha invece approfondito le conoscenze e le opportunità dei settori dell’energia solare ed eolica nella regione mediterranea, dove le risorse tradizionali per l’approvvigionamento di energia elettrica sono in progressivo esaurimento.

Il Forum delle Finanze Islamiche del Mediterraneo si è concentrato sulla promettente attrattiva del settore nei paesi del medio oriente, con i suoi positivi benefici sociali ed ecologici. Sono stati approfonditi strumenti come il Sukuk, strumenti di finanziamento equivalenti alle nostre obbligazioni che però, in conformità ai principi della Sharia, sono legati a un progetto determinato e non prevedono il prestito a interesse, bensì la partecipazione al rischio di impresa con la possibilità di avere – o meno – un ritorno dell’investimento a seconda del successo dell’iniziativa. A questi si aggiungono i Green Sukuk, legati nello specifico a progetti ecosostenibili, e i Takaful, un sistema assicurativo di rimborso in caso di perdita caratterizzato dalla cooperazione tra più contributori.

La seconda giornata di MedaWeek ha ospitato infine l’Accademia EBSOMED di Barcellona con l’organizzazione di tavole rotonde sul tema delle donne imprenditrici e della parità di genere. Ed ora, via alla giornata conclusiva.

Ultime news

Titolari effettivi Anac Appalti pubblici Imprese del Sud

Titolari effettivi. Negli appalti pubblici più trasparenza.

L'Anac, definisce le procedure per le Stazioni appaltanti, al fine di individuare i titolari effettivi dei partecipanti alle gare pubbliche.
Parlamento tedesco vota per ratifica CETA

Il parlamento tedesco ha votato per ratificare il CETA

La comunità del Ceta Business Network accoglie con favore la scelta del parlamento tedesco e chiede una maggiore diffusione dell'accordo tra le PMI.
Affidamenti diretti centrali commitenza imprese del sud

Affidamenti diretti. Ridotto a 150 mila euro l’obbligo di gara

Il decreto legge aiuti quater, approvato nei giorni scorsi dal consiglio dei ministri, riduce l'ambito di attuazione della norma del dl 32/2019 che appariva...
Marchi collettivi made in italy imprese del sud

Incentivi per i marchi collettivi made in Italy

Con decreto del 3 ottobre 2022 il ministero delle imprese e del made in Italy, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 269 del 17/11/2022, ho...
Garante Privacy stop utilizzo dati massivi

Garante Privacy: Stop a uso massiccio dei dati fiscali

No del Garante privacy all’utilizzo massivo per le analisi del rischio di evasione per elevato rischio di utilizzo di dati non esatti.
spot_img

Economia

Titolari effettivi. Negli appalti pubblici più trasparenza.

L'Anac, definisce le procedure per le Stazioni appaltanti, al fine di individuare i titolari effettivi dei partecipanti alle gare pubbliche.

Il parlamento tedesco ha votato per ratificare il CETA

La comunità del Ceta Business Network accoglie con favore la scelta del parlamento tedesco e chiede una maggiore diffusione dell'accordo tra le PMI.

Affidamenti diretti. Ridotto a 150 mila euro l’obbligo di gara

Il decreto legge aiuti quater, approvato nei giorni scorsi dal consiglio dei ministri, riduce l'ambito di attuazione della norma...

Incentivi per i marchi collettivi made in Italy

Con decreto del 3 ottobre 2022 il ministero delle imprese e del made in Italy, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale...
- Advertisement -spot_img