martedì, Settembre 22, 2020

Finanza islamica e città del futuro: il dibattito continua

-

- Advertisment -

La seconda giornata di MedaWeek Barcelona 2019 è ripartita dal tema della sostenibilità ambientale e ha approfondito la finanza islamica, riunendo centinaia di partecipanti.

Molte personalità delle istituzioni politiche ed economiche della regione mediterranea hanno presenziato ai dibattiti, portando il loro contributo.

Nell’ambito del vertice sulla sostenibilità dell’area ECOMEDA, il Forum dedicato alle città mediterranee ha evidenziato la necessità di una nuova pianificazione urbana per far fronte alle sfide del significativo aumento della popolazione nel Mediterraneo nei prossimi anni. Inoltre, è stata sottolineata l’importanza della creazione dell’economia circolare per consentire alle città di vivere compatibilmente con le sfide in materia ambientale.

Il Meda Solar & Wind Energy Forum, la seconda parte di questo vertice, ha invece approfondito le conoscenze e le opportunità dei settori dell’energia solare ed eolica nella regione mediterranea, dove le risorse tradizionali per l’approvvigionamento di energia elettrica sono in progressivo esaurimento.

Il Forum delle Finanze Islamiche del Mediterraneo si è concentrato sulla promettente attrattiva del settore nei paesi del medio oriente, con i suoi positivi benefici sociali ed ecologici. Sono stati approfonditi strumenti come il Sukuk, strumenti di finanziamento equivalenti alle nostre obbligazioni che però, in conformità ai principi della Sharia, sono legati a un progetto determinato e non prevedono il prestito a interesse, bensì la partecipazione al rischio di impresa con la possibilità di avere – o meno – un ritorno dell’investimento a seconda del successo dell’iniziativa. A questi si aggiungono i Green Sukuk, legati nello specifico a progetti ecosostenibili, e i Takaful, un sistema assicurativo di rimborso in caso di perdita caratterizzato dalla cooperazione tra più contributori.

La seconda giornata di MedaWeek ha ospitato infine l’Accademia EBSOMED di Barcellona con l’organizzazione di tavole rotonde sul tema delle donne imprenditrici e della parità di genere. Ed ora, via alla giornata conclusiva.

- Advertisement -

Ultime news

eCommerce: da canale secondario a ruolo determinante di vendita

0
Cresce la penetrazione dell'eCommerce sul totale Retail dal 6% all'8%. I comparti emergenti fanno segnare ritmi di crescita elevati: il Food&Grocery genera 2,5 miliardi di euro (+56%) e l'Arredamento e home living 2,3 miliardi (+30%).

Internazionalizzazione: il 50% dei finanziamenti è a fondo perduto

0
La nuova agevolazione è stata resa possibile dal via libera dalla Commissione Europea che estende temporalmente questo vantaggio fino alla fine del 2020, con un limite di 800 mila euro complessivi di componente di aiuto.

Imprenditoria femminile in agricoltura: le agevolazioni

0
Tra i requisiti si richiede che l’impresa sia amministrata e condotta da una donna, in possesso della qualifica di imprenditore agricolo o di coltivatore diretto

La ripresa del Marocco e le opportunità di business

0
Nel rapporto Doing Business 2020, il Marocco ha guadagnato la 53ma posizione nella classifica mondiale, con un salto di ben sette posti rispetto al 2019.

Internazionalizzazione: puntare su Mediterraneo e Africa

0
Dopo l'instabilità causata dalla primavera araba, quasi tutti i paesi del Nord Africa hanno avviato una grande stagione di investimenti infrastrutturali.

Economia

Internazionalizzazione: il 50% dei finanziamenti è a fondo perduto

La nuova agevolazione è stata resa possibile dal via libera dalla Commissione Europea che estende temporalmente questo vantaggio fino alla fine del 2020, con un limite di 800 mila euro complessivi di componente di aiuto.

Imprenditoria femminile in agricoltura: le agevolazioni

Tra i requisiti si richiede che l’impresa sia amministrata e condotta da una donna, in possesso della qualifica di imprenditore agricolo o di coltivatore diretto

La ripresa del Marocco e le opportunità di business

Nel rapporto Doing Business 2020, il Marocco ha guadagnato la 53ma posizione nella classifica mondiale, con un salto di ben sette posti rispetto al 2019.

Internazionalizzazione: puntare su Mediterraneo e Africa

Dopo l'instabilità causata dalla primavera araba, quasi tutti i paesi del Nord Africa hanno avviato una grande stagione di investimenti infrastrutturali.

Internazionalizzazione: puntare su Mediterraneo e Africa

Dopo l'instabilità causata dalla primavera araba, quasi tutti i paesi del Nord Africa hanno avviato una grande stagione di investimenti infrastrutturali.

La pandemia sta mettendo alla prova le città

Nel prossimo decennio ci saranno circa 500 città con più di un milione di persone e diverse "mega-città" con una popolazione di oltre 20 milioni
- Advertisement -

Speciale InternazionalizzazioneRELATED
Scopri la nostra guida