22.8 C
Rome
domenica, Luglio 3, 2022
spot_imgspot_img

Fare export: le sette regole per le PMI

Il vademecum di Imprese del Sud

-

- Advertisment -

Come sappiamo, la pandemia da Covid-19 ha rimesso tutto in discussione, stravolgendo anche i modelli della gestione aziendale e le regole tradizionali dell’organizzazione delle attività. Distanziamento sociale, notevole difficoltà a intraprendere viaggi d’affari, restrizioni di varia natura, hanno determinato il ricorso a sistemi e paradigmi di contatto inediti, che utilizzano prevalentemente piattaforme web, cagionando mutamenti nella gestione del business.

In tale contesto, un imprenditore è chiamato a operare scelte corrette, sia nella programmazione che nell’utilizzo delle risorse economiche della sua azienda ma, in particolare, nel saper prendere le giuste decisioni.

E sempre in tale contesto – come sostengono i maggiori esperti in materie di gestione aziendale – spicca l’importanza della ricerca di nuovi mercati. L’export, infatti, è diventato oggi per le PMI italiane un elemento essenziale da inserire nei piani aziendali per diversi motivi: la globalizzazione, il calo dei costi dei trasporti, per la crescente integrazione culturale con conseguente omogeneizzazione della domanda finale, e lo sviluppo tecnologico.

Ma serve anche tenere in considerazione le caratteristiche dei singoli mercati, e prevedere una progettazione che sia coerente con le scelte strategiche aziendali.

Vediamo allora di seguito alcune regole di base per le piccole e medie imprese italiane che intendono sviluppare il proprio business all’estero, incrementando le vendite: 

  • Costruire una rete di contatti basati sulla fiducia, immergersi nella cultura del paese col quale si fanno affari ed entrare in sintonia con la gente, a cominciare dai partner d’affari.
  • Creare partnership con gli operatori locali con i quali si condividono le esperienze nel medesimo settore.
  • Pianificare accuratamente e organizzare la rete dei contatti e delle procedure di controllo.
  • Progettare scrupolosamente, avere attenzione maniacale ai dettagli e analisi precise delle varie situazioni.
  • Affiancare uomini d’esperienza alle nuove risorse umane dell’azienda, per meglio affrontare e gestire i cambiamenti.
  • Tutelare il capitale umano con la cultura della sicurezza.
  • Partecipare a incontri formativi, tavoli di lavoro e road show, per accrescere la conoscenza degli scenari esteri e degli strumenti a disposizione da utilizzare.

Per approfondire questi passaggi e ottenere supporto nella loro realizzazione, il team di Euromed International Trade propone alle imprese del network ed ai propri clienti, impegnate e desiderose di entrare sui mercati internazionali, un’offerta completa di servizi integrati.

spot_imgspot_img
Caterina Passariello
Caterina Passariello
Direttore della Mediterranean Academy of Culture, Technology and Trade di Malta. Consulente aziendale e project manager con specializzazione nei processi di internazionalizzazione delle aziende collabora con la rete Malta Business. Laurea Magistrale in Ingegneria Gestionale, con una Tesi su come cambia il tracciamento della filiera con Blockchain, con particolare attenzione alla Filiera Agroalimentare. Interessato a internazionalizzazione, blockchain, dlt, smart contract.
Scopri l'offertaMedia partner

Ultime news

turismo

Turismo, il bando RESETTING per Pmi digitali e sostenibili

Sul portale Funding&Tender opportunities è stato pubblicato il bando RESETTING, per il rilancio del turismo sostenibile e intelligente europeo attraverso la digitalizzazione e l’innovazione. Il...
brevetti

Protezione brevetti: il 50% dei proventi resta all’inventore

Un intervento organico a tutela della proprietà industriale che punta a rafforzare la competitività tecnologica e digitale delle imprese e dei centri di ricerca nazionali...

Nuovo bonus per le imprese agricole e agroalimentari

Pronte le regole per fruire del nuovo bonus previsto per il settore dell’agricoltura italiana, ilcredito d’imposta diretto a supportare le reti di imprese agricole...
imprese servizi

Cresce il fatturato delle imprese di servizi

Nel primo trimestre 2022 l’indice destagionalizzato del fatturato dei servizi cresce del 2,8% rispetto al trimestre precedente; l’indice generale grezzo registra un aumento, in...
bundestag

C’è l’accordo: Germania verso la ratifica del CETA

I tre partiti della coalizione di governo in Germania si sono accordati giovedì scorso per ratificare l'accordo di libero scambio CETA tra l'Unione Europea...
spot_img

Economia

Turismo, il bando RESETTING per Pmi digitali e sostenibili

Sul portale Funding&Tender opportunities è stato pubblicato il bando RESETTING, per il rilancio del turismo sostenibile e intelligente europeo...

Nuovo bonus per le imprese agricole e agroalimentari

Pronte le regole per fruire del nuovo bonus previsto per il settore dell’agricoltura italiana, ilcredito d’imposta diretto a supportare...

C’è l’accordo: Germania verso la ratifica del CETA

I tre partiti della coalizione di governo in Germania si sono accordati giovedì scorso per ratificare l'accordo di libero...

Fondo Sviluppo e Coesione 2021-2027: le aree tematiche

La programmazione del ciclo 2021-2027 del Fondo per lo Sviluppo e la Coesione (leggi che cos'è) giunge in una...
- Advertisement -spot_img