4.6 C
Rome
martedì, Gennaio 25, 2022
spot_imgspot_img

Fare export: le sette regole per le PMI

Il vademecum di Imprese del Sud

-

- Advertisment -

Come sappiamo, la pandemia da Covid-19 ha rimesso tutto in discussione, stravolgendo anche i modelli della gestione aziendale e le regole tradizionali dell’organizzazione delle attività. Distanziamento sociale, notevole difficoltà a intraprendere viaggi d’affari, restrizioni di varia natura, hanno determinato il ricorso a sistemi e paradigmi di contatto inediti, che utilizzano prevalentemente piattaforme web, cagionando mutamenti nella gestione del business.

In tale contesto, un imprenditore è chiamato a operare scelte corrette, sia nella programmazione che nell’utilizzo delle risorse economiche della sua azienda ma, in particolare, nel saper prendere le giuste decisioni.

E sempre in tale contesto – come sostengono i maggiori esperti in materie di gestione aziendale – spicca l’importanza della ricerca di nuovi mercati. L’export, infatti, è diventato oggi per le PMI italiane un elemento essenziale da inserire nei piani aziendali per diversi motivi: la globalizzazione, il calo dei costi dei trasporti, per la crescente integrazione culturale con conseguente omogeneizzazione della domanda finale, e lo sviluppo tecnologico.

Ma serve anche tenere in considerazione le caratteristiche dei singoli mercati, e prevedere una progettazione che sia coerente con le scelte strategiche aziendali.

Vediamo allora di seguito alcune regole di base per le piccole e medie imprese italiane che intendono sviluppare il proprio business all’estero, incrementando le vendite: 

  • Costruire una rete di contatti basati sulla fiducia, immergersi nella cultura del paese col quale si fanno affari ed entrare in sintonia con la gente, a cominciare dai partner d’affari.
  • Creare partnership con gli operatori locali con i quali si condividono le esperienze nel medesimo settore.
  • Pianificare accuratamente e organizzare la rete dei contatti e delle procedure di controllo.
  • Progettare scrupolosamente, avere attenzione maniacale ai dettagli e analisi precise delle varie situazioni.
  • Affiancare uomini d’esperienza alle nuove risorse umane dell’azienda, per meglio affrontare e gestire i cambiamenti.
  • Tutelare il capitale umano con la cultura della sicurezza.
  • Partecipare a incontri formativi, tavoli di lavoro e road show, per accrescere la conoscenza degli scenari esteri e degli strumenti a disposizione da utilizzare.

Per approfondire questi passaggi e ottenere supporto nella loro realizzazione, il team di Euromed International Trade propone alle imprese del network ed ai propri clienti, impegnate e desiderose di entrare sui mercati internazionali, un’offerta completa di servizi integrati.

spot_imgspot_img
Caterina Passariello
Direttore della Mediterranean Academy of Culture, Technology and Trade di Malta. Consulente aziendale e project manager con specializzazione nei processi di internazionalizzazione delle aziende collabora con la rete Malta Business. Laurea Magistrale in Ingegneria Gestionale, con una Tesi su come cambia il tracciamento della filiera con Blockchain, con particolare attenzione alla Filiera Agroalimentare. Interessato a internazionalizzazione, blockchain, dlt, smart contract.
Scopri l'offertaMedia partner

Ultime news

Istruzione: un passaporto per l’innovazione e il successo

0
Mentre la disoccupazione continua a seguire una curva ascendente, una grande maggioranza di aziende si lamenta della carenza di talenti, avendo difficoltà a trovare...

ASCAME e WestMED: alleanza per l’economia blu

ASCAME e WestMED hanno firmato un memorandum d'intesa con l'obiettivo di creare una collaborazione nella promozione dell'economia blu
tirocini

Uso distorto dei tirocini: la stretta del Governo

0
La Legge di Bilancio 2022 ha introdotto una stretta all'uso dei tirocini al posto delle regolari assunzioni nelle imprese italiane.

Competitività, digitalizzazione ed economia circolare: il bando per le Pmi del Veneto

0
Sostenere la competitività, la digitalizzazione e l'economia circolare: è l'obiettivo del nuovo bando della Regione Veneto per le Pmi.

Euromed presenta il “Voucher Internazionalizzazione”

0
Euromed International Trade presenta il nuovo Voucher Internazionalizzazione, rivolto a tutte le imprese che nel 2022 intendono avviare un percorso strutturato per entrare in...
spot_img

Economia

Competitività, digitalizzazione ed economia circolare: il bando per le Pmi del Veneto

Sostenere la competitività, la digitalizzazione e l'economia circolare: è l'obiettivo del nuovo bando della Regione Veneto per le Pmi.

Euromed presenta il “Voucher Internazionalizzazione”

Euromed International Trade presenta il nuovo Voucher Internazionalizzazione, rivolto a tutte le imprese che nel 2022 intendono avviare un...

Sustainability Partnerships: il bando per le Pmi

È aperto il bando “Sustainability Partnerships for SMEs adopting more sustainable practices”, promosso dall'Agenzia esecutiva del Consiglio europeo dell'innovazione...

Regione Umbria: pubblicato il bando Travel

E’ stato pubblicato nel BUR della Regione Umbria il bando TRAVEL, la nuova misura dedicata all’internazionalizzazione delle micro e...
- Advertisement -spot_img