18.2 C
Roma
mercoledì, 28 Ottobre 2020

Cybercrime in crescita, a rischio i pagamenti digitali

-

- Advertisment -

L’Italia in questo periodo discute sui pagamenti digitali: è davvero possibile usare bancomat, carte di debito e di credito, eliminando progressivamente il contante? Il futuro sembra andare in questa direzione, anche al di là dei provvedimenti che saranno adottati dal Governo.

Il destino sembra essere scritto dall’aumento costante delle transazioni tramite strumenti elettronici che ogni giorno vengono realizzate in ogni ambito, non solo nel mondo del commercio ma anche tra istituzioni e aziende.

Questa tendenza, tuttavia, deve far fronte al problema della sicurezza. Gli strumenti utilizzati per i pagamenti digitali, sembrano ancora molto vulnerabili, come dimostrano i dati che certificano una crescita costante dei crimini informatici nell’ambito delle transazioni di denaro.

Il cybercrime, cioè il sistema di attacchi compiuti per estorcere denaro, resta ancora la principale causa delle aggressioni informatiche mondiali.

Lo afferma il Rapporto Clusit, redatto dalla Associazione italiana per la sicurezza informatica, giunto al suo ottavo anno (alla quindicesima edizione, considerando anche gli aggiornamenti semestrali) e presentato a Verona, nel corso del convegno Security Summit.

Nello specifico il rapporto ha esaminato oltre 9.174 incidenti noti avvenuti tra gennaio 2011 e giugno 2019, dei quali 1.552 nel 2018 (+77,8% rispetto al 2014, +37,7% rispetto al 2017), e 757 nel primo semestre 2019. 

E in termini assoluti il cybercrime resta il rischio numero uno: consiste nell’estorcere denaro alle vittime sottraendo informazioni, e compre da solo l’85% degli attacchi a livello globale, segnando un +3,8% nell’ultimo anno.

Particolarmente colpita nei primi sei mesi del 2019 anche la categoria Online Services / Cloud, verso la quale sono stati perpetrati il 14% degli attacchi, con una crescita del 49,3% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

La discussione, dunque, oltre che sulla validità e l’opportunità di eliminare il contante, deve concentrarsi anche sulla sicurezza di un sistema che i possessori di denaro non conoscono in maniera approfondita nel suo funzionamento e non sono in grado di controllare: a tutti loro non resta altro che avere fiducia.

- Advertisement -

Ultime news

Brexit, Regno Unito e le politiche comunitarie sull’Iva

0
Da gennaio 2021, il governo del Regno Unito introdurrà un nuovo modello per il trattamento, la gestione e i pagamenti dell'Iva.

Export, il traino per la ripresa dell’Italia

0
E' in corso fino al 30 ottobre il primo convegno virtuale e gratuito su Export e Internazionalizzazione

Gli osservatori sui trend di mercato nell’era del coronavirus

0
In tempi di grandi cambiamenti si guarda con attenzione alle evoluzioni nel comportamento di consumatori e cittadini

I nuovi bandi per le imprese della Regione Umbria

0
Misure ad hoc per startup, innovazione, ricerca e sviluppo

Nuove restrizioni: le attività economiche coinvolte

0
Un riepilogo delle misure che vanno a colpire le attività economiche

Economia

Brexit, Regno Unito e le politiche comunitarie sull’Iva

Da gennaio 2021, il governo del Regno Unito introdurrà un nuovo modello per il trattamento, la gestione e i pagamenti dell'Iva.

Export, il traino per la ripresa dell’Italia

E' in corso fino al 30 ottobre il primo convegno virtuale e gratuito su Export e Internazionalizzazione

I nuovi bandi per le imprese della Regione Umbria

Misure ad hoc per startup, innovazione, ricerca e sviluppo

Nuove restrizioni: le attività economiche coinvolte

Un riepilogo delle misure che vanno a colpire le attività economiche

Nuove restrizioni: le attività economiche coinvolte

Un riepilogo delle misure che vanno a colpire le attività economiche

L’innovazione di Israele e i droni per il Mediterraneo

Le operazioni di controllo avverranno con dei droni nel Mediterraneo, dopo i primi test positivi effettuati sull'isola greca di Creta.

Speciale InternazionalizzazioneRELATED
Scopri la nostra guida

- Advertisement -