23.2 C
Rome
sabato, Luglio 31, 2021
spot_imgspot_img

Consultazione UE sui diritti dei contribuenti

E' possibile presentare i contributi fino al 27 Novembre

-

- Advertisment -

La Commissione Europea ha avviato una consultazione per definire i “Diritti dei Contribuenti della Ue”. L’iniziativa nasce dalla volontà del Presidente della Commissione della Ue, Ursula von der Leyen, la quale, proprio in occasione del suo insediamento, ha annunciato il suo programma nel quale ha inserito pure l’obiettivo di creare una sorta di “Carta dei Diritti dei Contribuenti Europei”, allo scopo di permettere “alle nostre economie di crescere, garantendo al tempo stesso che l’equità sociale e il benessere vengano al primo posto”.

L’intento odierno è di pubblicare entro la fine dell’autunno 2021 due fonti di orientamento fiscale. La prima, rivolta ai contribuenti esistenti nel mercato unico, è una comunicazione che traccerà la mappa dei loro diritti. La seconda, invece, è una raccomandazione per gli Stati membri che si pone lo scopo di facilitare l’attuazione dei diritti dei contribuenti e semplificare gli obblighi fiscali.

Il tutto a partire dall’attuale normativa Ue, rispetto alla quale i diritti dei contribuenti sono derivanti da una serie di fonti. Su tutte, le libertà fondamentali del Trattato sul funzionamento dell’Unione europea (Tfue), che protegge i contribuenti che svolgono attività transfrontaliere da una tassazione discriminatoria da parte degli stati membri; e dal diritto derivato dell’Ue e dalla Carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea.

Bruxelles – si legge in una nota – rifletterà sui possibili modi per migliorare il rapporto tra i contribuenti e le amministrazioni fiscali, ad esempio individuando e promuovendo buone pratiche amministrative e rimuovendo gli ostacoli. Lo scopo è di osservare se e dove è necessario semplificare gli obblighi dei contribuenti nel settore delle imposte dirette (tasse sul reddito) o facilitando l’adempimento dei loro obblighi nel settore delle imposte indirette (come l’Iva).

La raccomandazione si baserà su un’analisi dei diritti dei contribuenti derivanti dalla giurisprudenza e dal diritto derivato dell’Ue e anche su contributi provenienti da precedenti iniziative in materia di tassazione delle persone fisiche, come ad esempio le relazioni del gruppo di esperti sugli ostacoli fiscali transfrontalieri dell’Ue a partire dal 2016. Ulteriori contributi saranno ricevuti dalla consultazione pubblica, aperta fino al 27 novembre.

spot_imgspot_img
- Media partner -Media partner

Ultime news

L’appello di UNCI Agroalimentare: “Salviamo la pesca a strascico”

I danni ambientali, il depauperamento delle acque, le compromissioni degli habitat marini, l’alterazione delle biodiversità e lo sfruttamento degli stock ittici hanno un colpevole:...

TruBlo: finanziamenti per sviluppo software e blockchain

0
È stata lanciata la seconda open call del progetto TruBlo, parte dell'iniziativa NGI (Next Generation Internet), che ha l'obiettivo di fornire finanziamenti iniziali per...

Una nuova visione per il turismo europeo green e digitale

0
La competitività del settore è strettamente legata alla sua sostenibilità poiché la qualità delle destinazioni turistiche dipende fondamentalmente dal loro ambiente naturale e dalla loro comunità locale.

Illegittimo il recupero non fondato su gravi incongruenze

0
Risulta illegittimo un recupero fiscale che non sia fondato su gravi incongruenze, le quali devono considerare la storia del contribuente e l'andamento del mercato...

I nuovi bandi Horizon tra spazio, verde e digitalizzazione

0
L’edizione di quest'anno è stata particolarmente importante poiché ha segnato ufficialmente l’avvio di Horizon Europe, il Programma quadro per la R&I europea per il settennio 2021-2027.
spot_img

Economia

TruBlo: finanziamenti per sviluppo software e blockchain

È stata lanciata la seconda open call del progetto TruBlo, parte dell'iniziativa NGI (Next Generation Internet), che ha l'obiettivo...

Una nuova visione per il turismo europeo green e digitale

La competitività del settore è strettamente legata alla sua sostenibilità poiché la qualità delle destinazioni turistiche dipende fondamentalmente dal loro ambiente naturale e dalla loro comunità locale.

I nuovi bandi Horizon tra spazio, verde e digitalizzazione

L’edizione di quest'anno è stata particolarmente importante poiché ha segnato ufficialmente l’avvio di Horizon Europe, il Programma quadro per la R&I europea per il settennio 2021-2027.

Appalti pubblici: l’UE invita alla rivoluzione

La Commissione europea ha proposto un documento di orientamento che illustra gli aspetti che gli acquirenti pubblici dovrebbero conoscere...
- Advertisement -spot_img