12.2 C
Roma
mercoledì, 21 Ottobre 2020

Consigli utili per fare export con successo

Cosa tenere in mente quando si avvia un percorso non facile, ma dai risultati sorprendenti

-

- Advertisment -

La dimensione di un risultato è proporzionale alla dimensione di uno sforzo compiuto per ottenerlo: questo vale anche per l’export. Il percorso di un’azienda che vuole espandersi oltreconfine non è facile e immediato, ma una volta superata una fase critica, con pazienza e intelligenza, le nuove prospettive saranno del tutto lusinghiere.

Ecco alcuni aspetti da non trascurare per intraprendere questo percorso:

  • analizzare con attenzione la concorrenza, per capire come agiscono eventuali competitori, ispirandosi ai loro punti di forza e colmando il vuoto lasciato dai punti di debolezza
  • il target di pubblico al quale è rivolto il prodotto o il servizio da esportare deve essere analizzato con la dovuta attenzione attraverso studi di mercato che permettano di offrire qualcosa che sia realmente in linea con le aspettative di una potenziale clientela
  • è necessario curare la presenza digitale dell’azienda all’estero, tramite un sito con contenuti in lingua originale del luogo (coinvolgendo traduttori madrelingua) in cui si presentano i propri prodotti, l’ottimizzazione SEO per risultare ai primi posti nei motori di ricerca (almeno nella prima pagina per ricerche delle principali parole chiave) con attenzione particolare a quali sono i motori di ricerca più utilizzati in un determinato Paese, oltre all’universale Google
  • attivare possibilmente anche un canale di e-commerce, per velocizzare i processi di acquisto dei prodotti o dei servizi
  • massimizzare i primi acquisti andati a buon fine, costruendo un rapporto con i consumatori per avere un pubblico fidelizzato, che attraverso varie modalità (a partire dalle recensioni) sarà il primo importante “testimonial” della qualità di quanto offerto dall’azienda e dell’esperienza positiva avuta.

Euromed International Trade progetta le migliori soluzioni per il processo di internazionalizzazione e di export della tua azienda, a partire dall’analisi della situazione specifica. Per saperne di più compila il seguente form:

- Advertisement -

Ultime news

OCSE: l’Italia ha un fisco poco competitivo

0
Nella classifica dei Paesi monitorati l'Italia occupa l'ultima posizione a causa del suo carico fiscale

La Sardegna e le opportunità legate all’acquacoltura

0
In arrivo sei milioni di euro di aiuti alle imprese di pesca e acquacoltura della Regione Sardegna per implementare l'occupazione locale.

Il Decreto Rilancio rinnova l’incentivo “Resto al Sud”

0
Il sostegno a chi fa impresa nel meridione si rinnova con novità specifiche per il 2020.

Le sinergie commerciali con il Regno Unito post Brexit

0
Attualmente, il vero problema economico, commerciale e di export che si sta vivendo con il Regno Unito non è la Brexit ma la pandemia.

Scambi commerciali: la Puglia guarda al Giappone

0
Per due anni di seguito (2018-2019) il Giappone è il Paese verso il quale è maggiormente cresciuto l’export italiano

Economia

Il Decreto Rilancio rinnova l’incentivo “Resto al Sud”

Il sostegno a chi fa impresa nel meridione si rinnova con novità specifiche per il 2020.

Le sinergie commerciali con il Regno Unito post Brexit

Attualmente, il vero problema economico, commerciale e di export che si sta vivendo con il Regno Unito non è la Brexit ma la pandemia.

Scambi commerciali: la Puglia guarda al Giappone

Per due anni di seguito (2018-2019) il Giappone è il Paese verso il quale è maggiormente cresciuto l’export italiano

Autoimprenditorialità under 30: i nuovi incentivi

L'attuale esecutivo ha dato inizio a procedure di semplificazioni volte a promuovere l’autoimprenditorialità dei giovani al di sotto dei 30 anni.

Scambi commerciali: la Puglia guarda al Giappone

Per due anni di seguito (2018-2019) il Giappone è il Paese verso il quale è maggiormente cresciuto l’export italiano

Autoimprenditorialità under 30: i nuovi incentivi

L'attuale esecutivo ha dato inizio a procedure di semplificazioni volte a promuovere l’autoimprenditorialità dei giovani al di sotto dei 30 anni.

Speciale InternazionalizzazioneRELATED
Scopri la nostra guida

- Advertisement -