20.3 C
Rome
martedì, Aprile 20, 2021
spot_imgspot_img

Commonwealth contro i cambiamenti climatici

-

- Advertisment -spot_img

Il Commonwealth lancia una rete di condivisione di idee per affrontare gli effetti dei cambiamenti climatici attraverso progetti di tutela replicabili in tutto il mondo.

Il blocco di 53 paesi ha tenuto un incontro di due giorni nella sua sede di Londra con gruppi di ambientalisti, scienziati ed esperti di cambiamenti climatici provenienti da tutto il mondo.

L’iniziativa, denominata Common Earth, svilupperà una serie di iniziative che potranno essere riprese dalle comunità di tutto il mondo.

Va ricordato che il Commonwealth annovera al suo interno non solo potenze industriali del G20 come Gran Bretagna, Canada e Australia, o Paesi in via di sviluppo come India e Nigeria, ma anche piccolissimi stati insulari che si sentono particolarmente vulnerabili ai cambiamenti climatici.

Un esempio arriva dalla Dominica, isola dei Caraibi ancora alle prese con le conseguenze devastanti dell’uragano Maria, che nel 2017 ha spazzato via i raccolti e privato le persone della rete elettrica per circa un anno.

Per questo rivestono particolare attenzione per il Commonwealth gli accordi sui cambiamenti climatici che sono stati raggiunti in ambito internazionale, a partire dalla conferenza delle Nazioni Unite sulla COP21 di Parigi del 2015.

Intendiamo rilanciare le strategie esistenti per pulire i corsi d’acqua, rimboscare le foreste e rivitalizzare gli ecosistemi danneggiati, proteggere la salute marina, educare le popolazioni e sfidare gli approcci economici e di sviluppo che hanno portato al declino del nostro pianeta” ha dichiarato Patricia Scotland, segretario generale del Commonwealth .

Ultime news

Agribusiness: il Marocco è a prova di futuro

0
Lo sviluppo del Marocco passa attraverso un'agricoltura basata su innovazione e sostenibilità. L'argomento è stato affrontato nel corso del webinar Agribusiness in Marocco, che...

La nuova amministrazione USA e la guerra ai paradisi fiscali

0
Sarà necessario dimostrare che la società abbiano versato almeno il 15% di tasse federali

Nuovi sviluppi per il commercio di vini e alcolici nel Regno Unito

0
Le informazioni per gli alcolici sono utilizzate per identificare l'azienda responsabile legale per l'immissione di un prodotto sul mercato.

Criptovalute e tasse: gli obblighi di comunicazione DAC

0
Le criptovalute sono al centro del nuovo piano d’azione promosso dalla Commissione europea per aggiornare la direttiva in materia di cooperazione amministrativa (DAC)

I prodotti agroalimentari reggono alla sfida del commercio estero

0
Le esportazioni dei prodotti agroalimentari italiani sono state dirette per oltre la metà all’interno dell'Europa con la Germania in testa.
spot_img

Economia

Agribusiness: il Marocco è a prova di futuro

Lo sviluppo del Marocco passa attraverso un'agricoltura basata su innovazione e sostenibilità. L'argomento è stato affrontato nel corso del...

La nuova amministrazione USA e la guerra ai paradisi fiscali

Sarà necessario dimostrare che la società abbiano versato almeno il 15% di tasse federali

Nuovi sviluppi per il commercio di vini e alcolici nel Regno Unito

Le informazioni per gli alcolici sono utilizzate per identificare l'azienda responsabile legale per l'immissione di un prodotto sul mercato.

I prodotti agroalimentari reggono alla sfida del commercio estero

Le esportazioni dei prodotti agroalimentari italiani sono state dirette per oltre la metà all’interno dell'Europa con la Germania in testa.

Speciale InternazionalizzazioneRELATED
Scopri la nostra guida

- Advertisement -spot_img