9.8 C
Rome
giovedì, Aprile 22, 2021
spot_imgspot_img

Bankitalia: “Per il Decreto Liquidità risorse insufficienti”

-

- Advertisment -spot_img

Paolo Angelini, Capo del Dipartimento Vigilanza Bancaria e Finanziaria della Banca d’Italia, e Giorgio Gobbi, Capo del Servizio Stabilità finanziaria della stessa Bankitalia, sono stati ascoltati durante la riunione della Commissione parlamentare di inchiesta sul sistema bancario e finanziario in merito alle iniziative della Task Force per la liquidità del sistema bancario nell’emergenza sanitaria.

Secondo Angelini e Gobbi le risorse per far fronte all’ambizioso decreto sarebbero piuttosto carenti: “La leva finanziaria prevista dal decreto legge n. 23/2020 per l’attivazione di garanzie pubbliche sul credito ai privati – riporta il notiziario Italia Oggi – non può arrivare a coprire un rischio da 200 miliardi di euro; il miliardo di euro messo dal decreto a copertura degli interventi della Sace spa e del fondo di garanzia pmi, a cui si affianca un ulteriore miliardo preesistente in dotazione alla Sace, sono molto lontani dal coprire il plafond necessario per erogare la mole di finanziamenti, che lo stesso decreto liquidità si propone di garantire

Alla domanda del senatore Andrea De Bertoldi circa l’esistenza o meno di un moltiplicatore per le garanzie pubbliche pari quantomeno a 200, Angelini ha risposto che potrà essere necessario un rifinanziamento di quella voce nelle prossime settimane o mesi, in funzione del tiraggio, e che la leva non può essere chiaramente quella implicita delle cifre citate in questo momento.

Secondo il presidente del consiglio, oltre ai 200 mld di credito garantiti da Sace per il mercato interno – continua Italia Oggi – altri 200 sarebbero sotto forma di crediti all’export; a garantirli, anche qui è la società posseduta da Cassa depositi e prestiti. In merito a questo secondo scudo da 200 mld, però, il decreto liquidità non prevede plafond, se non per l’effetto presunto della riassicurazione, da parte dello stato, del 90% dello stock di esposizioni in essere della stessa Sace. Insomma, una colossale partita di giro che, nelle ipotesi dell’esecutivo, garantirebbe il tesoretto annunciato alla nazione“.

Ultime news

La riforma del fallimento rischia di travolgere le imprese

0
Si attende per il 1° Settembre 2021 l'entrata in vigore della riforma del fallimento, un nuovo pacchetto normativo sulla crisi d'impresa

Telecomunicazioni e cyber security: le novità in tema giuridico

0
Per adeguare la normativa nazionale al regolamento europeo sulla cyber security il Governo adotterà uno o più decreti legislativi.

Euromed è membro della Camera di Commercio italiana in Sudafrica

0
La società Euromed International Trade entra ufficialmente a far parte della Camera di Commercio italiana in Sudafrica

Lo smart working dopo l’emergenza riscriverà l’idea di lavoro

0
Al termine della pandemia, il 54% delle aziende si dice pronto a continuare ad utilizzare lo smart working in modo permanente.

Confapi inaugura la prima radio per le PMI

0
Arriva Radio Confapi, uno strumento di informazione, comunicazione e confronto sui principali temi di interesse della piccola e media industria privata e dell'intero sistema...
spot_img

Economia

La riforma del fallimento rischia di travolgere le imprese

Si attende per il 1° Settembre 2021 l'entrata in vigore della riforma del fallimento, un nuovo pacchetto normativo sulla crisi d'impresa

Telecomunicazioni e cyber security: le novità in tema giuridico

Per adeguare la normativa nazionale al regolamento europeo sulla cyber security il Governo adotterà uno o più decreti legislativi.

Euromed è membro della Camera di Commercio italiana in Sudafrica

La società Euromed International Trade entra ufficialmente a far parte della Camera di Commercio italiana in Sudafrica

Le nuove dinamiche e il balzo in avanti della GDO in Italia

Risulta importante evidenziare che i dati e le analisi consentono alla GDO di chiudere il mese di marzo positivamente.

Speciale InternazionalizzazioneRELATED
Scopri la nostra guida

- Advertisement -spot_img