Bankitalia: “Per il Decreto Liquidità risorse insufficienti”

-

- Advertisment -

Paolo Angelini, Capo del Dipartimento Vigilanza Bancaria e Finanziaria della Banca d’Italia, e Giorgio Gobbi, Capo del Servizio Stabilità finanziaria della stessa Bankitalia, sono stati ascoltati durante la riunione della Commissione parlamentare di inchiesta sul sistema bancario e finanziario in merito alle iniziative della Task Force per la liquidità del sistema bancario nell’emergenza sanitaria.

Secondo Angelini e Gobbi le risorse per far fronte all’ambizioso decreto sarebbero piuttosto carenti: “La leva finanziaria prevista dal decreto legge n. 23/2020 per l’attivazione di garanzie pubbliche sul credito ai privati – riporta il notiziario Italia Oggi – non può arrivare a coprire un rischio da 200 miliardi di euro; il miliardo di euro messo dal decreto a copertura degli interventi della Sace spa e del fondo di garanzia pmi, a cui si affianca un ulteriore miliardo preesistente in dotazione alla Sace, sono molto lontani dal coprire il plafond necessario per erogare la mole di finanziamenti, che lo stesso decreto liquidità si propone di garantire

Alla domanda del senatore Andrea De Bertoldi circa l’esistenza o meno di un moltiplicatore per le garanzie pubbliche pari quantomeno a 200, Angelini ha risposto che potrà essere necessario un rifinanziamento di quella voce nelle prossime settimane o mesi, in funzione del tiraggio, e che la leva non può essere chiaramente quella implicita delle cifre citate in questo momento.

Secondo il presidente del consiglio, oltre ai 200 mld di credito garantiti da Sace per il mercato interno – continua Italia Oggi – altri 200 sarebbero sotto forma di crediti all’export; a garantirli, anche qui è la società posseduta da Cassa depositi e prestiti. In merito a questo secondo scudo da 200 mld, però, il decreto liquidità non prevede plafond, se non per l’effetto presunto della riassicurazione, da parte dello stato, del 90% dello stock di esposizioni in essere della stessa Sace. Insomma, una colossale partita di giro che, nelle ipotesi dell’esecutivo, garantirebbe il tesoretto annunciato alla nazione“.

Ultime news

Istituita la Giornata internazionale del Mediterraneo

0
Sarà celebrata ogni anno il 28 Novembre attraverso eventi, mostre e festival in tutta la regione

Investire in Catalogna: il webinar gratuito

0
Il workshop online gratuito rivolto alle aziende italiane interessate ai settori Life Sciences e IT/Digital

La strategia di Malta per nuove sinergie con l’Africa

0
La Commissione economica per l'Africa delle Nazioni Unite stima che la cooperazione economica nella regione aumenterà del 52% entro il 2022.

Lavoratrice vessata dai colleghi: il datore dovrà risarcirla

0
La Corte di Cassazione riconosce il dovere di mantenere un ambiente sereno

Bonus 110%: il peso di burocrazia e restrizioni

0
Il Consiglio Nazionale Ingegneri lancia l’allarme alla luce di una analisi di dettaglio sul mercato degli interventi agevolati dall’Ecobonus e dal Sismabonus.

Economia

Investire in Catalogna: il webinar gratuito

Il workshop online gratuito rivolto alle aziende italiane interessate ai settori Life Sciences e IT/Digital

La strategia di Malta per nuove sinergie con l’Africa

La Commissione economica per l'Africa delle Nazioni Unite stima che la cooperazione economica nella regione aumenterà del 52% entro il 2022.

Le nuove opportunità del mercato spagnolo per le imprese italiane

Nel Paese sono attivi interessanti strumenti di internazionalizzazione a favore delle imprese interessate al mercato spagnolo.

Malta concede la prima licenza per produrre cannabis

L'isola del Mediterraneo punta ad attirare nuovi investimenti nel settore

Speciale InternazionalizzazioneRELATED
Scopri la nostra guida

- Advertisement -