14.8 C
Roma
martedì, 27 Ottobre 2020

Asseco: lo strumento per un lavoro sicuro e legale

-

- Advertisment -

Giornata importante per il Comitato Provinciale Inail di Reggio Calabria che si avvia alla conclusione del primo anno di mandato e in una partecipata riunione tenutasi l’11 dicembre a Palazzo Campanella licenzia due provvedimenti di assoluto rilievo.

In primo luogo si è proceduto a formalizzare l’attivazione di una collaborazione istituzionale con il Consiglio Regionale sulle tematiche della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro. Collaborazione condivisa dal Presidente Fabio Giubilo coadiuvato dal componente Copro Stefano Priolo, dal Direttore Inail Liborio Cuzzola e attivata grazie alla sensibilità dimostrata dal Presidente del Consiglio Regionale Nicola Irto e dal Capo di Gabinetto Ugo Massimilla che, nonostante le incombenze di fine legislatura, hanno riconosciuto l’importanza di creare una interlocuzione diretta e costante tra Consiglio Regionale e Comitato Inail  che produrrà benefici nel tempo a tutto vantaggio degli stakeholders dell’Istituto: datori di lavoro e lavoratori, dipendenti e autonomi, infortunati e tecnopatici.

Altro importante provvedimento deliberato dal Comitato, l’approvazione all’unanimità della proposta di adesione all’Asseco, strumento predisposto dal Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro diretto a certificare la regolarità contributiva e retributiva delle imprese nella gestione dei rapporti di lavoro, semplificando gli adempimenti e promuovendo al tempo stesso la cultura della legalità.

La legalità, l’esatta applicazione delle regole in materia di tempi di lavoro, sicurezza sul lavoro, contribuzione, il pieno rispetto della parte economica e normativa della contrattazione collettiva – dichiara l’avv. Giubilo – sono principi cardine che orientano l’azione del Comitato e delle rappresentanze datoriali, sindacali e istituzionali che lo compongono. Riconoscendo le potenzialità dello strumento, esattamente coerente ed integrabile con il programma “bollino blu sicurezza” sviluppato dal Comitato provinciale con l’obiettivo di valorizzare la formazione di qualità in materia di sicurezza nei luoghi di lavoro, abbiamo condiviso il percorso proposto dalla Presidente del Consiglio Provinciale dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro Flaviana Tuzzo volto a promuovere presso l’Inail e presso le pubbliche amministrazioni in generale l’adozione di procedure idonee a dare valore e premiare il buon lavoro, il lavoro di qualità sostenendo comportamenti etici presso le aziende del territorio”.

Per la Presidente CdL Tuzzo “l’Asseco potrebbe realmente favorire nuove prospettive di sviluppo e di crescita del territorio. Potrebbe diventare un veicolo di contrasto alla contrattazione pirata, un’importante leva per la diffusione della legalità e della trasparenza dei processi di lavoro e per lo sviluppo della concorrenza virtuosa tra le imprese”.

L’Asseco e il Bollino Blu Sicurezza potranno diventare strumenti, seppure volontari, utili a favorire il lavoro etico, a diffondere la cultura della legalità ed a certificare le aziende virtuose, la reputazione aziendale, nel rispetto dei principi della responsabilità sociale d’impresa.

- Advertisement -

Ultime news

Nuove restrizioni: le attività economiche coinvolte

0
Un riepilogo delle misure che vanno a colpire le attività economiche

L’innovazione di Israele e i droni per il Mediterraneo

0
Le operazioni di controllo avverranno con dei droni nel Mediterraneo, dopo i primi test positivi effettuati sull'isola greca di Creta.

Bandi per l’impresa: “Quando il Click Day è anticostituzionale”

0
L'intervento di Dhebora Mirabelli, Presidente di Confapi Sicilia: "Questo tipo di bandi umiliano gli imprenditori che non riescono in 7 secondi a presentare l’istruttoria. Servono regole eque e meritocratiche”.

Agevolazioni per le cooperative agricole italiane

0
Sostenere la liquidità delle cooperative agricole italiane colpite dalle misure restrittive imposte dal governo per limitare la diffusione del coronavirus.

Boris Johnson preme per un nuovo accordo commerciale con l’UE

0
Il Ceta come nuovo parametro commerciale di confronto positivo su cui sviluppare i futuri accordi tra Unione Europea e Regno Unito.

Economia

Nuove restrizioni: le attività economiche coinvolte

Un riepilogo delle misure che vanno a colpire le attività economiche

Agevolazioni per le cooperative agricole italiane

Sostenere la liquidità delle cooperative agricole italiane colpite dalle misure restrittive imposte dal governo per limitare la diffusione del coronavirus.

Boris Johnson preme per un nuovo accordo commerciale con l’UE

Il Ceta come nuovo parametro commerciale di confronto positivo su cui sviluppare i futuri accordi tra Unione Europea e Regno Unito.

Vino siciliano: 8 milioni per la promozione sui mercati esteri

C'è tempo fino al 23 Novembre per la presentazione delle domande

Boris Johnson preme per un nuovo accordo commerciale con l’UE

Il Ceta come nuovo parametro commerciale di confronto positivo su cui sviluppare i futuri accordi tra Unione Europea e Regno Unito.

“Italia 2030”, formazione per il futuro sostenibile

Buffagni: “Sviluppo sostenibile ed Economia circolare opportunità per creare nuovi posti di lavoro, avvicinando cittadini e aziende”

Speciale InternazionalizzazioneRELATED
Scopri la nostra guida

- Advertisement -