22.8 C
Rome
domenica, Luglio 3, 2022
spot_imgspot_img

Arriva la Web Tax, ma Google la scarica sulle imprese

Il colosso digitale annuncia i primi rincari per i clienti di Francia e Spagna

-

- Advertisment -

La Commissione Europea ha confermato l’introduzione di un’imposta europea sul digitale (web tax) entro il 2023. La misura sarà permanente e andrà a finanziare il bilancio europeo, senza collegarsi alle norme fiscali per le società attualmente in corso di negoziazione in sede G20/Ocse.

Si attende ora, sempre a livello europeo, la proposta legislativa, attesa entro il mese di Luglio, dopo una fase di consultazione aperta lo scorso 15 Gennaio.

La nuova iniziativa della Commissione arriva dopo che nel 2018 la proposta di una web tax unilaterale era stata affossata dal Consiglio UE, e sostituita da numerose iniziative unilaterali dei paesi Ue come Francia, Spagna, Italia (al momento solo nelle intenzioni dopo un nuovo rinvio approvato dal Mef) e altri paesi.

Ma i colossi del web stanno già prendendo le contromisure. Google, in particolare, ha annunciato ai clienti francesi e spagnoli di Ads, il proprio servizio di pubblicità digitale, che dovranno prendersi carico di costi aggiuntivi del servizio pari al 2% “corrispondente ai costi operativi regolatori che si applicano nel Paese”. Il gigante tecnologico ha deciso di bilanciare così le tasse statali sui propri servizi, pari al 3% in entrambi i Paesi.

Ecco allora che la web tax, anziché colpire i big del digitale, si riverserà sui costi delle imprese che utilizzano un servizio fornito in un regime di sostanziale monopolio. Oltre che in Spagna e in Francia, il sovrapprezzo è in vigore anche nel Regno Unito (al 2%), in Austria e in Turchia (5%).

Si teme dunque che anche i clienti italiani di Google possano aspettarsi un simile ricarico sui costi dei servizi. Ma un successivo rimando alla digital tax europea potrebbe portare una svolta, dando più forza ai singoli Stati membri e mettendo i colossi alla stretta finale.

spot_imgspot_img
Giovanni Guarise
Giovanni Guarise
Giornalista professionista dal 2010. Nel corso degli anni da freelance ha dedicato particolare attenzione al mondo della Piccola e Media Impresa con approfondimenti, focus e attività di comunicazione.
Scopri l'offertaMedia partner

Ultime news

turismo

Turismo, il bando RESETTING per Pmi digitali e sostenibili

Sul portale Funding&Tender opportunities è stato pubblicato il bando RESETTING, per il rilancio del turismo sostenibile e intelligente europeo attraverso la digitalizzazione e l’innovazione. Il...
brevetti

Protezione brevetti: il 50% dei proventi resta all’inventore

Un intervento organico a tutela della proprietà industriale che punta a rafforzare la competitività tecnologica e digitale delle imprese e dei centri di ricerca nazionali...

Nuovo bonus per le imprese agricole e agroalimentari

Pronte le regole per fruire del nuovo bonus previsto per il settore dell’agricoltura italiana, ilcredito d’imposta diretto a supportare le reti di imprese agricole...
imprese servizi

Cresce il fatturato delle imprese di servizi

Nel primo trimestre 2022 l’indice destagionalizzato del fatturato dei servizi cresce del 2,8% rispetto al trimestre precedente; l’indice generale grezzo registra un aumento, in...
bundestag

C’è l’accordo: Germania verso la ratifica del CETA

I tre partiti della coalizione di governo in Germania si sono accordati giovedì scorso per ratificare l'accordo di libero scambio CETA tra l'Unione Europea...
spot_img

Economia

Turismo, il bando RESETTING per Pmi digitali e sostenibili

Sul portale Funding&Tender opportunities è stato pubblicato il bando RESETTING, per il rilancio del turismo sostenibile e intelligente europeo...

Nuovo bonus per le imprese agricole e agroalimentari

Pronte le regole per fruire del nuovo bonus previsto per il settore dell’agricoltura italiana, ilcredito d’imposta diretto a supportare...

C’è l’accordo: Germania verso la ratifica del CETA

I tre partiti della coalizione di governo in Germania si sono accordati giovedì scorso per ratificare l'accordo di libero...

Fondo Sviluppo e Coesione 2021-2027: le aree tematiche

La programmazione del ciclo 2021-2027 del Fondo per lo Sviluppo e la Coesione (leggi che cos'è) giunge in una...
- Advertisement -spot_img