27.5 C
Rome
lunedì, Agosto 8, 2022
spot_img

Allerta del fisco per la crisi d’impresa. In arrivo novità dal D.L. Concorrenza.

Previste nuove soglie per le segnalazioni della crisi d'impresa da parte di Agenzia delle Entrate. Il Governo tenta di arginare la protesta.

-

- Advertisment -

Come riporta oggi il quotidiano economico ItaliaOggi, ci saranno dei cambio in vista per le soglie di allerta del fisco per la crisi d’impresa. Le imprese non saranno più considerate in crisi se il debito sarà inferiore al 10 percento del volume di affari ma la segnalazione sara inviata solo con un debito maggiore di 20 mila euro.

Quindi quadruplicheranno le soglie di allerta.

Nemmeno il tempo di entrare in vigore e già l’art. 25 novies del Codice della crisi d’impresa (dlgs 14/2019, Ccii) introdotto dalle modifiche apportate dal dlgs 17 giugno 2022, n. 83, sarà modificato, con un emendamento governativo e di maggioranza al decreto semplificazioni.

Si tratta delle soglie previste dall’art. 30 sexies legge 233/2022, con decorrenza dal 1 gennaio, che sono state recepite dall’art. 25 novies del Ccii. 

Va precisato che, le soglie di allarme, previste nella vigente normativa, non sono previste nella Direttiva Europea di recepimento.

In effetti, le nuove soglie proposte dimostrano ancora una volta che lo scopo del regolamento è quello di accelerare la riscossione dei debiti tributari. Questo perché non si capisce perché la soglia del 10%,che è il parametro per individuare le imprese in crisi, cioè in squilibrio finanziario, non si applichi a tutte le imprese che non superano la soglia del 10% ma hanno debiti di almeno 20.000 euro sono comunque considerate in crisi. D’altra parte, per un’azienda con un grande fatturato, l’impatto di una passività correlata di 20000 euro (ai fini della rendicontazione) è considerata molto meno significativa in relazione all’ampio flusso di cassa dell’azienda.

Va precisato, altresì, che la segnalazione inviata dall’Agenzia delle Entrate, INPS ed INAIL, non obbligano l’imprenditore ad attivare il procedimento dello stato crisi ne la disposizione legislativa in commento ha abrogato le misure deflattive ed agevolative vigenti in ordine al pagamento delle imposte come il ravvedimento operoso, l’avviso bonario e la rateizzazione dei debiti tributari presso l’Agenzia della Riscossione.

Tutti strumenti a disposizione dell’impresa per gestire al meglio la propria liquidità aziendale.

Scopri l'offertaMedia partner

Ultime news

blockchain IA

Blockchain e intelligenza artificiale: da settembre gli incentivi

E’ stato pubblicato dal Ministero dello sviluppo economico il decreto che rende note le modalità e i termini di presentazione delle domande per richiedere...
pagamenti fornitori

Nel 2021 lo Stato “risparmia” 5,2 miliardi non pagando i fornitori

Nel 2021 l’Amministrazione centrale dello Stato ha ricevuto dai propri fornitori 3.657.000 fatture per un importo complessivo pari a 18 miliardi di euro. Ne...
pnrr

Gli obiettivi del PNRR per le imprese raggiunti nei primi 6 mesi

Con l’attuazione degli investimenti per gli IPCEI, Venture capital e i Contratti di sviluppo per le filiere produttive, le batterie e rinnovabili, il Ministero...
incentivi

Incentivi alle imprese: cosa non funziona e il piano di riordino

Il Consiglio dei ministri ha approvato in via definitiva il testo di un disegno di legge delega collegato alla Legge di Bilancio, che ha...
rischio default

Quasi 100 mila imprese a rischio default nel 2022

Sono quasi centomila le imprese italiane a rischio default nel corso di quest'anno, a causa degli eventi che da due anni stanno colpendo duramente le economie...
spot_img

Economia

Blockchain e intelligenza artificiale: da settembre gli incentivi

E’ stato pubblicato dal Ministero dello sviluppo economico il decreto che rende note le modalità e i termini di...

Gli obiettivi del PNRR per le imprese raggiunti nei primi 6 mesi

Con l’attuazione degli investimenti per gli IPCEI, Venture capital e i Contratti di sviluppo per le filiere produttive, le...

Biodiversa +: il bando per la tutela di biodiversità ed ecosistemi

In arrivo a settembre il secondo bando di Biodiversa +, la partnership europea co-finanziata per la ricerca sulla diversità, la tutela degli...

Fondo europeo per la Difesa: pubblicati i bandi 2022

La Commissione europea ha ufficialmente pubblicato otto nuovi bandi del Fondo europeo per la difesa (EDF), per un totale...
- Advertisement -spot_img