19.3 C
Rome
sabato, Aprile 17, 2021
spot_imgspot_img

Agevolazioni per le cooperative agricole italiane

Sostenere la liquidità delle cooperative agricole italiane colpite dalle misure restrittive imposte dal governo per limitare la diffusione del coronavirus.

-

- Advertisment -spot_img

La Commissione europea ha approvato un sostegno da 8,5 milioni di euro per evitare la chiusura delle cooperative agricole italiane colpite dall’epidemia di coronavirus. Obiettivo del regime di aiuto è sostenere la liquidità delle cooperative agricole italiane, particolarmente colpite dalle misure restrittive imposte dal governo per limitare la diffusione del coronavirus, a causa della struttura della loro filiera che fa molto affidamento sui piccoli dettaglianti locali, oltre che sui soci delle cooperative. In passato le cooperative agricole erano viste esclusivamente come strumento di lavorazione e commercializzazione collettiva. Oggi, invece, sono strategiche per la produzione e la diffusione dell’innovazione a vantaggio delle aziende associate e dell’intera filiera agroalimentare, consumatore incluso. Il senso di appartenenza da parte dei soci ad una comunità, ad un contesto di libera e continua condivisione di conoscenze ed esperienze, influenza positivamente le possibilità di sopravvivenza della cooperativa. 

Più dell’80% dei contadini ammette l’importanza della cooperativa nella crescita professionale. Il servizio tecnico, se internalizzato come nel settore vitivinicolo e nelle grandi cooperative, rappresenta l’area di intersezione per eccellenza tra la cooperativa e i soci. La fiducia reciproca tra il tecnico della cooperativa e il contadino apre una corsia preferenziale per la condivisione di problematiche e possibili soluzioni seguendo le logiche dell’apprendimento tramite interazione. Un patrimonio di energie e di prodotti che merita il massimo della valorizzazione e che a causa dell’emergenza sanitaria sta rischiando molto.

Grazie alle nuove prospettive europee, le cooperative agricole e i loro consorzi possono rivalutare i beni d’impresa risultanti dal bilancio dell’esercizio in corso al 31 dicembre 2018 fino alla concorrenza delle perdite dei periodi precedenti computabili in diminuzione del reddito senza assolvere alle imposte sostitutive nel limite del 70% del loro ammontare. I beni oggetto di rivalutazione sono le immobilizzazioni materiali e immateriali e le immobilizzazioni finanziarie rappresentate da partecipazioni in imprese controllate e collegate, appartenenti ad una stessa categoria omogenea e annotata nel relativo inventario. Nel Decreto Rilancio l’efficacia della procedura di rivalutazione dei beni delle cooperative agricole era condizionata all’autorizzazione della Commissione europea. Con il decreto Agosto, tuttavia, il Governo ha specificato che la misura rientra nel rispetto dei limiti e delle condizioni previsti dal Quadro temporaneo per le misure di aiuto di Stato a sostegno dell’economia nell’attuale emergenza sanitaria.

L’importo dell’aiuto non sarà superiore a 100mila euro per le aziende attive nella produzione primaria di prodotti agricoli, sarà di 120mila euro per quelle dell’acquacoltura e di 800mila euro per tutti gli altri settori, ricordando che l’operatività è limitata fino al 30 giugno 2021, termine del Quadro temporaneo per gli aiuti di Stato.

Euromed International Trade sostiene le imprese e le cooperative per accedere ai finanziamenti agevolati e ai sostegni economici, individuando su richiesta, i bandi europei più adatti alle esigenze dell’impresa. Un sostegno a definire il progetto, a sviluppare la rete, a presentarlo ed a gestirlo, nel rispetto delle procedure stabilite dalla Commissione Europea e con una partecipazione attiva ai network europei. Per maggiori informazioni compilare il seguente form:

Ultime news

Nuovi sviluppi per il commercio di vini e alcolici nel Regno Unito

0
Le informazioni per gli alcolici sono utilizzate per identificare l'azienda responsabile legale per l'immissione di un prodotto sul mercato.

Criptovalute e tasse: gli obblighi di comunicazione DAC

0
Le criptovalute sono al centro del nuovo piano d’azione promosso dalla Commissione europea per aggiornare la direttiva in materia di cooperazione amministrativa (DAC)

I prodotti agroalimentari reggono alla sfida del commercio estero

0
Le esportazioni dei prodotti agroalimentari italiani sono state dirette per oltre la metà all’interno dell'Europa con la Germania in testa.

La Canadian Chamber in Italy si rinforza

0
La Canadian Chamber in Italy è pronta a rilanciare la sua attività con un direttivo rafforzato per favorire le relazioni tra Canada e Italia.

Lanciato il Premio UE per le donne innovatrici

Le opportunità create dalle nuove tecnologie e dalle innovazioni dirompenti consentono di poter pensare nel concreto a quella ripresa equa e sostenibile di cui...
spot_img

Economia

Nuovi sviluppi per il commercio di vini e alcolici nel Regno Unito

Le informazioni per gli alcolici sono utilizzate per identificare l'azienda responsabile legale per l'immissione di un prodotto sul mercato.

I prodotti agroalimentari reggono alla sfida del commercio estero

Le esportazioni dei prodotti agroalimentari italiani sono state dirette per oltre la metà all’interno dell'Europa con la Germania in testa.

Lanciato il Premio UE per le donne innovatrici

Le opportunità create dalle nuove tecnologie e dalle innovazioni dirompenti consentono di poter pensare nel concreto a quella ripresa...

Plastic free e car sharing: due proposte per il rilancio

Promuovere il taglio dell'utilizzo di plastiche monouso all'interno delle aziende e incentivare il car sharing per i dipendenti.

Speciale InternazionalizzazioneRELATED
Scopri la nostra guida

- Advertisement -spot_img