7 C
Rome
venerdì, Febbraio 3, 2023
spot_imgspot_img

Affidamenti diretti. Ridotto a 150 mila euro l’obbligo di gara

-

- Advertisment -

Il decreto legge aiuti quater, approvato nei giorni scorsi dal consiglio dei ministri, riduce l’ambito di attuazione della norma del dl 32/2019 che appariva obbligare i comuni, per le procedure collegate all’attuazione del Pnrr e del Piano nazionale per gli investimenti complementari, ad affidarsi alle centrali di committenza anche per per le procedure di gara di importo inferiore alla soglia per gli affidamenti diretti.

Un’interpretazione, effettivamente troppo ampia, che in questi mesi ha creato non poche difficoltà a molti piccoli comuni.

Adesso che il decreto legge, con una norma molto attesa dai sindaci, chiarisce che l’obbligo si attuerà solo per le procedure per gli affidamenti di importo pari o superiore alle soglie di cui sopra, gli stessi potranno trarre una boccata d’ossigeno inserita nel testo per velocizzare i progetti del Pnrr.

L’accesso ai contributi, che resteranno al termine della procedura di assegnazione delle risorse del Fondo, sarà possibile ma solo per le amministrazioni che hanno provveduto ad affidare i lavori entro il 31 dicembre 2022, facendo ricorso a risorse diverse da quelle del Fondo per l’avvio delle opere indifferibili.

Il decreto aiuti quater concede alle stazioni appaltanti riceventi i finanziamenti del Pnrr e del Piano per gli investimenti complementari (Pnc) di poter utilizzare le risorse del Fondo per l’avvio di opere indifferibili se, pur in possesso dei requisiti, ne sono rimaste escluse, non risultando neppure beneficiarie delle relative pre-assegnazioni.

I contributi potranno servire ad affrontare gli aumenti del costo derivanti dall’aggiornamento dei prezzari determinatosi dal caro materiali.

I dettagli dell’operazione saranno chiariti con un successivo decreto del Mef che via XX settembre dovrà mettere a punto entro 60 giorni dall’entrata in vigore del dl aiuti quater.

Infine, viene sterilizzata la seconda rata Imu 2022 per gli immobili rientranti nella categoria catastale D/3 destinati a spettacoli cinematografici, teatrali e sale per concerti e spettacoli, a condizione che i relativi proprietari siano anche gestori delle attività ivi esercitate.

Scopri l'offertaMedia partner

Iscriviti alla nostra newsletter

Ultime news

Crisi di impresa cartella nulla - Imprese del sud

Cartella nulla, se l’azienda ha avviato il procedimento della crisi d’impresa

Pretesa dell'Agenzia della riscossione per debiti fiscali ritenuta ridondante poiché i debiti sono già stati inclusi nell'accordo omologato della crisi d'Impresa.
Vino Canada Irlanda etichette salute imprese del sud

Vino: dopo l’Irlanda è il Canada a metterlo al bando.

Il Canadian Centre on Substance Use and Addiction (CCSA) del Canada ha pubblicato recentemente nuove linee guida sull'alcol, raccomandando di ridurre il consumo di...
Fondimpresa Abruzzo nuovo presidente

Fondimpresa Abruzzo. Luciano De Remigis nominato nuovo presdiente

Cambio ai vertici dell’Articolazione Abruzzese di Fondimpresa - Fondo interprofessionale per la formazione continua di Confindustria, Cgil, Cisl e Uil.
Direttiva sustainability reporting - Imprese del Sud

Entrata in vigore la direttiva Corporate Sustainability Reporting 

0
La nuova direttiva europea rivede, amplia e rafforza le norme introdotte inizialmente dalla direttiva sulla comunicazione di informazioni non finanziarie.
Smart working iscritto aire fisco

Fisco, iscritto AIRE. Conta la residenza.

Anche se iscritto AIRE, il contribuente paga le tasse, nel luogo di residenza effettiva.
spot_img

Economia

Vino: dopo l’Irlanda è il Canada a metterlo al bando.

Il Canadian Centre on Substance Use and Addiction (CCSA) del Canada ha pubblicato recentemente nuove linee guida sull'alcol, raccomandando...

Codice appalti: La revisione prezzi dei contratti “alla francese”

Il Parlamento discute la possibilità di introdurre un meccanismo di revisione prezzi "alla francese" obbligatorio per tutti i contratti in caso di eventi imprevedibili.

Marche: Stati generali dell’internazionalizzazione

Le Marche ospiteranno gli Stati Generali dell'Internalizzazione dal 16 al 19 giugno a Casale di Colli del Tronto (Ascoli Piceno).

Corte Suprema irlandese. La procedura di ratifica del CETA è incostituzionale

La Corte Suprema irlandese ha dichiarato che gli emendamenti sarebbero necessari per conferire ai tribunali irlandesi il potere di...
- Advertisement -spot_img