10.9 C
Roma
giovedì, 22 Ottobre 2020

Rafforzare la cooperazione tra UK e Italia per il Cop 26

-

- Advertisment -

Le dinamiche della contemporaneità legate allo sviluppo sostenibile ad un cambio di mentalità sul clima necessitano di cooperazione e collaborazione. Rafforzare la cooperazione tra Regno Unito e Italia per il Cop26 è una necessità internazionale. Il Regno organizzerà il prossimo vertice mondiale sul clima Cop26 a Glasgow, nel prossimo novembre, mentre l’Italia si curerà di due eventi che completeranno la cruciale manifestazione, come il vertice introduttivo “pre-Cop” e quello parallelo “Cop for youth“, dedicato ai giovani.

L’evento internazionale è particolarmente importante, poiché come accennato recentemente in occasione di un incontro bilaterale Italia-Regno Unito a Londra, il premier italiano Giuseppe Conte e il suo omologo britannico Boris Johnson hanno posto su questo appuntamento le speranze di tutti, e non solo degli ambientalisti, soprattutto dopo il fallimento della Cop25 di Madrid.

Nel 2020 Italia e Regno Unito ospiteranno insieme la COP 26 per rilanciare la lotta al cambiamento climatico dopo la delusione della COP 25 di Madrid e trovare un accordo più ambizioso in termine di riduzione delle emissioni“, ha ribadito il deputato eletto in Europa Massimo Ungaro.

COP 26 ITALIA-UK/UNGARO (IV): GRANDE OCCASIONE PER LAVORARE INSIEME SUI CAMBIAMENTI CLIMATICI
Massimo Ungaro

A Milano e Roma avranno luogo gli incontri preparatori, la pre-COP, la COP dei giovani, la COP parlamentare, mentre la COP vera e propria sarà a Glasgow dal 9 al 19 novembre 2020. “Una grande occasione per Italia e Regno Unito di lavorare insieme su un fronte fondamentale come il cambiamento climatico” ha sottolineato il deputato Ungaro.

Per questo motivo ho partecipato a Londra all’evento organizzato dall’Ambasciata britannica a Roma “The Pontignano Cycle Event” in preparazione della COP26 e scambiato qualche riflessione con il Sottosegretario all’Ambiente e lo Sviluppo del Regno Unito, Zac Goldsmith”, ribadisce il deputato eletto in Europa. Una posizione da valorizzare e sostenere.

Italia e Regno Unito cooperano da tempo per affermare l’urgenza di un’azione coordinata sul clima a livello globale e hanno svolto un ruolo chiave nel fare adottare all’Unione Europea impegni ambiziosi sul tema. Entrambi sono membri attivi della High Ambition Coalition ed hanno sostenuto la dichiarazione sul rafforzamento delle ambizioni climatiche in occasione della Cop24.

Le tematiche dello sviluppo sostenibile e della tutela ambientale possono rappresentare una nuova spinta di collaborazione diplomatica e di cooperazione tra le due realtà.

Domenico Letizia
Domenico Letiziahttps://www.domenicoletizia.it/
Giornalista, scrive per il quotidiano "L’Opinione delle Libertà", e analista economico e geopolitico. Ricercatore e social media manager del “Water Museum of Venice”, membro della Rete Mondiale UNESCO dei Musei dell’Acqua. Responsabile alla Comunicazione per numerose società di consulenza e internazionalizzazione.
- Advertisement -

Ultime news

“Italia 2030”, formazione per il futuro sostenibile

0
Buffagni: “Sviluppo sostenibile ed Economia circolare opportunità per creare nuovi posti di lavoro, avvicinando cittadini e aziende”

Contributi a fondo perduto: 900 mila euro per le imprese

0
Lo stanziamento della Camera di Commercio di Lucca

OCSE: l’Italia ha un fisco poco competitivo

0
Nella classifica dei Paesi monitorati l'Italia occupa l'ultima posizione a causa del suo carico fiscale

La Sardegna e le opportunità legate all’acquacoltura

0
In arrivo sei milioni di euro di aiuti alle imprese di pesca e acquacoltura della Regione Sardegna per implementare l'occupazione locale.

Il Decreto Rilancio rinnova l’incentivo “Resto al Sud”

0
Il sostegno a chi fa impresa nel meridione si rinnova con novità specifiche per il 2020.

Economia

Contributi a fondo perduto: 900 mila euro per le imprese

Lo stanziamento della Camera di Commercio di Lucca

Il Decreto Rilancio rinnova l’incentivo “Resto al Sud”

Il sostegno a chi fa impresa nel meridione si rinnova con novità specifiche per il 2020.

Le sinergie commerciali con il Regno Unito post Brexit

Attualmente, il vero problema economico, commerciale e di export che si sta vivendo con il Regno Unito non è la Brexit ma la pandemia.

Scambi commerciali: la Puglia guarda al Giappone

Per due anni di seguito (2018-2019) il Giappone è il Paese verso il quale è maggiormente cresciuto l’export italiano

Il Decreto Rilancio rinnova l’incentivo “Resto al Sud”

Il sostegno a chi fa impresa nel meridione si rinnova con novità specifiche per il 2020.

Le sinergie commerciali con il Regno Unito post Brexit

Attualmente, il vero problema economico, commerciale e di export che si sta vivendo con il Regno Unito non è la Brexit ma la pandemia.

Speciale InternazionalizzazioneRELATED
Scopri la nostra guida

- Advertisement -