20.3 C
Rome
martedì, Aprile 20, 2021
spot_imgspot_img

Nuove co.co.co: più tutele per i collaboratori

-

- Advertisment -spot_img

Cambiano ancora le co.co.co., ossia le collaborazioni coordinate e continuative: il decreto-legge Salva Imprese prevede infatti una nuova categoria di lavoratori parasubordinati ai quali devono applicarsi le regole del lavoro dipendente.

In altre parole, possono beneficiare delle tutele del lavoro subordinato anche i collaboratori che si avvalgono, in misura non prevalente, di un’organizzazione di mezzi e di lavoro altrui.

Inoltre, il coordinamento, per essere “genuino” e non contrastante con l’autonomia del collaboratore, deve essere concordato con il committente, e non imposto da quest’ultimo. L’etero organizzazione può anche non riferirsi ai tempi e al luogo di lavoro.

Per le co.co.co etero-organizzate manca un potere gerarchico-disciplinare-direttivo del committente, mentre la prestazione è prevalentemente personale, e non più esclusivamente personale.

Le stesse super co.co.co beneficiano dell’applicazione della disciplina del lavoro subordinato: si devono dunque applicare tutte le disposizioni lavorative, fiscali e contributive previste per i dipendenti, dagli assegni familiari al diritto a permessi e congedi, dall’orario di lavoro al diritto all’indennità di disoccupazione e alle ferie, in base all’attività esercitata. L’applicazione della disciplina del lavoro subordinato prescinde dal fatto che vengano determinati dal committente tempi e luoghi in cui svolgere l’attività lavorativa.

Alle super co.co.co. non si applicano, tuttavia, le regole sui licenziamenti, come le tutele dell’articolo 18 dello Statuto dei lavoratori. Le tutele del lavoro subordinato possono essere disposte anche qualora la prestazione sia organizzata mediante piattaforme digitali.

Ultime news

Agribusiness: il Marocco è a prova di futuro

0
Lo sviluppo del Marocco passa attraverso un'agricoltura basata su innovazione e sostenibilità. L'argomento è stato affrontato nel corso del webinar Agribusiness in Marocco, che...

La nuova amministrazione USA e la guerra ai paradisi fiscali

0
Sarà necessario dimostrare che la società abbiano versato almeno il 15% di tasse federali

Nuovi sviluppi per il commercio di vini e alcolici nel Regno Unito

0
Le informazioni per gli alcolici sono utilizzate per identificare l'azienda responsabile legale per l'immissione di un prodotto sul mercato.

Criptovalute e tasse: gli obblighi di comunicazione DAC

0
Le criptovalute sono al centro del nuovo piano d’azione promosso dalla Commissione europea per aggiornare la direttiva in materia di cooperazione amministrativa (DAC)

I prodotti agroalimentari reggono alla sfida del commercio estero

0
Le esportazioni dei prodotti agroalimentari italiani sono state dirette per oltre la metà all’interno dell'Europa con la Germania in testa.
spot_img

Economia

Agribusiness: il Marocco è a prova di futuro

Lo sviluppo del Marocco passa attraverso un'agricoltura basata su innovazione e sostenibilità. L'argomento è stato affrontato nel corso del...

La nuova amministrazione USA e la guerra ai paradisi fiscali

Sarà necessario dimostrare che la società abbiano versato almeno il 15% di tasse federali

Nuovi sviluppi per il commercio di vini e alcolici nel Regno Unito

Le informazioni per gli alcolici sono utilizzate per identificare l'azienda responsabile legale per l'immissione di un prodotto sul mercato.

I prodotti agroalimentari reggono alla sfida del commercio estero

Le esportazioni dei prodotti agroalimentari italiani sono state dirette per oltre la metà all’interno dell'Europa con la Germania in testa.

Speciale InternazionalizzazioneRELATED
Scopri la nostra guida

- Advertisement -spot_img