martedì, Settembre 22, 2020

Nasce acquistitalia.it la nuova piattaforma web per lo sviluppo del made in Italy nel mondo.

-

- Advertisment -

Si chiama Acquistitalia.it, il nuovo portale web per lo sviluppo del made in Italy all’estero,  e aspira a diventare il marketplace di riferimento, per le aziende italiane che vogliono farsi conoscere sui mercati internazionali.

Il progetto, nato da un’idea di Sergio Passariello, Presidente d’Imprese del  Sud è aperto a tutte le aziende e professionisti italiani mettendo  a disposizione degli utenti, diversi strumenti web per facilitare il primo scambio d’informazione fino alla negoziazione finale di un offerta.

La piattaforma, così come tutti i contenuti pubblicati, è totalmente in inglese e l’iscrizione è riservata esclusivamente a fornitori italiani. Ogni utente può decidere, all’atto dell’iscrizione, l’area di appartenenza, sia se trattasi di libero professionista oppure di azienda, ed iniziare immediatamente a pubblicare i propri annunci che saranno indicizzati sui motori di ricerca e sui social network, unicamente fuori dai confini nazionali.

L’utente può condividere i propri annunci con i vari strumenti social e definire un prezzo per il suo servizio/prodotto, terminando anche l’eventuale vendita tramite gli strumenti online paypal.

Ho voluto creare un ambiente virtuale interamente dedicato al Made in Italy che abbia quale mercato di riferimento esclusivamente quello internazionale – dichiara Sergio Passariello Presidente Imprese del Sud.

Il progetto – prosegue Passariello – è in fase di startup e fino al 31 dicembre 2015 sarà completamente gratuito consentendo a tutti gli iscritti di poter pubblicare i propri annunci in modo illimitato per la durata di tre mesi.

Uno dei limiti delle aziende italiane – afferma Passariello –  che ho potuto riscontrare confrontandomi direttamente con diversi buyer internazionali, incontrati durante l’ultimo Commonwealth Business Forum di Malta, è proprio l’insufficienza della prima informazione quasi assente nei motori di ricerca web internazionali dedicati al commercio all’ingrosso.

Molti sono i website di annunci presenti in rete – assicura Passariello – ma a oggi non è presente un portale web specializzato che possa adeguatamente aiutare, finanche il piccolo artigiano italiano a internazionalizzare il proprio business.

I prossimi passi – conclude Passariello – saranno orientati allo sviluppo di un’area telematica interna di negoziazione dedicata ai buyer internazionali, che potranno con la nostra assistenza, individuare il miglior fornitore,  lanciando online una vera e propria asta informatica e concludere l’affare.

- Advertisement -

Ultime news

eCommerce: da canale secondario a ruolo determinante di vendita

0
Cresce la penetrazione dell'eCommerce sul totale Retail dal 6% all'8%. I comparti emergenti fanno segnare ritmi di crescita elevati: il Food&Grocery genera 2,5 miliardi di euro (+56%) e l'Arredamento e home living 2,3 miliardi (+30%).

Internazionalizzazione: il 50% dei finanziamenti è a fondo perduto

0
La nuova agevolazione è stata resa possibile dal via libera dalla Commissione Europea che estende temporalmente questo vantaggio fino alla fine del 2020, con un limite di 800 mila euro complessivi di componente di aiuto.

Imprenditoria femminile in agricoltura: le agevolazioni

0
Tra i requisiti si richiede che l’impresa sia amministrata e condotta da una donna, in possesso della qualifica di imprenditore agricolo o di coltivatore diretto

La ripresa del Marocco e le opportunità di business

0
Nel rapporto Doing Business 2020, il Marocco ha guadagnato la 53ma posizione nella classifica mondiale, con un salto di ben sette posti rispetto al 2019.

Internazionalizzazione: puntare su Mediterraneo e Africa

0
Dopo l'instabilità causata dalla primavera araba, quasi tutti i paesi del Nord Africa hanno avviato una grande stagione di investimenti infrastrutturali.

Economia

Internazionalizzazione: il 50% dei finanziamenti è a fondo perduto

La nuova agevolazione è stata resa possibile dal via libera dalla Commissione Europea che estende temporalmente questo vantaggio fino alla fine del 2020, con un limite di 800 mila euro complessivi di componente di aiuto.

Imprenditoria femminile in agricoltura: le agevolazioni

Tra i requisiti si richiede che l’impresa sia amministrata e condotta da una donna, in possesso della qualifica di imprenditore agricolo o di coltivatore diretto

La ripresa del Marocco e le opportunità di business

Nel rapporto Doing Business 2020, il Marocco ha guadagnato la 53ma posizione nella classifica mondiale, con un salto di ben sette posti rispetto al 2019.

Internazionalizzazione: puntare su Mediterraneo e Africa

Dopo l'instabilità causata dalla primavera araba, quasi tutti i paesi del Nord Africa hanno avviato una grande stagione di investimenti infrastrutturali.

Internazionalizzazione: puntare su Mediterraneo e Africa

Dopo l'instabilità causata dalla primavera araba, quasi tutti i paesi del Nord Africa hanno avviato una grande stagione di investimenti infrastrutturali.

La pandemia sta mettendo alla prova le città

Nel prossimo decennio ci saranno circa 500 città con più di un milione di persone e diverse "mega-città" con una popolazione di oltre 20 milioni
- Advertisement -

Speciale InternazionalizzazioneRELATED
Scopri la nostra guida