8.6 C
Rome
martedì, Dicembre 6, 2022
spot_imgspot_img

Mediterranean Week torna a Barcellona per costruire ponti con l’Africa e l’Asia.

-

- Advertisment -

La 12ª Settimana dei leader economici del Mediterraneo (MedaWeek Barcelona 2018) torna dal 21 novembre al 23 novembre a Barcellona per costruire ponti con l’Africa e l’Asia e affrontare l’impatto della rivoluzione digitale sulle economie del regione.

L’incontro, che quest’anno si svolge con lo slogan “Un mare, tre continenti: la condivisione di obiettivi comuni”, è organizzato dall’Associazione delle Camere di commercio e industria del Mediterraneo (ASCAME), dalla Camera di commercio, industria e navigazione di Barcellona, l’Unione per il Mediterraneo (UpM), l’Istituto europeo del Mediterraneo (IEMed) e i Consorzi della Zona Franca di Barcellona (CZFB), insieme alla collaborazione di altre organizzazioni regionali e internazionali.

L’evento è cofinanziato dal Programma di promozione internazionale del Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR) della Camera di commercio spagnola.

MedaWeek Barcelona è un forum economico e commerciale incentrato sulla promozione del settore privato, lo sviluppo economico come pilastro dell’integrazione regionale e delle economie del Mediterraneo in tutto il mondo.

L’evento, che ha riunito oltre 18.000 partecipanti nelle sue undici edizioni precedenti, comprenderà numerosi forum, seminari, incontri d’affari e incontri istituzionali, nonché la presentazione di progetti che promuovono il settore privato e la cooperazione regionale.

E tutto questo, con un focus principale sull’innovazione e la digitalizzazione nel Mediterraneo, come spiegato dagli organizzatori dell’evento, che ricordano che il 60% della popolazione dei paesi della costa mediterranea ha meno di 30 anni e con un alto tasso di disoccupazione , quindi la tecnologia può svolgere un ruolo inclusivo.

MedaWeek offrirà anche altri forum sulla cosiddetta economia blu, il settore dell’ospitalità, l’industria halal, le risorse umane e la mobilità e affronterà in un nuovo spazio di riflessione le sfide aperte dalla scoperta di nuovi sfruttamenti del gas nel Mediterraneo orientale e le opportunità che rappresentano per la regione.

MedaWeek riunirà coloro che pensano che il nostro mare non sia una regione dimenticata, ma uno del futuro, senza ignorare le difficoltà e le sfide, come lo sviluppo economico, i cambiamenti climatici, la demografia o l’urbanizzazione”, ha sottolineato i promotori del incontro.

Quest’anno, inoltre, l’appuntamento economico “allarga i suoi orizzonti verso l’Africa e l’Asia” e “costruisce ponti per il commercio e gli investimenti con le regioni e i paesi limitrofi del Mediterraneo”.

In questo senso, MedaWeek Barcelona aprirà le sue porte alla partecipazione economica e imprenditoriale dell’Africa sub-sahariana, mettendo in evidenza la presenza di un’importante delegazione del Senegal e della Mauritania, tra gli altri paesi, e delegazioni commerciali provenienti dal Golfo e dall’Asia meridionale.

Ultime news

Parlamento tedesco vota per ratifica CETA

Il parlamento tedesco ha votato per ratificare il CETA

La comunità del Ceta Business Network accoglie con favore la scelta del parlamento tedesco e chiede una maggiore diffusione dell'accordo tra le PMI.
Affidamenti diretti centrali commitenza imprese del sud

Affidamenti diretti. Ridotto a 150 mila euro l’obbligo di gara

Il decreto legge aiuti quater, approvato nei giorni scorsi dal consiglio dei ministri, riduce l'ambito di attuazione della norma del dl 32/2019 che appariva...
Marchi collettivi made in italy imprese del sud

Incentivi per i marchi collettivi made in Italy

Con decreto del 3 ottobre 2022 il ministero delle imprese e del made in Italy, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 269 del 17/11/2022, ho...
Garante Privacy stop utilizzo dati massivi

Garante Privacy: Stop a uso massiccio dei dati fiscali

No del Garante privacy all’utilizzo massivo per le analisi del rischio di evasione per elevato rischio di utilizzo di dati non esatti.
Accordo ceta 36% aumento esportazioni imprese del sud

L’accordo CETA, contestato dall’Italia, aumenta le esportazioni del 36%

Nessuno dei governi italiani che si sono succeduti negli ultimi cinque anni ha ratificato il Ceta, l'accordo di libero scambio tra Unione Europea e...
spot_img

Economia

Il parlamento tedesco ha votato per ratificare il CETA

La comunità del Ceta Business Network accoglie con favore la scelta del parlamento tedesco e chiede una maggiore diffusione dell'accordo tra le PMI.

Affidamenti diretti. Ridotto a 150 mila euro l’obbligo di gara

Il decreto legge aiuti quater, approvato nei giorni scorsi dal consiglio dei ministri, riduce l'ambito di attuazione della norma...

Incentivi per i marchi collettivi made in Italy

Con decreto del 3 ottobre 2022 il ministero delle imprese e del made in Italy, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale...

L’accordo CETA, contestato dall’Italia, aumenta le esportazioni del 36%

Nessuno dei governi italiani che si sono succeduti negli ultimi cinque anni ha ratificato il Ceta, l'accordo di libero...
- Advertisement -spot_img