23.2 C
Rome
sabato, Luglio 31, 2021
spot_imgspot_img

L’export europeo vola grazie a Cina e Germania

L’incremento su base mensile dell’export è dovuto, in particolare, all’aumento delle vendite verso il mercato europeo.

-

- Advertisment -

Il mercato europeo guadagna punti grazie all’export verso la Cina, forte di un balzo in avanti del 29,2%. Risultato per certi versi scontato, tenendo conto del fatto che nel gennaio del 2020, per Pechino, è stato già un mese penalizzato dalla diffusione della pandemia, arrivata in Europa e in Italia solo successivamente. Il rapido sviluppo della Cina è universalmente considerato uno dei cambiamenti più importanti dell’economia globale. La Cina, in quanto seconda economia mondiale è un protagonista globale di primo piano sempre più in grado di rivaleggiare con gli USA.

Molto buoni sono anche i risultati dell’export europeo “interno”, tra gli Stati membri, che si confermano migliori rispetto ai mercati extra-Ue. Determinante da questo punto di vista è la performance del primo mercato di sbocco, la Germania, che chiude il mese in crescita. Un effetto tutto europeo dovuto in particolare della ripresa del settore auto. Sia dal lato delle vendite dirette (il nostro export cresce dell’11,8%) che della filiera complessiva dei componentisti, con l’area dei prodotti in metallo a lievitare del 10,8%.

Nel confronto con il 2020, il mese di gennaio 2021 presenta due giornate lavorative in meno. Per quanto il legame giorni lavorati-export sia meno stringente rispetto al vincolo più diretto nei confronti della produzione, è evidente che qualche punto percentuale di vendite oltreconfine si sia perso per strada. Impatto comunque non valutabile in modo puntuale, tenendo conto che a differenza di quanto accade ad esempio per la produzione industriale, in questo caso l’Istituto nazionale di statistica rileva solo le informazioni grezze, che appunto non considerano gli effetti del calendario.

In Italia, nel gennaio 2021, l’Istat registra una crescita congiunturale per entrambi i flussi commerciali con l’estero, più intensa per le esportazioni (+2,3%) che per le importazioni (+1,2%). L’incremento su base mensile dell’export è dovuto, in particolare, all’aumento delle vendite verso il mercato europeo (+4,0%) mentre quello verso i mercati extra Ue è contenuto (+0,4%).

Opposto il risultato su base annua, con una flessione dell’8,5%: la flessione è ampia e dovuta alla contrazione delle vendite sia verso i mercati extra Ue (-12,7%) sia, in misura minore, verso l’area Ue (-4,7%). L’import segna una flessione dell’11,6% (da -1,7% di dicembre dello scorso anno), determinata soprattutto dalla caduta degli acquisti dall’area extra Ue (-18,3%).

La Cina è uno dei mercati più promettenti per la vendita di prodotti di qualità europei e “made in Italy”. Per sviluppare un piano di export ad hoc verso il mercato cinese affidati al supporto del team di Euromed International Trade.

spot_imgspot_img
Domenico Letiziahttps://www.domenicoletizia.it/
Giornalista, scrive per il quotidiano "L’Opinione delle Libertà", e analista economico e geopolitico. Ricercatore e social media manager del “Water Museum of Venice”, membro della Rete Mondiale UNESCO dei Musei dell’Acqua. Responsabile alla Comunicazione per numerose società di consulenza e internazionalizzazione.
- Media partner -Media partner

Ultime news

L’appello di UNCI Agroalimentare: “Salviamo la pesca a strascico”

I danni ambientali, il depauperamento delle acque, le compromissioni degli habitat marini, l’alterazione delle biodiversità e lo sfruttamento degli stock ittici hanno un colpevole:...

TruBlo: finanziamenti per sviluppo software e blockchain

0
È stata lanciata la seconda open call del progetto TruBlo, parte dell'iniziativa NGI (Next Generation Internet), che ha l'obiettivo di fornire finanziamenti iniziali per...

Una nuova visione per il turismo europeo green e digitale

0
La competitività del settore è strettamente legata alla sua sostenibilità poiché la qualità delle destinazioni turistiche dipende fondamentalmente dal loro ambiente naturale e dalla loro comunità locale.

Illegittimo il recupero non fondato su gravi incongruenze

0
Risulta illegittimo un recupero fiscale che non sia fondato su gravi incongruenze, le quali devono considerare la storia del contribuente e l'andamento del mercato...

I nuovi bandi Horizon tra spazio, verde e digitalizzazione

0
L’edizione di quest'anno è stata particolarmente importante poiché ha segnato ufficialmente l’avvio di Horizon Europe, il Programma quadro per la R&I europea per il settennio 2021-2027.
spot_img

Economia

TruBlo: finanziamenti per sviluppo software e blockchain

È stata lanciata la seconda open call del progetto TruBlo, parte dell'iniziativa NGI (Next Generation Internet), che ha l'obiettivo...

Una nuova visione per il turismo europeo green e digitale

La competitività del settore è strettamente legata alla sua sostenibilità poiché la qualità delle destinazioni turistiche dipende fondamentalmente dal loro ambiente naturale e dalla loro comunità locale.

I nuovi bandi Horizon tra spazio, verde e digitalizzazione

L’edizione di quest'anno è stata particolarmente importante poiché ha segnato ufficialmente l’avvio di Horizon Europe, il Programma quadro per la R&I europea per il settennio 2021-2027.

Appalti pubblici: l’UE invita alla rivoluzione

La Commissione europea ha proposto un documento di orientamento che illustra gli aspetti che gli acquirenti pubblici dovrebbero conoscere...
- Advertisement -spot_img