La nuova procedura 2013 per la richiesta DURC online

-

- Advertisment -

DURC e adempimenti delle aziende: digitalizzazione dei servizi INAIL da gennaio 2013: ecco i dettagli, le istruzioni per le imprese e il calendario dei servizi telematici.

Il documento unico di regolarità contributiva (DURC) dal 2 gennaio 2013  può essere richiesto esclusivamente online sul sito Sportello Unico Previdenziale, estendendo alle aziende private l’obbligo già scattato per quelle pubbliche.
L’INAIL ha infatti digitalizzato tale adempimento assieme ad altre procedure a carico delle aziende, che ora diventano completamente informatizzati:

  • Domanda di riduzione del tasso medio di tariffa.
  • Ricorsi in materia di classificazione tariffaria.
  • Denuncia mensile dei contributi di malattia e/o di maternità per il personale delle imprese di navigazione e del settore volo.

Le indicazioni operative sono contenute nella circolare numero 61 del dicembre 2012, che segue altre due circolari (numeri 1 e 43 del 2012) sulle prime fasi del programma. Entro luglio 2013 tutte le comunicazioni fra l’istituto nazionale per l’assicurazione sugli infortuni sul lavoro e i datori di lavoro passeranno online.

DURC online

Tutte le tipologie di richiesta DURCdevono essere effettuate esclusivamente utilizzando l’apposito servizio telematicodisponibile sul sito www.sportellounicoprevidenziale.it. Cliccando su “info” e quindi su “informazioni per l’accesso“, le aziende trovano tutte le istruzioni operative per registrarsi al servizio. Previste procedure differenziate per le diverse categorie di utenti (imprese, consulenti, pubbliche amministrazioni e via dicendo).

Aziende e intermediari:

  • Collegarsi a www.inps.it e accedere al servizio telematico DURC utilizzando l’utenza rilasciata dall’Inps per i servizi online (codice fiscale e PIN) oppure registrandosi 
  • Collegarsi a www.inail.it e accedere al servizio telematico DURC utilizzando l’utenza per i servizi in Punto Cliente (aziende: codice Ditta e PIN; consulenti, professionisti ed Associazioni di categoria: codice utente e password), o registrandosi.
  • L’utente che ha già il codice Ditta/utente e PIN/password rilasciati dall’INAILpuò collegarsi a www.sportellounicoprevidenziale.it e inserire i dati negli appositi campi nell’area accesso utenti (Codice Ditta/utente e PIN/Password).
  • Da www.sportellounicoprevidenziale.it è comunque possibile accedere ed autenticarsi sul portale INPS.

Altri servizi

Vediamo in breve gli altri servizi INAIL che dal 2013 sono passati esclusivamente online:

  • Domanda per la riduzione del tasso medio di tariffa dopo il primo biennio di attività (riduzione per prevenzione OT 24): consente alle aziende, operative da almeno un biennio, che eseguono interventi per il miglioramento delle condizioni di sicurezza e di igiene nei luoghi di lavoro, in aggiunta a quelli minimi previsti dalla normativa in materia (D.lgs. 81/2008) di presentare, entro fine febbraio dell’anno per il quale la riduzione è richiesta, la domanda per ottenere la riduzione del tasso medio di tariffa dopo il primo biennio di attività (riduzione per prevenzione OT 24). Bisogna utilizzare l’apposito servizio online attivo in www.inail.it alla sezione Punto Cliente – Denunce.
  • Domanda per la riduzione del tasso medio di tariffa nei primi due anni di attività (OT 20): consente ai datori di lavoro in regola con le disposizioni obbligatorie in materia di prevenzione infortuni e igiene del lavoro di presentare istanza per ottenere la riduzione del tasso medio di tariffa nei primi due anni di attività (OT 20). Si utilizza l’apposito servizio online attivo in www.inail.it alla sezione Punto Cliente – Denunce presentando domanda all’atto della denuncia dei lavori oppure dopo l’inizio dei lavori (ma non oltre la scadenza del biennio di attività).
  • Presentazione ricorsi in materia di tariffe dei premi: il servizio, già attivo da tempo, consente la presentazione del ricorso al Presidente avverso i provvedimenti in materia di applicazione delle tariffe dei premi. Il ricorso va presentato entro 30 giorni dalla piena conoscenza degli atti impugnati utilizzando l’apposito servizio online attivo in www.inail.it alla sezione Punto Cliente – Ricorsi on line.
  • Denuncia mensile contributi di malattia e maternità per il settore della navigazione: riguarda il personale delle imprese di navigazione e del settore volo, e comprende anche la denuncia riguardante le quote di servizio e i contributi per l’assistenza contrattuale, limitatamente alle convenzioni in essere con l’Istituto. Si utilizzano i servizi online del sito www.inail.it – Navigazione marittima – Servizi on line – “Accesso Area dedicata agli utenti del settore navigazione”- Denuncia contributi malattia e maternità.

Assistenza tecnica

Il Contact center multicanale (Ccm) fornisce informazioni ad aziende e utenti attraverso il numero verde 803.164. A disposizione anche il servizio “INAIL Risponde” (nell’area Contatti del portale www.inail.it) per richiedere informazioni o chiarimenti sull’utilizzo dei servizi online e approfondimenti normativi e procedurali.

Infine solo per il settore marittimo è attivo uno specifico servizio di help-desk per la soluzione di eventuali problematiche di natura tecnica, raggiungibile al seguente indirizzo: helpdesk.navigazione@inail.it.

Tutte le direzioni regionali e le sedi INAIL supporteranno con adeguate iniziative di comunicazione la telematizzazione dei servizi per agevolare gli utenti nel passaggio all’utilizzo esclusivo delle modalità online.

Calendario digitalizzazione

I servizi INAIL saranno interamente online entro il primo semestre 2013. Alcune procedure sono già telematiche dal settembre 2012:

  • Denuncia iscrizione/esercizio per inizio attività con polizza dipendenti e/o artigiani (apertura codice ditta).
  • Denuncia cessazione attività (chiusura codice ditta).
  • Denuncia nuovo lavoro a carattere temporaneo.
  • Denunce retributive contratti di somministrazione.
  • Procedure per il settore navigazione (comunicazione tabella armamento, denuncia retribuzione per l’erogazione di tutte le prestazioni, denuncia prima iscrizione, denuncia riassicurazione in corso d’anno).

I prossimi step sono previsti per aprile e giugno 2013.

tratto da pmi.it

Ultime news

Il Mediterraneo post Covid al centro di Med Dialogues 2020

Oltre 40 gli eventi virtuali, in programma fino al 4 dicembre 2020, con i lavori del Rome MED - Mediterranean Dialogues.

Confindustria, Lampugnale eletto presidente P.I. Campania

Cambio al vertice della sezione associativa dedicata alle PMI campane

Il business forum Italia Uzbekistan per il commercio nel centro Asia

Il nuovo Business Forum Italia-Uzbekistan, interamente digitale, per rafforzare la conoscenza e la cooperazione tra i due paesi.

Confapi Sicilia: nasce l’Osservatore digitale per combattere violenze e molestie sul luogo di lavoro

L'Osservatore digitale 6ome6 sarà online e visibile pubblicamente a partire dalle ore 17 del 25 novembre 2020 per celebrare la giornata internazionale contro la violenza e molestie sulle donne.

Dall’Europa nuovi strumenti per superare le barriere commerciali

Il nuovo sistema riflette l’impegno della Commissione a rafforzare l'applicazione e l'attuazione degli accordi commerciali.

Economia

Il business forum Italia Uzbekistan per il commercio nel centro Asia

Il nuovo Business Forum Italia-Uzbekistan, interamente digitale, per rafforzare la conoscenza e la cooperazione tra i due paesi.

Dall’Europa nuovi strumenti per superare le barriere commerciali

Il nuovo sistema riflette l’impegno della Commissione a rafforzare l'applicazione e l'attuazione degli accordi commerciali.

Canada-Regno Unito: siglato l’accordo ispirato al CETA

Regno Unito e Canada hanno siglato un accordo commerciale di continuità per mantenere il flusso di beni e servizi.

Le opportunità per le imprese offerte dalla Banca Africana di Sviluppo

L’Italia è al quindicesimo posto nella classifica dei Paesi che collaborano con la Banca Africana di Sviluppo.

Dall’Europa nuovi strumenti per superare le barriere commerciali

Il nuovo sistema riflette l’impegno della Commissione a rafforzare l'applicazione e l'attuazione degli accordi commerciali.

A rischio l’esenzione Iva delle imprese esportatrici nel 2021

La presa di posizione di Imprese del Sud e delle rappresentanze della piccola e media impresa

Speciale InternazionalizzazioneRELATED
Scopri la nostra guida

- Advertisement -