7.7 C
Rome
venerdì, Marzo 1, 2024
spot_imgspot_img

La logistica del Porto di Trieste e lo Shipping 4.0

Un momento di confronto sulle principali tematiche dell’industria 4.0 nel settore portuale

-

- Advertisment -

Promuovere lo shipping 4.0 per il Porto di Trieste e il compartimento logistico legato all’attività portuale vuol dire mettere in luce un importante e storico porto franco e le possibili opportunità economiche regionali e nazionali. La recente conferenza, ideata e organizzata da Promoest srl, con il supporto della locale AdSP, è stata caratterizzata da due importanti tavole rotonde che hanno visto partecipare esponenti universitari, imprenditori ed associazioni di settore. La realizzazione dell’evento è stata resa possibile grazie al promotore dell’evento Assiterminal, in collaborazione con l’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Orientale Porti di Trieste e Monfalcone, al media partner Ship2Shore, all’appoggio dei Silver Sponsor Confetra, Retelit, RINA, Snam, Vitrociset, ed infine ai Patrocini di ALIS, Assagenti, Assocostieri, ATENA, Camera di Commercio Italo Cinese, Confitarma, Fedespedi, Ordine degli Ingegneri Provincia di Trieste, SIE Lab e Start 4.0.

Porto di Trieste, boom nel 2018: movimentazione complessiva +4,87%,  container +15%L’obiettivo è stato quello di creare un momento di confronto sulle principali tematiche dell’industria 4.0 nel settore portuale, applicandole in particolare allo scalo di Trieste, situato al primo posto per traffico merci in Italia. Lo shipping di domani sarà diverso da quello di ieri e di oggi, ma la cultura e le tradizioni frutto di molti secoli di storia saranno un grande bagaglio per compiere un eccezionale salto di qualità e la portualità giuliana intende arrivare ben preparata a questo “appuntamento con la storia”, forte delle sue esperienze e delle competenze maturate in oltre 300 anni di storia del Free Port. Tra le armi messe a punto dalla governance portuale retta dal presidente dell’AdSP Zeno D’Agostino certamente vi è la ferrovia: “sui binari che arrivano in banchina le merci possono partire rapidamente verso le destinazioni terrestri, un sistema logistico che mette in rete gli inland terminal regionali sino a costituire un retroporto unitario“.

Un momento di particolare fulgore per Trieste, protagonista di sviluppi su varie direttrici, tanto da essere diventato uno dei poli strategici della logistica tricolore. Un progetto che ha il consenso e il supporto della Regione Friuli-Venezia Giulia, facilitatore di questo innovativo concept di regione porto. I nodi della rete sono stazioni e terminal di terra. Angelo Scorza di Ship2Shore ricorda anche che “l’AdSP mette in cassa, per una pronta spendita, circa 400 milioni di euro in arrivo dall’Europa via PNRR, da investire su espansione delle infrastrutture e transizione energetica“. D’altronde, Trieste si è confermata primo porto ferroviario italiano, elevando la quota parte delle merci inoltrata sui binari ad oltre il 50% per le merci in container, ovvero su valori che assomigliano agli standard d’efficienza del Northern Range europeo. 

Domenico Letizia
Domenico Letizia
Giornalista.
Scopri l'offertaMedia partner

Iscriviti alla nostra newsletter

Ultime news

EIC Accelerator 2024 - Imprese del Sud

EIC Accelerator: i bandi del programma di lavoro 2024 a sostegno di start-up e...

0
EIC Accelerator sostiene le aziende nello sviluppo di innovazioni ad alto impatto, con il potenziale di creare nuovi mercati o ampliare quelli esistenti.
Fiscalità internazionale controllate estere - Imprese del sud

Fiscalità internazionale e impatto del Decreto Legislativo n. 209 sulle società controllate estere

Analizziamo le nuove disposizioni legislative e il loro impatto sulla fiscalità internazionale e sulle strategie fiscali delle multinazionali.
Bandi Prima 2024 - Imprese del Sud

Aperte le nuove call PRIMA per progetti di ricerca e innovazione nel Mediterraneo

0
I bandi Prima mirano ad affrontare gli obiettivi strategici di ricerca e innovazione e a contribuire alla sostenibilità del Mediterraneo
Europa Digitale - Abilità digitali - Imprese del Sud

Europa Digitale: annunciate le call 2024, sulle abilità digitali

0
Scade il 21 marzo 2024, il quinto round di call del programma Europa Digitale incentrate sulle abilità digitali avanzate.
Erasmus+ bando 2024 politiche europee - Imprese del Sud

Erasmus+: bando 2024 per sperimentazioni di politiche europee

0
Istruzione digitale, istruzione e formazione professionali, istruzione degli adulti, istruzione scolastica, micro-credenziali, istruzione superiore, saranno i topic al centro del bando Erasmus+ con scadenza 4 Giugno 2024.
spot_img

Economia

EIC Accelerator: i bandi del programma di lavoro 2024 a sostegno di start-up e piccole e medie imprese

EIC Accelerator sostiene le aziende nello sviluppo di innovazioni ad alto impatto, con il potenziale di creare nuovi mercati o ampliare quelli esistenti.

Fiscalità internazionale e impatto del Decreto Legislativo n. 209 sulle società controllate estere

Analizziamo le nuove disposizioni legislative e il loro impatto sulla fiscalità internazionale e sulle strategie fiscali delle multinazionali.

Aperte le nuove call PRIMA per progetti di ricerca e innovazione nel Mediterraneo

I bandi Prima mirano ad affrontare gli obiettivi strategici di ricerca e innovazione e a contribuire alla sostenibilità del Mediterraneo

Europa Digitale: annunciate le call 2024, sulle abilità digitali

Scade il 21 marzo 2024, il quinto round di call del programma Europa Digitale incentrate sulle abilità digitali avanzate.
- Advertisement -spot_img