19.3 C
Rome
venerdì, Aprile 16, 2021
spot_imgspot_img

Italia-Canada: l’AI e i percorsi di trasferimento tecnologico

Italia e Canada e i rispettivi cluster dell’innovazione possono contribuire a facilitare i percorsi di trasferimento tecnologico.

-

- Advertisment -spot_img

Nel nuovo scenario globale caratterizzato da un sistema economico sociale post – pandemia sanitaria, Italia e Canada e i rispettivi cluster dell’innovazione possono contribuire a facilitare i percorsi di trasferimento tecnologico e ottimizzare la promozione dei risultati della ricerca, oltre che aumentare le occasioni di business tra i due Paesi. A tal riguardo, dal 18 al 20 novembre, attraverso modalità online e digitale, su iniziativa della Camera di Commercio italiana in Canada (ICCC), con la partecipazione della Regione Emilia Romagna e della Regione Lombardia si svolge il Business Forum Italia Canada sull’Intelligenza Artificiale. Lo scenario tecnologico legato all’AI è sempre più dinamico in Europaimpegnata nella definizione di proprie linee guida per la gestione del mondo dell’innovazione, dei servizi 4.0 e nella costruzione di un ecosistema innovativo europeo che sfugga alla pressione esercitata da Stati Uniti a ovest e dalla Cina a est.

Come evidenziato dalle analisi del Centro Studi Italia Canada: “Sostenuto da un tessuto sociale avanzato, da politiche governative orientate allo sviluppo tecnologico e al sostegno alla ricerca accademica e al mondo della ricerca applicata, l’area metropolitana di Montreal è oggi il terzo ecosistema di intelligenza artificiale per numero di esperti di AI, un leader nella robotica e nello sviluppo dell’apprendimento automatico, nelle ricerche sui big data con implicazioni nel campo dell’health, dell’automotive, della domotica e dell’aerospazio“.

Date queste premesse, iniziative come il Business Forum nel campo dell’AI della Camera di Commercio italiana in Canada non solo potenziano la relazione e il dialogo tra i soggetti coinvolti nel campo AI in Italia e in Canada, ma sono anche occasioni da cogliere per lo sviluppo di partenariati e reti tra centri di ricerca applicata, imprese, cluster tra i due Paesi attraverso i quali contribuire alla costruzione di una visione comune e una proposta di guida co-gestita della trasformazione tecnologica in atto. Una guida assolutamente necessaria per dare una direzione all’economia, all’industrie e alla società in rapida trasformazione nei più importanti settori dello sviluppo umano.

Esempi di utilizzo tecnologico da applicare alla vita di tutti i giorni, che provengono dal Canada, sono tanti e molto importanti. Ricordiamo la storia e l’attualità della società Brainbox AI.  La startup canadese è specializzata nell’applicazione dell’Intelligenza Artificiale alla bioedilizia. La società, nata nel 2017, ha sede a Montreal, in Canada, ma dal 2019 opera in 4 continenti dove ha già installato la propria tecnologia di autoapprendimento per una superficie complessiva di 2.800.000 metri quadrati di proprietà immobiliari: uffici, shopping center, hotel, aeroporti, strutture multi-residenziali, supermercati e vendita al dettaglio.

Le soluzioni di Brainbox AI, basate sull’intelligenza artificiale, aiutano gli operatori immobiliari a gestire al meglio il consumo energetico degli edifici arrivando a un 25% di risparmio sui costi e riducendo le emissioni del 20-40%.  La tecnologia combina algoritmi di deep learning e cloud computing per ottenere risultati anche predittivi. In una recente intervista, i leader della società hanno dichiarato che non vi è “nessun’altra ditta al mondo che può vantarsi di possedere una tecnologia del genere”. Il contatore è infatti in grado di gestire un edificio in modo autonomo 24 ore su 24, 7 giorni su 7. Il cervello intelligente della cabina di comando, un apparecchio simile a una normale centralina, è in grado di capire quante persone siano presenti in uno spazio, calcolarne il calore e regolarsi di conseguenza per offrire la temperatura interna più ottimale. Lo strumento è in grado di prevedere, sulla base di dati e algoritmi, quale sarà il miglior ‘clima’ da offrire in anticipo, restituendo quindi comfort e una notevole riduzione dell’impatto ecologico.

Sostanzialmente, la cooperazione con il Canada più aiutare a spingere l’Italia verso l’evoluzione delle Smart city e dell’innovazione. Il Canada rappresenta un esempio di innovazione che merita di essere conosciuto dalle start-up e della imprese italiane.

Euromed International Trade propone alle imprese del network ed ai propri clienti, impegnate e desiderose di entrare sui mercati internazionali, un’offerta completa di servizi integrati da intraprendere con il Canada. Nel selezione e scegliere la cornice più adatta agli incontri di business e B2B, Euromed individua le figure professionali e imprenditoriali desiderate per sviluppare al meglio sinergie economiche, formative e di conoscenza con il mondo dell’innovazione canadese. Per maggiori informazioni compilare il seguente form:

Ultime news

Nuovi sviluppi per il commercio di vini e alcolici nel Regno Unito

0
Le informazioni per gli alcolici sono utilizzate per identificare l'azienda responsabile legale per l'immissione di un prodotto sul mercato.

Criptovalute e tasse: gli obblighi di comunicazione DAC

0
Le criptovalute sono al centro del nuovo piano d’azione promosso dalla Commissione europea per aggiornare la direttiva in materia di cooperazione amministrativa (DAC)

I prodotti agroalimentari reggono alla sfida del commercio estero

0
Le esportazioni dei prodotti agroalimentari italiani sono state dirette per oltre la metà all’interno dell'Europa con la Germania in testa.

La Canadian Chamber in Italy si rinforza

0
La Canadian Chamber in Italy è pronta a rilanciare la sua attività con un direttivo rafforzato per favorire le relazioni tra Canada e Italia.

Lanciato il Premio UE per le donne innovatrici

Le opportunità create dalle nuove tecnologie e dalle innovazioni dirompenti consentono di poter pensare nel concreto a quella ripresa equa e sostenibile di cui...
spot_img

Economia

Nuovi sviluppi per il commercio di vini e alcolici nel Regno Unito

Le informazioni per gli alcolici sono utilizzate per identificare l'azienda responsabile legale per l'immissione di un prodotto sul mercato.

I prodotti agroalimentari reggono alla sfida del commercio estero

Le esportazioni dei prodotti agroalimentari italiani sono state dirette per oltre la metà all’interno dell'Europa con la Germania in testa.

Lanciato il Premio UE per le donne innovatrici

Le opportunità create dalle nuove tecnologie e dalle innovazioni dirompenti consentono di poter pensare nel concreto a quella ripresa...

Plastic free e car sharing: due proposte per il rilancio

Promuovere il taglio dell'utilizzo di plastiche monouso all'interno delle aziende e incentivare il car sharing per i dipendenti.

Speciale InternazionalizzazioneRELATED
Scopri la nostra guida

- Advertisement -spot_img