13.7 C
Rome
mercoledì, Ottobre 20, 2021
spot_imgspot_img

Iva: ok alla detrazione anche se la fattura non è consegnata dal fornitore

-

- Advertisment -

È quanto emerge dalla sentenza che la Corte di giustizia UE ha pronunciato il 10 luglio 2019. La causa era promossa da un rinvio pregiudiziale dei giudici della Lettonia per una controversia nata dal diniego della detrazione dell’Iva relativa ad un acquisto di beni che si inseriva in una serie di operazioni «a catena», in parte intracomunitarie, prive però di connotazioni fraudolente.

In prima istanza l’amministrazione finanziaria lettone aveva negato la detrazione, parlando di una catena artificiosa e dell’esistenza di una pratica abusiva per l’assenza di una spiegazione logica all’intervento di soggetti intermediari nelle operazioni, ma senza determinare il presunto vantaggio ottenuto indebitamente da una delle parti.

La misura, soggetta a ricorso, era stata valutata dai giudici lettoni e rimandata alla Corte europea per chiedere di fare luce in merito all’interpretazione dell’articolo 168 della direttiva Iva.

La richiesta, in sostanza, era la seguente: è possibile negare una detrazione per abuso di diritto per il solo fatto che un acquisto dei beni si colloca al termine di una catena di vendite che si succedono tra varie persone, con la consegna all’acquirente da un soggetto facente parte di tale catena, ma diverso dal fornitore indicato nella fattura? Oppure serve dimostrare quale sia l’indebito vantaggio fiscale di cui avrebbero beneficiato i soggetti coinvolti?

Secondo i giudici europei, la detrazione non può essere rifiutata soltanto perché, in una serie di cessioni concatenate, l’acquirente ha ricevuto la fattura da un soggetto diverso da quello presso il quale ha prelevato i beni, essendo tale circostanza, di per sé, perfettamente giustificabile per vari motivi.

Se in una catena di operazioni, quindi, l’acquirente entra fisicamente in possesso dei beni prelevandoli nel deposito di un soggetto diverso da quello che risulta essere indicato come fornitore nella fattura, non è ammessa una differente qualificazione dell’operazione. E una detrazione non può essere negata, non essendoci alcun elemento di prova dell’esistenza di un abuso.

Ultime news

New Statesman: il summit dedicato al Fintech

0
La quarta edizione del New Statesman Fintech Summit torna il 2-3 novembre 2021 al The Nobu Portman Square di Londra, con la partnership di...

Conto alla rovescia per Zoomark International 2021

0
ZOOMARK INTERNATIONAL torna in presenza dal 10 al 12 novembre 2021: la business community della pet industry potrà incontrarsi, a Bologna, per l’unico grande...

Medaweek Barcelona 2021: un futuro in comune

0
Medaweek Barcelona, la settimana dei leader economici del Mediterraneo, torna in presenza da Casa Llotja de Mar e online dal 17 al 19 Novembre...

TuttoFood 2021 in presenza a Milano dal 22 al 26 ottobre

0
Lavorare nel Food & Beverage è un fatto di passione, non solo di business. Aromi, sapori, texture – e packaging sempre più curati –...

UE-USA: nuovo fronte comune per competere contro la Cina

0
Si è tenuto alla fine di settembre a Pittsburgh, in Pennsylvania, l'incontro inaugurale del Trade and Technology Council (TTC), un forum che unisce Stati...
spot_img

Economia

Conto alla rovescia per Zoomark International 2021

ZOOMARK INTERNATIONAL torna in presenza dal 10 al 12 novembre 2021: la business community della pet industry potrà incontrarsi,...

TuttoFood 2021 in presenza a Milano dal 22 al 26 ottobre

Lavorare nel Food & Beverage è un fatto di passione, non solo di business. Aromi, sapori, texture – e...

UE-USA: nuovo fronte comune per competere contro la Cina

Si è tenuto alla fine di settembre a Pittsburgh, in Pennsylvania, l'incontro inaugurale del Trade and Technology Council (TTC),...

Investire in Catalogna: il webinar gratuito

Il workshop online gratuito rivolto alle aziende italiane interessate ai settori Life Sciences e IT/Digital
- Advertisement -spot_img