8.6 C
Rome
martedì, Dicembre 6, 2022
spot_imgspot_img

Dall’Umbria nuovo voucher per l’internazionalizzazione

Per rafforzare la capacità delle imprese di operare sui mercati internazionali

-

- Advertisment -

La Camera di commercio dell’Umbria assume un ruolo centrale nel processo di internazionalizzazione delle imprese grazie a un nuovo bando finalizzato a rafforzare la capacità delle imprese di operare sui mercati internazionali.

Descrizione

L’iniziativa promuove la competitività delle Micro, Piccole e Medie Imprese di tutti i settori economici anche attraverso il sostegno all’acquisizione di servizi per favorire l’avvio o lo sviluppo del commercio internazionale nonché attraverso un più diffuso utilizzo di strumenti innovativi, utilizzando la leva delle tecnologie digitali.

Il bando intende finanziare, tramite l’utilizzo di contributi a fondo perduto (voucher) azioni tese a rafforzare la presenza all’estero e alla realizzazione e allo sviluppo di canali e strumenti per la promozione all’estero.

Attività finanziabili

Nello specifico, gli ambiti di attività che possono essere finanziati con i voucher per l’internazionalizzazione delle aziende sono riportati di seguito:

● Percorsi di rafforzamento della presenza all’estero:

– l’ottenimento o il rinnovo delle certificazioni di prodotto necessarie all’esportazione nei Paesi esteri o a sfruttare determinati canali commerciali (es. GDO);

– la protezione del marchio dell’impresa all’estero;

– l’accrescimento delle capacità manageriali dell’impresa attraverso attività formative a carattere specialistico;

– lo sviluppo delle competenze interne attraverso l’utilizzo in impresa di temporary export manager (TEM) e digital export manager in affiancamento al personale aziendale;

– assistenza legale legata all’estero;

● Sviluppo di canali e strumenti di promozione all’estero (a partire da quelli innovativi basati su tecnologie digitali):

– la realizzazione di “virtual matchmaking”, ovvero lo sviluppo di percorsi (individuali o collettivi) di incontri d’affari e B2B virtuali tra buyer internazionali e operatori nazionali, anche in preparazione a un’eventuale attività incoming e outgoing futura;

– l’avvio e lo sviluppo della gestione di business on line, attraverso l’utilizzo e il corretto posizionamento su piattaforme/marketplace/sistemi di smart payment internazionali;

– potenziamento degli strumenti promozionali e di marketing in lingua straniera;

– la realizzazione di campagne di marketing digitale o di vetrine digitali in lingua estera per favorire le attività di e-commerce;

– laddove possibile, la partecipazione a fiere o eventi con finalità commerciale all’estero (sia in Paesi UE, sia extra Ue) o anche a fiere internazionali in Italia.

Entità del contributo

Le risorse complessivamente stanziate ammontano a euro 100.000,00 e saranno accordate sotto forma di voucher, che avranno un importo unitario massimo di euro 5.000,00: l’entità massima dell’agevolazione non può superare il 70% delle spese ammissibili che devono avere un importo minimo di euro 2.000,00.

Scadenza

Potranno essere finanziate le spese sostenute, al netto d’iva, nel periodo dal 1° gennaio 2021 al 28 febbraio 2022, presentando la domanda entro le ore 18.00 del 22 Novembre 2021.

Per presentare la domanda di finanziamento o sviluppare un progetto di internazionalizzazione finalizzato all’accesso ai fondi rivolgiti al team di Euromed International Trade.

Richiedi maggiori informazioni o una consulenza compilando il seguente form.

Giovanni Guarise
Giovanni Guarise
Giornalista professionista dal 2010. Nel corso degli anni da freelance ha dedicato particolare attenzione al mondo della Piccola e Media Impresa con approfondimenti, focus e attività di comunicazione.
Scopri l'offertaMedia partner

Ultime news

Parlamento tedesco vota per ratifica CETA

Il parlamento tedesco ha votato per ratificare il CETA

La comunità del Ceta Business Network accoglie con favore la scelta del parlamento tedesco e chiede una maggiore diffusione dell'accordo tra le PMI.
Affidamenti diretti centrali commitenza imprese del sud

Affidamenti diretti. Ridotto a 150 mila euro l’obbligo di gara

Il decreto legge aiuti quater, approvato nei giorni scorsi dal consiglio dei ministri, riduce l'ambito di attuazione della norma del dl 32/2019 che appariva...
Marchi collettivi made in italy imprese del sud

Incentivi per i marchi collettivi made in Italy

Con decreto del 3 ottobre 2022 il ministero delle imprese e del made in Italy, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 269 del 17/11/2022, ho...
Garante Privacy stop utilizzo dati massivi

Garante Privacy: Stop a uso massiccio dei dati fiscali

No del Garante privacy all’utilizzo massivo per le analisi del rischio di evasione per elevato rischio di utilizzo di dati non esatti.
Accordo ceta 36% aumento esportazioni imprese del sud

L’accordo CETA, contestato dall’Italia, aumenta le esportazioni del 36%

Nessuno dei governi italiani che si sono succeduti negli ultimi cinque anni ha ratificato il Ceta, l'accordo di libero scambio tra Unione Europea e...
spot_img

Economia

Il parlamento tedesco ha votato per ratificare il CETA

La comunità del Ceta Business Network accoglie con favore la scelta del parlamento tedesco e chiede una maggiore diffusione dell'accordo tra le PMI.

Affidamenti diretti. Ridotto a 150 mila euro l’obbligo di gara

Il decreto legge aiuti quater, approvato nei giorni scorsi dal consiglio dei ministri, riduce l'ambito di attuazione della norma...

Incentivi per i marchi collettivi made in Italy

Con decreto del 3 ottobre 2022 il ministero delle imprese e del made in Italy, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale...

L’accordo CETA, contestato dall’Italia, aumenta le esportazioni del 36%

Nessuno dei governi italiani che si sono succeduti negli ultimi cinque anni ha ratificato il Ceta, l'accordo di libero...
- Advertisement -spot_img