7.2 C
Rome
venerdì, Febbraio 3, 2023
spot_imgspot_img

Cybersecurity e smart working: ne parliamo con Alessandro Curioni

Una tematica sempre più attuale, che va di pari passo con la crescita dello smart working

-

- Advertisment -

Abbiamo più volte parlato di come lo smart working si sia rapidamente affermato dall’inizio dell’emergenza Covid, diventando un’espressione che oggi fa parte del nostro linguaggio quotidiano.

Grazie a questa modalità di lavoro molte aziende hanno toccato con mano grandi vantaggi, e allo stesso modo anche i loro dipendenti. Ma, d’altro canto, ha fatto emergere un nuovo problema da affrontare con urgenza: la sicurezza informatica, o cybersecurity.

Le aziende sono infatti esposte a nuovi rischi per quanto riguarda la protezione dei dati. A confermando è il rapporto “CEO Outlook Pulse Survey 2021” di Kpmg, secondo il quale i 500 leader delle aziende globali coinvolti nello studio considerano la sicurezza informatica come la principale preoccupazione: il cyber security risk con il 18% è stato identificato come il fattore di maggiore impatto sulla crescita e sulle operations aziendali nei prossimi 3 anni, prevalendo nell’ordine sulla regolamentazione (14%), sul fisco (14%) e sulla supply chain (10%).

Con la diffusione dello smart working l’esposizione delle aziende a possibilità di attacchi informatici si è estesa, causando pericoli in particolare a quel mondo di Pmi e realtà di dimensione ridotta che non sono strutturate per affrontare il fenomeno con la necessaria forza al fine di proteggere informazioni, talvolta, anche molto riservate.

Come sostiene un’analisi pubblicata da Sky news, “le infrastrutture domestiche saranno sempre più prese di mira. Anche attività apparentemente semplici e inoffensive – come la lettura di e-mail personali su un dispositivo aziendale – potrebbero portare a conseguenze serie. Gli attacchi hacker saranno sempre più personalizzati e volti a colpire anche comparti verticali specifici, come infrastrutture critiche, Industrial IoT e istruzione, oltre al settore healthcare, uno dei più a rischio nel 2021“.

Di fronte a tutto questo aumentano anche le aziende che si stanno attrezzando, investendo in sistemi di protezione e software speciali per prevenire la minaccia di attacchi informatici.

Noi di Imprese del Sud abbiamo affrontato questo argomento in occasione dell’ultima videointervista realizzata per la rubrica “Ne parliamo con…” Il nostro Domenico Letizia ha approfondito l’argomento con Alessandro Curioni, imprenditore e fondatore di DI.GI. Academy, oltre che giornalista e scrittore esperto di ICT & Cybersecurity. Per avere qualche risposta in più a un problema oggi come non mai attuale, riproponiamo pertanto la puntata integrale. Buona visione!

Giovanni Guarise
Giovanni Guarise
Giornalista professionista dal 2010. Nel corso degli anni da freelance ha dedicato particolare attenzione al mondo della Piccola e Media Impresa con approfondimenti, focus e attività di comunicazione.
Scopri l'offertaMedia partner

Iscriviti alla nostra newsletter

Ultime news

Crisi di impresa cartella nulla - Imprese del sud

Cartella nulla, se l’azienda ha avviato il procedimento della crisi d’impresa

Pretesa dell'Agenzia della riscossione per debiti fiscali ritenuta ridondante poiché i debiti sono già stati inclusi nell'accordo omologato della crisi d'Impresa.
Vino Canada Irlanda etichette salute imprese del sud

Vino: dopo l’Irlanda è il Canada a metterlo al bando.

Il Canadian Centre on Substance Use and Addiction (CCSA) del Canada ha pubblicato recentemente nuove linee guida sull'alcol, raccomandando di ridurre il consumo di...
Fondimpresa Abruzzo nuovo presidente

Fondimpresa Abruzzo. Luciano De Remigis nominato nuovo presdiente

Cambio ai vertici dell’Articolazione Abruzzese di Fondimpresa - Fondo interprofessionale per la formazione continua di Confindustria, Cgil, Cisl e Uil.
Direttiva sustainability reporting - Imprese del Sud

Entrata in vigore la direttiva Corporate Sustainability Reporting 

0
La nuova direttiva europea rivede, amplia e rafforza le norme introdotte inizialmente dalla direttiva sulla comunicazione di informazioni non finanziarie.
Smart working iscritto aire fisco

Fisco, iscritto AIRE. Conta la residenza.

Anche se iscritto AIRE, il contribuente paga le tasse, nel luogo di residenza effettiva.
spot_img

Economia

Vino: dopo l’Irlanda è il Canada a metterlo al bando.

Il Canadian Centre on Substance Use and Addiction (CCSA) del Canada ha pubblicato recentemente nuove linee guida sull'alcol, raccomandando...

Codice appalti: La revisione prezzi dei contratti “alla francese”

Il Parlamento discute la possibilità di introdurre un meccanismo di revisione prezzi "alla francese" obbligatorio per tutti i contratti in caso di eventi imprevedibili.

Marche: Stati generali dell’internazionalizzazione

Le Marche ospiteranno gli Stati Generali dell'Internalizzazione dal 16 al 19 giugno a Casale di Colli del Tronto (Ascoli Piceno).

Corte Suprema irlandese. La procedura di ratifica del CETA è incostituzionale

La Corte Suprema irlandese ha dichiarato che gli emendamenti sarebbero necessari per conferire ai tribunali irlandesi il potere di...
- Advertisement -spot_img