19.5 C
Roma
martedì, 20 Ottobre 2020

Covid-19, calcolo dell’acconto di imposta per l’anno 2020

-

- Advertisment -

Al fine di agevolare i contribuenti che, presumibilmente, registreranno una riduzione dell’imponibile fiscale nell’anno 2020, il D.L. 8 aprile 2020 n. 23, c.d. “Decreto liquidità” esclude l’applicazione di sanzioni in caso di omesso o carente versamento dell’ acconto d’imposta calcolato secondo il metodo previsionale.

Entro il 30 giugno prossimo i soggetti Ires ed Irpef sono chiamati al calcolo dell’acconto delle imposte sui redditi per l’anno 2020 e al versamento della prima rata. Al fine di agevolare i contribuenti che, verosimilmente, ipotizzano un calo del fatturato per l’anno in corso, il Decreto Liquidità (D.L. n. 23/2020) ha escluso l’applicazione di sanzioni ed interessi nel caso in cui l’acconto versato, calcolato secondo il metodo previsionale, non si discosta – nel massimo – dal 20% rispetto a quanto dovuto sulla base della dichiarazione per l’anno 2020.

Il pagamento delle imposte sui redditi avviene ordinariamente, con il versamento di somme a titolo d’acconto, corrisposte in corso d’anno, e a titolo di saldo, corrisposte nell’anno in cui la dichiarazione deve essere presentata.

Gli acconti d’imposta possono essere determinati sulla base di due distinti metodi:
 il metodo storico: il calcolo viene effettuato sulla base dell’imposta dovuta per l’anno precedente (2019), al netto di detrazioni, crediti d’imposta e ritenute d’acconto risultanti dalla relativa dichiarazione dei redditi;
 il metodo previsionale: il calcolo viene effettuato sulla base dell’imposta presumibilmente dovuta per l’anno in corso (2020), considerando, quindi, i redditi che il contribuente immagina di realizzare nonché gli oneri deducibili/detraibili che presumibilmente saranno sostenuti e i crediti d’imposta spettanti.

Questo è un estratto del contributo ricevuto dallo studio legale Loconte & Partners. Accedi a questo link per consultare l’approfondimento completo

- Advertisement -

Ultime news

OCSE: l’Italia ha un fisco poco competitivo

0
Nella classifica dei Paesi monitorati l'Italia occupa l'ultima posizione a causa del suo carico fiscale

La Sardegna e le opportunità legate all’acquacoltura

0
In arrivo sei milioni di euro di aiuti alle imprese di pesca e acquacoltura della Regione Sardegna per implementare l'occupazione locale.

Il Decreto Rilancio rinnova l’incentivo “Resto al Sud”

0
Il sostegno a chi fa impresa nel meridione si rinnova con novità specifiche per il 2020.

Le sinergie commerciali con il Regno Unito post Brexit

0
Attualmente, il vero problema economico, commerciale e di export che si sta vivendo con il Regno Unito non è la Brexit ma la pandemia.

Scambi commerciali: la Puglia guarda al Giappone

0
Per due anni di seguito (2018-2019) il Giappone è il Paese verso il quale è maggiormente cresciuto l’export italiano

Economia

Il Decreto Rilancio rinnova l’incentivo “Resto al Sud”

Il sostegno a chi fa impresa nel meridione si rinnova con novità specifiche per il 2020.

Le sinergie commerciali con il Regno Unito post Brexit

Attualmente, il vero problema economico, commerciale e di export che si sta vivendo con il Regno Unito non è la Brexit ma la pandemia.

Scambi commerciali: la Puglia guarda al Giappone

Per due anni di seguito (2018-2019) il Giappone è il Paese verso il quale è maggiormente cresciuto l’export italiano

Autoimprenditorialità under 30: i nuovi incentivi

L'attuale esecutivo ha dato inizio a procedure di semplificazioni volte a promuovere l’autoimprenditorialità dei giovani al di sotto dei 30 anni.

Scambi commerciali: la Puglia guarda al Giappone

Per due anni di seguito (2018-2019) il Giappone è il Paese verso il quale è maggiormente cresciuto l’export italiano

Autoimprenditorialità under 30: i nuovi incentivi

L'attuale esecutivo ha dato inizio a procedure di semplificazioni volte a promuovere l’autoimprenditorialità dei giovani al di sotto dei 30 anni.

Speciale InternazionalizzazioneRELATED
Scopri la nostra guida

- Advertisement -