19.5 C
Rome
sabato, Aprile 10, 2021
spot_imgspot_img

Come cambia il DURC con il Decreto Fare

-

- Advertisment -spot_img

Le semplificazioni per le imprese introdotte dal Decreto Fare in tema di appalti e DURC, Documento Unico di Regolarità Contributiva: validità temporale, acquisizione d’ufficio e intermediazione dei consulenti del lavoro.

Le semplificazioni introdotte dal Decreto Fare, varato in questi giorni dal Governo, riguardano anche il Documento Unico di Regolarità Contributiva (DURC).

Validità DURC

Le novità riguardano principalmente la validità temporaledel DURC: sei mesi, ovvero 180 giorni, per i contratti pubblici di lavori, servizi e forniture.

Un nuovo DURC dovrà però essere richiesto, anche se il precedente è stato rilasciato in data non antecedente ai 180 giorni, per il pagamento del saldo finale.

Acquisizione d’ufficio DURC

Arriva poi l’acquisizione d’ufficio – da parte di stazioni appaltanti e degli altri enti aggiudicatori – per via telematica, alleggerendo le imprese dal peso burocratico dell’adempimento.

L’acquisizione d’ufficio del DURC riguarda sia gli accertamenti dei requisiti di ordine generale per l’affidamento di concessioni e appalti (o subappalti) pubblici di lavori, forniture e servizi previsti dall’articolo 38 del dlgs n. 163/2006 (codice degli appalti pubblici) che il pagamento delle prestazioni.

Il DURC deve essere dunque acquisito d’ufficio per via telematica per:

  • verifica della dichiarazione sostitutiva relativa al requisito di cui all’articolo 38, comma 1, lettera i) del codice degli appalti pubblici (ossia per la verifica dell’assenza di violazioni gravi, definitivamente accertate, alle norme in materia di contributi previdenziali e assistenziali);
  • aggiudicazione definitiva del contratto pubblico;
  • stipula del contratto;
  • pagamento degli stati avanzamento lavori o delle prestazioni relative a servizi e forniture;
  • certificato di collaudo, il certificato di regolare esecuzione, il certificato di verifica di conformità, l’attestazione di regolare esecuzione, e il pagamento del saldo finale.

Consulenti e DURC

Grazie al supporto dei consulenti del lavoro gli adempimenti relativi al DURC diventeranno più semplici, con particolare riferimento ai DURC irregolari.

In caso di mancata regolarità contributiva, infatti, sarà compito dei consulenti del lavoro invitare le imprese a mettersi in regola. In sostanza, in caso di irregolarità, INPS, INAIL e Casse Edili prima di negare l’emissione o annullare il documento già rilasciato, contatteranno i professionisti tramite PEC, poi questi inoltreranno la richiesta di regolarizzazione entro 15 giorni alle imprese clienti.

tratto da pmi.it

Ultime news

Agribusiness in Marocco: il webinar gratuito

Euromed International Trade presenta Agribusiness in Marocco, il nuovo webinar online in programma Giovedì 15 Aprile 2021 alle 11.00.

Gabriele Menotti Lippolis è il nuovo Presidente di Confindustria Brindisi

Il nuovo presidente di Confindustria Brindisi Gabriele Menotti Lippolis eletto dall’Assemblea Generale, in votazione per il quadriennio 2021-2025.

Food e Beverage tra nuovi consumi e mercati internazionali

0
Food Dive ha sottolineato il trend in crescita dei prodotti salutistici con un focus particolare sui cibi che aiutano il sistema immunitario.

Il Regno Unito aumenta le imposte sulle società

0
Il Regno Unito ha diffuso un ampio pacchetto di riforme fiscali che includerà, tra l'altro, l'aumento dell'aliquota sulle imprese.

Criptovalute e tasse: gli obblighi di comunicazione DAC

0
Le criptovalute sono al centro del nuovo piano d’azione promosso dalla Commissione europea per aggiornare la direttiva in materia di cooperazione amministrativa (DAC)
spot_img

Economia

Food e Beverage tra nuovi consumi e mercati internazionali

Food Dive ha sottolineato il trend in crescita dei prodotti salutistici con un focus particolare sui cibi che aiutano il sistema immunitario.

Nuovi fondi per startup e PMI innovative

Nuovi fondi e finanziamenti per startup, imprese e PMI innovative con focus particolare sulle cosiddette tecnologie Deep Tech.

Le semplificazioni doganali per l’export italiano post Brexit

Le semplificazioni doganali costituiscono oggi un importante fattore di competitività per le aziende italiane interessate al Regno Unito.

Emergenza PMI italiane: società in perdita ma tassate

PMI Italiane tassate e in perdita. L'importanza di diversificare e proteggere il risparmio per gli imprenditori italiani.

Speciale InternazionalizzazioneRELATED
Scopri la nostra guida

- Advertisement -spot_img