7.7 C
Rome
venerdì, Marzo 1, 2024
spot_imgspot_img

CETA: accordi e investimenti per la crescita europea

Il CETA fornisce regole precise per gli investitori consentendo il rafforzamento delle relazioni economiche e politiche tra Canada ed Europa.

-

- Advertisment -

Sebbene esistano studi qualitativi e quantitativi che dimostrano come gli accordi commerciali internazionali siano in grado di attrarre gli investimenti e generare prospettive interessanti nel mondo occidentale, risulta importante argomentare ulteriormente le sinergie che possono intensificarsi tra il Canada e l’Europa attraverso il CETA.

La nostra epoca è caratterizzata dalla crescita del protezionismo e dalle violazioni giuridiche, commerciali e sociali dello stato di Diritto. Un clima politico instabile, accelerato dalla pandemia sanitaria, che stiamo vivendo anche in Europa con le vicende britanniche ed irlandesi. Gli investitori europei corrono un rischio maggiore in contesti politici non stabili e le politiche commerciali europee dovrebbero incrementare e ulteriormente intensificare accordi con sistemi politici stabili e rispettosi delle logiche europee di investimento e certezza del diritto.

Gli accordi e gli investimenti frutto del CETA forniscono una protezione molto specifica alle realtà imprenditoriali dell’Europa anche contro le scelte protezionistiche e gli eccessi “statalisti” degli stessi governi. Il CETA fornisce diritti e regole precise per gli investitori europei consentendo il rafforzamento delle relazioni economiche e politiche tra Canada ed Europa. Gli investitori possono citare in giudizio gli stati se adottano decisioni dannose per la crescita dell’impresa e se tali decisioni vengono riconosciute dannose dai meccanismi giuridici internazionali. Un accordo che protegge anche i diritti dei lavoratori e dell’ambiente perché il CETA identifica misure precise per tutelare gli obiettivi delle realtà statuali in rapporto al welfare pubblico, salvo laddove tali scelte politiche appaiono molto gravi per la crescita e lo sviluppo del commercio e dell’economia.

Gli stati europei e il mondo canadese devono rispettare il diritto internazionale consuetudinario in tema di economica e lavoro e il CETA rafforza ulteriormente tali specificità permettendo di tutelare le imprese e i diritti dei lavoratori. Gli accordi commerciali economici globali tra l’Europa e il Canada rappresentano un’opportunità significativa per entrambi i continenti consentendo una crescita economica e degli investimenti considerevolmente significativa. L’isola di Cipro è tra gli stati membri dell’Unione europea che ha deciso di non ratificare l’accordo, provocando un crescente senso di frustrazione su entrambe le sponde dell’Atlantico che le istituzioni politiche dell’Europa devono affrontare con crescente determinazione.

Il Canada rappresenta un partner importante, portatore di interessi economici considerevoli e con un sistema politico molto stabile, rispettoso dello stato di diritto, dell’ambiente e dei diritti umani. Un partner da sostenere che diverrà sempre più importante nel prossimo futuro per arginare l’instabilità dell’Europa.

Domenico Letizia
Domenico Letizia
Giornalista.
Scopri l'offertaMedia partner

Iscriviti alla nostra newsletter

Ultime news

EIC Accelerator 2024 - Imprese del Sud

EIC Accelerator: i bandi del programma di lavoro 2024 a sostegno di start-up e...

0
EIC Accelerator sostiene le aziende nello sviluppo di innovazioni ad alto impatto, con il potenziale di creare nuovi mercati o ampliare quelli esistenti.
Fiscalità internazionale controllate estere - Imprese del sud

Fiscalità internazionale e impatto del Decreto Legislativo n. 209 sulle società controllate estere

Analizziamo le nuove disposizioni legislative e il loro impatto sulla fiscalità internazionale e sulle strategie fiscali delle multinazionali.
Bandi Prima 2024 - Imprese del Sud

Aperte le nuove call PRIMA per progetti di ricerca e innovazione nel Mediterraneo

0
I bandi Prima mirano ad affrontare gli obiettivi strategici di ricerca e innovazione e a contribuire alla sostenibilità del Mediterraneo
Europa Digitale - Abilità digitali - Imprese del Sud

Europa Digitale: annunciate le call 2024, sulle abilità digitali

0
Scade il 21 marzo 2024, il quinto round di call del programma Europa Digitale incentrate sulle abilità digitali avanzate.
Erasmus+ bando 2024 politiche europee - Imprese del Sud

Erasmus+: bando 2024 per sperimentazioni di politiche europee

0
Istruzione digitale, istruzione e formazione professionali, istruzione degli adulti, istruzione scolastica, micro-credenziali, istruzione superiore, saranno i topic al centro del bando Erasmus+ con scadenza 4 Giugno 2024.
spot_img

Economia

EIC Accelerator: i bandi del programma di lavoro 2024 a sostegno di start-up e piccole e medie imprese

EIC Accelerator sostiene le aziende nello sviluppo di innovazioni ad alto impatto, con il potenziale di creare nuovi mercati o ampliare quelli esistenti.

Fiscalità internazionale e impatto del Decreto Legislativo n. 209 sulle società controllate estere

Analizziamo le nuove disposizioni legislative e il loro impatto sulla fiscalità internazionale e sulle strategie fiscali delle multinazionali.

Aperte le nuove call PRIMA per progetti di ricerca e innovazione nel Mediterraneo

I bandi Prima mirano ad affrontare gli obiettivi strategici di ricerca e innovazione e a contribuire alla sostenibilità del Mediterraneo

Europa Digitale: annunciate le call 2024, sulle abilità digitali

Scade il 21 marzo 2024, il quinto round di call del programma Europa Digitale incentrate sulle abilità digitali avanzate.
- Advertisement -spot_img