25.3 C
Rome
lunedì, Maggio 17, 2021
spot_imgspot_img

AVCPASS: al via il fascicolo virtuale dell’impresa

-

- Advertisment -spot_img

L’Autorità di vigilanza, ha fornito le indicazioni procedurali per l`accesso ad AVCPASS requisiti online.

Dal 1 gennaio 2013 è partito il sistema di verifica dei requisiti dichiarati dalle imprese in sede di gara per l`affidamento di contratti pubblici attraverso la banca dati nazionali dei contratti pubblici ex art. 6-bis del dlgs 163/2006 istituita presso l`Autorità per la vigilanza su contratti pubblici di lavori, servizi e forniture.

Il 24 dicembre scorso è stata formalizzata la deliberazione dell`Autorità di vigilanza contenente le indicazioni procedurali per il nuovo sistema di verifica Avcpass – Authority virtual company passport.

La finalità del nuovo sistema Avcpass è quella di consentire alle stazioni appaltanti di acquisire in via telematica la documentazione comprovante il possesso dei requisiti di carattere generale, tecnico-organizzativo ed economico-finanziario per l`affidamento dei contratti pubblici.

Per l`utilizzo del sistema Avcpass tutte le stazioni appaltanti, tramite il responsabile del procedimento, dovranno preventivamente registrarsi al sistema informativo di monitoraggio gare acquisendo in tal modo per ogni procedura di affidamento bandita lo specifico codice identificativo della gara. Analogamente anche i concorrenti che intendono partecipare alla procedura saranno tenuti alla registrazione al sistema Avcpass che rilascerà un apposito documento «Passoe» che attesta che l`operatore economico partecipante alla procedura potrà essere verificato tramite il nuovo sistema.

Gli operatori economici poi, fermo restando l`obbligo di presentazione delle autocertificazioni richieste dalla normativa sul possesso dei requisiti, dovranno riportare in sede di offerta all`interno della busta relativa alla documentazione amministrativa tale attestazione. All`interno dei documenti di gara le amministrazioni aggiudicatrici dovranno indicare specificatamente che la verifica dei requisiti sarà effettuata tramite Avcpass e prevedere l`obbligatorietà per tutti i partecipanti di registrazione al nuovo sistema.

Per le comunicazioni effettuate nell`ambito Avcpass sarà necessario che i diversi attori interessati dalla procedura di aggiudicazione (stazione appaltante/enti aggiudicatori, responsabile del procedimento, legale rappresentante o delegato dell`operatore economico, presidente e membri della commissione di gara) dispongano di un indirizzo di posta elettronica certificata (Pec).

Il responsabile del procedimento o il soggetto incaricato che si occuperà della verifica dei requisiti procederà con la richiesta della documentazione comprovante il possesso dei requisiti che l`Autorità a sua volta richiederà agli specifici enti interessati che renderanno disponibile tale documentazione sempre in via telematica.

I documenti in questione concerneranno il possesso dei requisiti di carattere generale di cui agli articoli 38 e 39 del Codice dei contratti e, pertanto, riguarderanno l`iscrizione al registro delle imprese fornita da Unioncamere, il certificato del casellario giudiziale e l`anagrafe delle sanzioni amministrative forniti dal ministero della giustizia, il certificato di regolarità contributiva per ingegneri, architetti e studi associati fornito da Inarcassa, il certificato di regolarità fiscale rilasciato dall`Agenzia delle entrate, il documento unico di regolarità contributiva fornito da Inail, la comunicazione antimafia rilasciata dal ministero dell`interno. Per i requisiti di carattere tecnico-organizzativo ed economico-finanziario le informazioni che potranno essere acquisite concerneranno documentazione e dati che saranno messi a disposizione dagli enti preposti, dall’Autorithy e anche dagli operatori economici.

Il riferimento alle informazioni rilasciate dagli enti è relativa ai bilanci delle società da parte di Unioncamere, certificazioni di qualità da parte di Accredia, fatturato globale e ammortamenti degli operatori economici in caso di impresa individuale o società di persone da parte dell`Agenzia delle entrate, dati relativi alla consistenza del personale da parte di Inps.

La documentazione messa a disposizione dall`Autorità concernerà le attestazioni Soa, i certificati di esecuzione lavori, i certificati di avvenuta esecuzione di ser- vizi e forniture prestati a enti pubblici e le ricevute di pagamento del contributo obbligatorio all`Autorità da parte dei soggetti partecipanti alla procedura.

L`ulteriore documentazione comprovante il possesso dei requisiti sarà resa disponibile direttamente dagli operatori economici sulla base di quanto indicato dal responsabile di procedimento in relazione alla procedura di gara. La deliberazione prevede, infine, una gradualità per l`entrata a regime della nuova procedura di verifica nel corso del 2013. Relativamente agli appalti di lavori nel settore ordinario di importo pari o superiore a € 20 milioni è consentito, in deroga all`obbligo di utilizzo di Avcpass vigente per gli stessi dall`I/01/2013, procedere alla verifica dei requisiti con le precedenti modalità fino al 30/06/2013. Per tutti gli appalti di importo pari o superiore a C 40.000, a eccezione di quelli svolti attraverso procedure gestite in via telematica e di quelli nei settori speciali, l`obbligo di utilizzo del nuovo sistema decorrerà a partire dall`1103/2013 prevedendo, tuttavia, fino al prossimo 30 giugno la possibilità di verifica sulla base delle precedenti procedure.

L`obbligo di verifica con il nuovo sistema scatterà per gli appalti di importo pari o superiore a C 40.000 gestiti in via telematica e per i settori speciali dall`1/10/2013 con possibilità di utilizzo delle precedenti modalità fino al 31.12.2013.

tratto da Italia Oggi del 11.1.2012 – pag.37

Ultime news

Le ZES e gli strumenti innovativi per la crescita dei territori

0
Obiettivo del governo è quello di agevolare gli investimenti nelle ZES non solo in termini di convenienza, ma anche in facilità e velocità delle procedure burocratiche.
ue_usa

Disputa Airbus-Boeing: UE e USA sospendono i dazi

0
L’Unione Europea e gli Stati Uniti hanno concordato di sospendere per un periodo di quattro mesi tutti i dazi sulle esportazioni legati alla disputa tra Airbus e Boeing.
ismea_agricoltura

Nuovi incentivi ISMEA per gli agricoltori del domani

0
Nell’ambito delle politiche di sviluppo del settore agricolo e agroalimentare, ISMEA concede agevolazioni.

Opportunità della green economy: il webinar di ANIMA

0
Sono 188 i Paesi del mondo, oltre all'Unione Europea, che hanno ratificato l'accordo di Parigi per combattere il riscaldamento globale. Il loro impegno è...

JTM: il programma di sostegno per la transizione green

0
Just Transition Mechanism (JTM) è uno strumento chiave per garantire che la transizione verso un'economia climaticamente neutra avvenga in modo equo e non lasci indietro nessuno.
spot_img

Economia

Le ZES e gli strumenti innovativi per la crescita dei territori

Obiettivo del governo è quello di agevolare gli investimenti nelle ZES non solo in termini di convenienza, ma anche in facilità e velocità delle procedure burocratiche.

Nuovi incentivi ISMEA per gli agricoltori del domani

Nell’ambito delle politiche di sviluppo del settore agricolo e agroalimentare, ISMEA concede agevolazioni.

JTM: il programma di sostegno per la transizione green

Just Transition Mechanism (JTM) è uno strumento chiave per garantire che la transizione verso un'economia climaticamente neutra avvenga in modo equo e non lasci indietro nessuno.

La certezza giuridica contro l’affermazione dell’italian sounding

La Giustizia dell'Unione Europea verso l'affermazione di una certezza giuridica contro la contraffazione dei prodotti di eccellenza.

Speciale InternazionalizzazioneRELATED
Scopri la nostra guida

- Advertisement -spot_img