19.8 C
Rome
lunedì, Agosto 2, 2021
spot_imgspot_img

Automobile in cerca di incentivi per la svolta green dopo la crisi

Nuovi scenari per un settore trainante dell'economia nazionale

-

- Advertisment -

Il mercato italiano dell’automobile è abbastanza forte, nonostante la brusca battuta d’arresto subita in particolare nella prima parte dell’ultimo decennio, e anche in questo 2020 a causa dell’emergenza coronavirus.

L’andamento del mercato automobilistico ha subito una frenata dopo la crisi globale del 2008, mentre una lusinghiera ripartenza è iniziata nel 2014, con un aumento del 4,2%, che comunque non ha compensato gli affari dei momenti di massimo splendore, durante i quali si riuscivano a immatricolare 2,5 milioni di automobili nuove.

Dal 2015 in poi le cose sono andate crescendo, prima della pandemia globale che ha bloccato anche l’economia, ma anche in vista della ripartenza dopo il superamento di questa emergenza va considerato il forte cambiamento che ha coinvolto questo mercato: in particolare per quanto riguarda la mobilità green ed ecosostenibile, fortemente incentivata dagli Stati e quindi performante nelle vendite.

Analizzando i dati delle immatricolazioni del mese di agosto, dunque, si riscontrano i primi segni di arresto dell’emorragia dopo mesi di recessione. I ritmi del rinnovo del parco circolante restano, però, ancora bassissimi, e per raggiungere un livello di mercato normale sarà più che mai necessario proseguire nel solco tracciato nelle ultime settimane con l’erogazione degli incentivi per l’acquisto di veicoli a basse emissioni.

Guardando anche alle misure di rilancio post emergenza, gli incentivi hanno modificato il mercato perché ad agosto abbiamo assistito ad una crescita del 27% degli acquisti dei privati, sostenuti proprio dal nuovo Ecobonus della Legge Rilancio, i cui fondi si sono tuttavia esauriti velocemente in una settimana. La quota di mercato dei privati in agosto sale al 70,8% del totale (+15,4 punti), mentre nel cumulato perdono ancora 1/3 dei volumi immatricolati, fermandosi al 61,6% di quota (+5,1 p.p.). Torna, invece, in territorio negativo il noleggio che segna una leggera flessione del 2,4%.

Ora tutto il settore guarda con attenzione alla novità del Decreto-Legge “Agosto”, visto che è stato concesso all’automotive uno stanziamento, pari a ulteriori 100 milioni di euro, ancora in attesa di specifica destinazione.

Ultime news

L’appello di UNCI Agroalimentare: “Salviamo la pesca a strascico”

I danni ambientali, il depauperamento delle acque, le compromissioni degli habitat marini, l’alterazione delle biodiversità e lo sfruttamento degli stock ittici hanno un colpevole:...

TruBlo: finanziamenti per sviluppo software e blockchain

0
È stata lanciata la seconda open call del progetto TruBlo, parte dell'iniziativa NGI (Next Generation Internet), che ha l'obiettivo di fornire finanziamenti iniziali per...

Una nuova visione per il turismo europeo green e digitale

0
La competitività del settore è strettamente legata alla sua sostenibilità poiché la qualità delle destinazioni turistiche dipende fondamentalmente dal loro ambiente naturale e dalla loro comunità locale.

Illegittimo il recupero non fondato su gravi incongruenze

0
Risulta illegittimo un recupero fiscale che non sia fondato su gravi incongruenze, le quali devono considerare la storia del contribuente e l'andamento del mercato...

I nuovi bandi Horizon tra spazio, verde e digitalizzazione

0
L’edizione di quest'anno è stata particolarmente importante poiché ha segnato ufficialmente l’avvio di Horizon Europe, il Programma quadro per la R&I europea per il settennio 2021-2027.
spot_img

Economia

TruBlo: finanziamenti per sviluppo software e blockchain

È stata lanciata la seconda open call del progetto TruBlo, parte dell'iniziativa NGI (Next Generation Internet), che ha l'obiettivo...

Una nuova visione per il turismo europeo green e digitale

La competitività del settore è strettamente legata alla sua sostenibilità poiché la qualità delle destinazioni turistiche dipende fondamentalmente dal loro ambiente naturale e dalla loro comunità locale.

I nuovi bandi Horizon tra spazio, verde e digitalizzazione

L’edizione di quest'anno è stata particolarmente importante poiché ha segnato ufficialmente l’avvio di Horizon Europe, il Programma quadro per la R&I europea per il settennio 2021-2027.

Appalti pubblici: l’UE invita alla rivoluzione

La Commissione europea ha proposto un documento di orientamento che illustra gli aspetti che gli acquirenti pubblici dovrebbero conoscere...
- Advertisement -spot_img