17.8 C
Rome
domenica, Maggio 19, 2024
spot_imgspot_img

Anonimetro anti evasori: “sospesa” la tutela della privacy

Il Governo si libera dalle norme europee

-

- Advertisment -

Altro che tutela della privacy. Il Ministero dell’Economia e delle Finanze non vuole ostacoli nella lotta all’evasione fiscale, tanto da introdurre modifiche al codice sulla protezione dei dati personali. Attraverso lo schema di regolamento denominato “anonimetro”, il Ministero fa appello a obiettivi “rilevanti” d’interesse pubblico, ossia la possibilità di scovare gli evasori tramite algoritmi e controlli incrociati, per limitare e differire i diritti dei contribuenti rispetto al regolamento UE sulla tutela dei dati personali.

Ma non solo: una seconda disposizione stabilisce che per le attività di analisi del rischio in relazione all’utilizzo dei dati contenuti nei rapporti finanziari “l’Agenzia delle entrate, anche previa pseudonimizzazione dei dati personali, si avvale delle tecnologie, delle elaborazioni e delle interconnessioni con le altre banche dati di cui dispone, allo scopo d’individuare criteri di rischio utili per far emergere posizioni da sottoporre a controllo e incentivare l’adempimento spontaneo.

I diritti dei contribuenti esclusi riguardano:

– la possibilità di ottenere dal titolare del trattamento la conferma che sia o meno in corso un trattamento dei propri dati;
– la possibilità di ottenere una limitazione del trattamento dei propri dati;
– la possibilità di opporsi al trattamento dei propri dati in presenza di motivi legittimi o connessi alla sua situazione particolare.

Sono invece differiti l’esercizio dei diritti di accesso ai dati e alle informazioni previsti dall’articolo 15, lettere a), b), c), e) e g) del Regolamento e l’esercizio del diritto di ottenere una copia dei dati personali oggetto di trattamento. Tale differimento vale fino al momento in cui il contribuente ha notizia che il trattamento nei suoi confronti si è esaurito perché raggiunto da un processo verbale di constatazione o da un atto similare.

In alcuni casi tali limitazioni o differimenti dei diritti dei contribuenti potranno essere esercitati tramite ricorso al Garante della Privacy.

Di fatto il Governo rende quindi più agevole per l’utilizzo massivo dell’algoritmo e dell’intelligenza artificiale nella lotta all’evasione, mentre il codice europeo sulla privacy resterà alla finestra. Peccato solo che poi, nei confronti dei cittadini e delle imprese, l’Europa impone un’applicazione nei minimi dettagli di tutte le disposizioni legate alla privacy, come unica condizione per salvarsi da multe salatissime.

Fonte: Italiaoggi.it

Giovanni Guarise
Giovanni Guarise
Giornalista professionista dal 2010. Nel corso degli anni da freelance ha dedicato particolare attenzione al mondo della Piccola e Media Impresa con approfondimenti, focus e attività di comunicazione.
Scopri l'offertaMedia partner

Iscriviti alla nostra newsletter

Ultime news

B7 Summit Italy - Canadian Chamber in Italy

Evento pre-B7 Summit – “AI: the missing piece of the productivity puzzle?”

Partecipa all'evento pre-B7 Summit sul futuro dell'intelligenza artificiale, organizzato dalla Canadian Chamber of Commerce in collaborazione con la Canadian Chamber in Italy. Discuti il futuro dell'IA il 15 Maggio a Roma.
Assomalta - Apertura sede di Rappresentanza Napoli

ASSOMALTA rafforza il legame tra Italia e Malta con l’apertura di una sede di...

Tra gli obiettivi dell'associazione, quello di far diventare la nuova sede di Napoli, un hub operativo tra Italia e Malta, per rafforzare scambi commerciali e collaborazioni nel settore dello shipping e oltre.
Interreg Europe Cooperazione regionale 2024 - Imprese del Sud

Interreg Europe – Terzo bando per progetti di cooperazione regionale

0
Il bando sostiene progetti volti a migliorare l’attuazione delle politiche di sviluppo e la cooperazione regionale dei partner coinvolti.
Digital Service Act (DSA) 2024 - Imprese del Sud

Il Digital Service Act (DSA): verso un internet più sicuro e trasparente

Regolamentazione UE per un internet più sicuro. Scopri gli obblighi, la protezione degli utenti e gli impatti sulle big tech previsti nel DSA.
Diplomi facili nuove regole 2024 - Imprese del Sud

Diplomi facili. In arrivo le nuove Direttive.

Le nuove normative sul rilascio dei diplomi, imporranno limiti agli anni in uno, registro elettronico obbligatorio, regole per il sostegno e l'ammissione di docenti stranieri.
spot_img

Economia

Evento pre-B7 Summit – “AI: the missing piece of the productivity puzzle?”

Partecipa all'evento pre-B7 Summit sul futuro dell'intelligenza artificiale, organizzato dalla Canadian Chamber of Commerce in collaborazione con la Canadian Chamber in Italy. Discuti il futuro dell'IA il 15 Maggio a Roma.

ASSOMALTA rafforza il legame tra Italia e Malta con l’apertura di una sede di Rappresentanza a Napoli.

Tra gli obiettivi dell'associazione, quello di far diventare la nuova sede di Napoli, un hub operativo tra Italia e Malta, per rafforzare scambi commerciali e collaborazioni nel settore dello shipping e oltre.

Interreg Europe – Terzo bando per progetti di cooperazione regionale

Il bando sostiene progetti volti a migliorare l’attuazione delle politiche di sviluppo e la cooperazione regionale dei partner coinvolti.

Il Digital Service Act (DSA): verso un internet più sicuro e trasparente

Regolamentazione UE per un internet più sicuro. Scopri gli obblighi, la protezione degli utenti e gli impatti sulle big tech previsti nel DSA.
- Advertisement -spot_img