19.5 C
Rome
sabato, Aprile 10, 2021
spot_imgspot_img

Amazon interessata agli stabilimenti di Termini Imerese

Nuova occasione di sviluppo da non perdere per la Sicilia

-

- Advertisment -spot_img

Il colosso Amazon ha manifestato interesse per occupare alcuni stabilimenti nell’area industriale di Termini Imerese. Il colosso del gruppo Bezos ha avuto uno scambio di e mail con l’amministrazione straordinaria che gestisce non solo l’ex stabilimento Fiat, ma anche l’ex Magneti Marelli.

Secondo quanto riporta Il Manifesto, alcuni emissari del gruppo avrebbero preso contatti anche con Invitalia: l’area presa in considerazione per caratteristiche rientra nel profilo identificato dall’azienda americana, già presente a Catania, e che per realizzare il suo hub commerciale è alla ricerca di un’area nella parte occidentale della Sicilia che sia collegata a un porto e alla rete autostradale per agevolare le operazioni di trasporto delle merci.

Le voci sull’interessamento di Amazon arrivano in corrispondenza di una nota ufficiale di Smart City Group, il consorzio volontario riconosciuto dal Ministero dell’Ambiente e costituito tra le reti d’imprese che offrono servizi ai Comuni Italiani per facilitare la trasformazione dei centri urbani in Smart city.

Lo scorso anno il consorzio si è candidato a investire per riconvertire e reindustrializzare il sito industriale di Termini Imerese nel palermitano, che fu prima di Fiat e recentemente di Blutec, e ancora oggi attende riposte dal Governo.

I vertici del Consorzio hanno chiesto un incontro urgente al nuovo ministro dello Sviluppo economico Giancarlo Giorgetti e scritto ai sindacati: “Smart City Group – si legge nella nota – è costretta a sottolineare di nuovo i rischi connessi ad un ulteriore allungamento della procedura da parte dell’amministrazione Straordinaria di Blutec e del Mise: il lungo e faticoso iter ha visto lasciar scadere da parte degli enti preposti tutte le scadenze programmate, inclusi i termini di legge per l’accettazione o il rigetto del progetto del 5 febbraio scorso”.

spot_imgspot_img
Giovanni Guarise
Giornalista professionista dal 2010, nel corso degli anni da freelance ha dedicato particolare attenzione al mondo della Piccola e Media Impresa, realizzando approfondimenti e focus per diversi quotidiani, e collaborando nelle attività di comunicazione per un'associazione di categoria in Veneto
- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img

Ultime news

Agribusiness in Marocco: il webinar gratuito

Euromed International Trade presenta Agribusiness in Marocco, il nuovo webinar online in programma Giovedì 15 Aprile 2021 alle 11.00.

Gabriele Menotti Lippolis è il nuovo Presidente di Confindustria Brindisi

Il nuovo presidente di Confindustria Brindisi Gabriele Menotti Lippolis eletto dall’Assemblea Generale, in votazione per il quadriennio 2021-2025.

Food e Beverage tra nuovi consumi e mercati internazionali

0
Food Dive ha sottolineato il trend in crescita dei prodotti salutistici con un focus particolare sui cibi che aiutano il sistema immunitario.

Il Regno Unito aumenta le imposte sulle società

0
Il Regno Unito ha diffuso un ampio pacchetto di riforme fiscali che includerà, tra l'altro, l'aumento dell'aliquota sulle imprese.

Criptovalute e tasse: gli obblighi di comunicazione DAC

0
Le criptovalute sono al centro del nuovo piano d’azione promosso dalla Commissione europea per aggiornare la direttiva in materia di cooperazione amministrativa (DAC)
spot_img

Economia

Food e Beverage tra nuovi consumi e mercati internazionali

Food Dive ha sottolineato il trend in crescita dei prodotti salutistici con un focus particolare sui cibi che aiutano il sistema immunitario.

Nuovi fondi per startup e PMI innovative

Nuovi fondi e finanziamenti per startup, imprese e PMI innovative con focus particolare sulle cosiddette tecnologie Deep Tech.

Le semplificazioni doganali per l’export italiano post Brexit

Le semplificazioni doganali costituiscono oggi un importante fattore di competitività per le aziende italiane interessate al Regno Unito.

Emergenza PMI italiane: società in perdita ma tassate

PMI Italiane tassate e in perdita. L'importanza di diversificare e proteggere il risparmio per gli imprenditori italiani.

Speciale InternazionalizzazioneRELATED
Scopri la nostra guida

- Advertisement -spot_img