22.8 C
Rome
lunedì, Giugno 21, 2021
spot_imgspot_img

Amazon interessata agli stabilimenti di Termini Imerese

Nuova occasione di sviluppo da non perdere per la Sicilia

-

- Advertisment -spot_img

Il colosso Amazon ha manifestato interesse per occupare alcuni stabilimenti nell’area industriale di Termini Imerese. Il colosso del gruppo Bezos ha avuto uno scambio di e mail con l’amministrazione straordinaria che gestisce non solo l’ex stabilimento Fiat, ma anche l’ex Magneti Marelli.

Secondo quanto riporta Il Manifesto, alcuni emissari del gruppo avrebbero preso contatti anche con Invitalia: l’area presa in considerazione per caratteristiche rientra nel profilo identificato dall’azienda americana, già presente a Catania, e che per realizzare il suo hub commerciale è alla ricerca di un’area nella parte occidentale della Sicilia che sia collegata a un porto e alla rete autostradale per agevolare le operazioni di trasporto delle merci.

Le voci sull’interessamento di Amazon arrivano in corrispondenza di una nota ufficiale di Smart City Group, il consorzio volontario riconosciuto dal Ministero dell’Ambiente e costituito tra le reti d’imprese che offrono servizi ai Comuni Italiani per facilitare la trasformazione dei centri urbani in Smart city.

Lo scorso anno il consorzio si è candidato a investire per riconvertire e reindustrializzare il sito industriale di Termini Imerese nel palermitano, che fu prima di Fiat e recentemente di Blutec, e ancora oggi attende riposte dal Governo.

I vertici del Consorzio hanno chiesto un incontro urgente al nuovo ministro dello Sviluppo economico Giancarlo Giorgetti e scritto ai sindacati: “Smart City Group – si legge nella nota – è costretta a sottolineare di nuovo i rischi connessi ad un ulteriore allungamento della procedura da parte dell’amministrazione Straordinaria di Blutec e del Mise: il lungo e faticoso iter ha visto lasciar scadere da parte degli enti preposti tutte le scadenze programmate, inclusi i termini di legge per l’accettazione o il rigetto del progetto del 5 febbraio scorso”.

spot_imgspot_img
Giovanni Guarise
Giornalista professionista dal 2010, nel corso degli anni da freelance ha dedicato particolare attenzione al mondo della Piccola e Media Impresa, realizzando approfondimenti e focus per diversi quotidiani, e collaborando nelle attività di comunicazione per un'associazione di categoria in Veneto
- Partner -spot_img
- Media partner -Media partner

Ultime news

È reato di omessa dichiarazione se l’interesse economico è in Italia

Sussiste il reato di omessa dichiarazione, per il contribuente che risiede formalmente in un Paese straniero ma che mantiene il centro vitale degli affari...

Premio Mediterraneo della Sostenibilità: aperte le candidature

0
Un'ottima opportunità per numerose imprese del Sud Mediterraneo arriva dalla prima edizione di WeMed, il Premio Mediterraneo per la Sostenibilità, un'iniziativa faro della strategia...

La rinascita del Messico con gli accordi commerciali

0
Tra le opere più importanti ricordiamo il “Treno Maya”, linea ferroviaria da oltre 1.500 chilometri.
fuga_italia

Italia, il “Bel Paese” per anziani e garantiti: e i giovani scappano

0
Nel 2020, in Italia, nonostante la pandemia è aumentata la soddisfazione per la vita nel complesso. Lo certifica l’Istat con il report La soddisfazione...
criptovalute

Critpovalute a rischio riciclaggio: il fisco USA vuole i dati

0
Gli Stati Uniti hanno reso obbligatorio segnalare all'Agenzia delle Entrate le operazioni in criptovalute che valgono più di 10 mila dollari. L'iniziativa fa parte...
spot_img

Economia

La rinascita del Messico con gli accordi commerciali

Tra le opere più importanti ricordiamo il “Treno Maya”, linea ferroviaria da oltre 1.500 chilometri.

Commercio Italia-Stati Uniti durante la pandemia: i numeri

Sono diverse le attività, che impegnano le imprese italiane, che hanno subito una cancellazione dagli organizzatori e che sono riprogrammate in formato digitale.

IDE e filiere: il connubio vincente per l’Italia

Gli Investimenti Diretti Esteri (IDE) continuano a crescere e si confermano l'elemento chiave per il rilancio economico del Paese....

Aria di rilancio per i distretti industriali del Veneto

Formazione, innovazione e reshoring sono i tre assi per la ripartenza dei distretti italiani e l'esempio del Veneto può rappresentare un caso studio di eccellenza.

Speciale InternazionalizzazioneRELATED
Scopri la nostra guida

- Advertisement -spot_img