26.8 C
Rome
martedì, Agosto 9, 2022
spot_img

Alla Fiera Agrilevante la tematica delle “Smart Island”

-

- Advertisment -

Le isole dell’Unione europea che risultano abitate sono circa 2.000, anche se il loro totale assomma a molte migliaia. La Grecia ne conta da sola circa 6.000, delle quali 227 abitate, mentre in Italia ce ne sono circa 800 delle quali 87 abitate.

Considerando tutto il Mediterraneo, le principali isole sono 192 ma quelle abitate non sono sempre quelle con maggiore estensione.

Se viverci è difficile, coltivare la terra nelle piccole isole viene definito addirittura “eroico”. Ed è per questo che l’Istituto sull’inquinamento atmosferico del Cnr (Cnr-Iia) ha dato vita al progetto Smart Island, presentato ad Agrilevante, la manifestazione sulla meccanizzazione agricola e la zootecnia che si è svolta a Bari dal 10 al 13 ottobre“, ha dichiarato il giornalista Giampiero Moncada.

La definizione di “agricoltura eroica” non è una iperbole ma un’espressione tecnica che riguarda tutti i terreni che, al pari delle isolette, presentano delle difficoltà apparentemente insormontabili.

Agrilevante

Il ministero dell’Agricoltura ha avviato nel 2018 un censimento di queste aree del Paese nelle quali gli agricoltori possono definirsi degli eroi (www.politicheagricole.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/12099), e che per buona parte riguarda proprio le isole più piccole.

Quando questa indagine sarà completata, si potranno iniziare a programmare delle azioni specifiche con un supporto tecnico ed economico.

Per noi le isole sono una sfida – ha detto Alessandro Malavolti, presidente di Federunacoma, l’organizzazione confindustriale che riunisce le aziende costruttrici di macchine agricole – perché dobbiamo confrontarci con la natura impervia del terreno, la mancanza di collegamento alle reti di distribuzione energetica, le difficoltà logistiche per gli approvvigionamenti e la distanza dai mercati. Ma l’obiettivo più ambizioso in questa sfida riguarda la sostenibilità ambientale, che in un’isola rappresenta una priorità assoluta per i confini fisici di quell’ecosistema”.

Un obiettivo, questo, al quale le aziende della meccanica puntano con una ricerca tecnologica che già oggi ha consentito di ridurre l’impatto ambientale delle macchine fino a oltre il 90%. E si può fare anche di più sulle macchine di piccola potenza, che sono quelle compatibili con le piccole aree coltivabili delle isole minori.

Agrilevante

Ma quale vantaggio economico hanno le aziende a investire su tecnologie destinate a territori, tutto sommato, marginali, rispetto alle grandi aree agricole di tutt’Europa e dei Paesi mediterranei, e avere poi un mercato per forza di cose ristretto?

Gli obiettivi di un minore impatto ambientale, dicono in Federunacoma, saranno comunque obbligatori per tutti entro pochi anni, come stabiliscono le normative dell’Unione europea.

Per quel che riguarda le piccole dimensioni del mercato, dobbiamo considerare che le soluzioni tecnologiche messe a punto per determinate esigenze molto specifiche, si possono rivelare poi vincenti per mercati molto diversi ma nei quali si ritrovano alcune caratteristiche analoghe.

Un po’ quello che è già successo e succede con le missioni spaziali o le tecnologie militari: gli investimenti effettuati per risolvere problemi che si presentavano nello spazio o in scenari di guerra sono diventate poi la base per rivoluzioni epocali nella vita quotidiana.

Ultime news

blockchain IA

Blockchain e intelligenza artificiale: da settembre gli incentivi

E’ stato pubblicato dal Ministero dello sviluppo economico il decreto che rende note le modalità e i termini di presentazione delle domande per richiedere...
pagamenti fornitori

Nel 2021 lo Stato “risparmia” 5,2 miliardi non pagando i fornitori

Nel 2021 l’Amministrazione centrale dello Stato ha ricevuto dai propri fornitori 3.657.000 fatture per un importo complessivo pari a 18 miliardi di euro. Ne...
Crisi d'impresa - Imprese del Sud

Allerta del fisco per la crisi d’impresa. In arrivo novità dal D.L. Concorrenza.

Previste nuove soglie per le segnalazioni della crisi d'impresa da parte di Agenzia delle Entrate. Il Governo tenta di arginare la protesta.
pnrr

Gli obiettivi del PNRR per le imprese raggiunti nei primi 6 mesi

Con l’attuazione degli investimenti per gli IPCEI, Venture capital e i Contratti di sviluppo per le filiere produttive, le batterie e rinnovabili, il Ministero...
incentivi

Incentivi alle imprese: cosa non funziona e il piano di riordino

Il Consiglio dei ministri ha approvato in via definitiva il testo di un disegno di legge delega collegato alla Legge di Bilancio, che ha...
spot_img

Economia

Blockchain e intelligenza artificiale: da settembre gli incentivi

E’ stato pubblicato dal Ministero dello sviluppo economico il decreto che rende note le modalità e i termini di...

Allerta del fisco per la crisi d’impresa. In arrivo novità dal D.L. Concorrenza.

Previste nuove soglie per le segnalazioni della crisi d'impresa da parte di Agenzia delle Entrate. Il Governo tenta di arginare la protesta.

Gli obiettivi del PNRR per le imprese raggiunti nei primi 6 mesi

Con l’attuazione degli investimenti per gli IPCEI, Venture capital e i Contratti di sviluppo per le filiere produttive, le...

Biodiversa +: il bando per la tutela di biodiversità ed ecosistemi

In arrivo a settembre il secondo bando di Biodiversa +, la partnership europea co-finanziata per la ricerca sulla diversità, la tutela degli...
- Advertisement -spot_img