10.4 C
Roma
giovedì, 22 Ottobre 2020

Sergio Passariello – Imprese del Sud – Governo Renzi al capolinea, non ha il coraggio di cambiare l’Italia.

-

- Advertisment -

“L’Italia affonda ed il Governo Renzi gioca a fare le riforme” è quanto dichiara Sergio Passariello, Presidente di Imprese del Sud, il movimento imprenditoriale ispirato alla sana economia del mezzogiorno e del mediterraneo.

Oggi, il Presidente Renzi ha scoperto che il nostro paese è in recessione con il PIL che viaggia a -0,2% – afferma Passariello –  e vuole farci credere che la notizia non era prevedibile, continuando a mentire a se stesso ed agli Italiani, consapevole del fatto che il governo di una nazione non si esercita con i proclami ma con atti legislativi e proposte concrete.

Tutti i cittadini e le imprese italiane conoscono lo stato della nostra economia – conferma Passariello – noi imprenditori, in particolare, non avevamo certo bisogno di dati statistici per capire che sono ormai 3 anni che le nostre imprese stanno affondando e che sono necessari provvedimenti drastici che possano seriamente rimettere in moto l’economia.

Come può un Governo che sulla carta ha una maggioranza parlamentare concreta, non proporre provvedimenti d’urto per arginare questa emorragia?

Cosa impedisce al Governo Renzi di prendere di petto i veri problemi che attanagliano da anni le nostre imprese?

Siamo ormai al collasso – incalza Passariello –  i fallimenti aumentano, il numero delle attività commerciali che chiudono è in aumento, la disoccupazione continua a crescere. I segnali c’erano prima e ci sono oggi per decidere con autorevolezza di adottare quei  provvedimenti che potrebbero veramente farci uscire dalla palude.

Autorevolezza! Questo manca al Governo Renzi – asserisce Passariello – e mutuando le parole di  Blanchard, voglio dire al Presidente Renzi che oggi il segreto di una leadership di successo è l’autorevolezza e non l’autorità.

E non ci venisse a raccontare che l’Europa non ci consente di legiferare. Questa favola ormai non la beviamo più – spiega Passariello.

L’Italia avrà anche perso la sovranità monetaria, ma non ha mai perso la propria sovranità fiscale ne tanto meno ha perso la propria sovranità legislativa per riformare seriamente la Pubblica Amministrazione, partendo da una seria riforma della legge Bassanini, vero cancro del nostro paese, la cui poca chiarezza e la mancanza di vere sanzioni a carico dei funzionari pubblici inadempienti, alimenta corruzione ed inefficienza.

Siamo pronti a consegnare al Presidente Renzi i nostri certificati camerali e quelli di attivazione della partita IVA – conclude Passariello – per dimostrare che le nostre Imprese, ormai non ci appartengono più in quanto i veri proprietari non siamo noi, ma lo Stato socio al 70%.

Nei prossimi giorni attiveremo, sul nostro portale web www.impresedelsud.it,  uno sportello telematico per l’invio diretto dei certificati alla casella di posta elettronica del Governo e chiediamo a tutte le imprese, agli artigiani, ai commercianti, ai professionisti, di unirsi alla nostra protesta, stanchi di attendere inermi alla nostra débâcle

riproduzione riservata  ©

- Advertisement -

Ultime news

Boris Johnson preme per un nuovo accordo commerciale con l’UE

0
Il Ceta come nuovo parametro commerciale di confronto positivo su cui sviluppare i futuri accordi tra Unione Europea e Regno Unito.

“Italia 2030”, formazione per il futuro sostenibile

0
Buffagni: “Sviluppo sostenibile ed Economia circolare opportunità per creare nuovi posti di lavoro, avvicinando cittadini e aziende”

Contributi a fondo perduto: 900 mila euro per le imprese

0
Lo stanziamento della Camera di Commercio di Lucca

OCSE: l’Italia ha un fisco poco competitivo

0
Nella classifica dei Paesi monitorati l'Italia occupa l'ultima posizione a causa del suo carico fiscale

La Sardegna e le opportunità legate all’acquacoltura

0
In arrivo sei milioni di euro di aiuti alle imprese di pesca e acquacoltura della Regione Sardegna per implementare l'occupazione locale.

Economia

Boris Johnson preme per un nuovo accordo commerciale con l’UE

Il Ceta come nuovo parametro commerciale di confronto positivo su cui sviluppare i futuri accordi tra Unione Europea e Regno Unito.

Contributi a fondo perduto: 900 mila euro per le imprese

Lo stanziamento della Camera di Commercio di Lucca

Il Decreto Rilancio rinnova l’incentivo “Resto al Sud”

Il sostegno a chi fa impresa nel meridione si rinnova con novità specifiche per il 2020.

Le sinergie commerciali con il Regno Unito post Brexit

Attualmente, il vero problema economico, commerciale e di export che si sta vivendo con il Regno Unito non è la Brexit ma la pandemia.

La Sardegna e le opportunità legate all’acquacoltura

In arrivo sei milioni di euro di aiuti alle imprese di pesca e acquacoltura della Regione Sardegna per implementare l'occupazione locale.

Il Decreto Rilancio rinnova l’incentivo “Resto al Sud”

Il sostegno a chi fa impresa nel meridione si rinnova con novità specifiche per il 2020.

Speciale InternazionalizzazioneRELATED
Scopri la nostra guida

- Advertisement -