12 C
Roma
domenica, 25 Ottobre 2020

Patrimonio Rilancio: un fondo per il sistema produttivo

-

- Advertisment -

L’art. 27 del “Decreto Rilancio” prevede la costituzione di un patrimonio destinato, denominato “Patrimonio Rilancio”, da impiegare per il sostegno e il rilancio del sistema economico produttivo del nostro Paese.

Il “Patrimonio Rilancio” ha dei caratteri in comune con la struttura del fondo di investimento, all’interno del quale “CDP” opera da gestore professionale delle risorse finanziarie, mentre sembra non potersi assimilare ad una forma di partecipazione statale di maggioranza.

La sua costituzione verrà effettuata con deliberazione di “CDP” e rappresenta una delle iniziative intraprese dagli Stati membri per fronteggiare l’attuale situazione emergenziale, offrendo sostegno economico alle imprese: interventi analoghi si possono rintracciare anche in altri Stati dell’Unione, come ad esempio il Fondo per la stabilizzazione economica (“WSF”) in Germania.

Dalla lettura dell’art. 27 del “Decreto Rilancio” emerge la particolarità di questo patrimonio: infatti, oltre a poter essere articolato in comparti, la caratteristica principale è che tanto il “Patrimonio Rilancio” quanto i suoi comparti sono autonomi e separati dal patrimonio di “CDP” e dagli altri patrimoni separati costituiti dalla stessa: pertanto, il patrimonio destinato (nonché ciascuno dei comparti in cui potrà articolarsi) risponde esclusivamente delle obbligazioni dal medesimo assunte, nei limiti dei beni e dei rapporti giuridici allo stesso apportati, ovvero generati dalla sua gestione.

Questo è un estratto dell’approfondimento pubblicato dallo studio legale Loconte&Partners. Per consultare il documento completo vai al seguente link:

- Advertisement -

Ultime news

Bandi per l’impresa: “Quando il Click Day è anticostituzionale”

0
L'intervento di Dhebora Mirabelli, Presidente di Confapi Sicilia: "Questo tipo di bandi umiliano gli imprenditori che non riescono in 7 secondi a presentare l’istruttoria. Servono regole eque e meritocratiche”.

Agevolazioni per le cooperative agricole italiane

0
Sostenere la liquidità delle cooperative agricole italiane colpite dalle misure restrittive imposte dal governo per limitare la diffusione del coronavirus.

Boris Johnson preme per un nuovo accordo commerciale con l’UE

0
Il Ceta come nuovo parametro commerciale di confronto positivo su cui sviluppare i futuri accordi tra Unione Europea e Regno Unito.

“Italia 2030”, formazione per il futuro sostenibile

0
Buffagni: “Sviluppo sostenibile ed Economia circolare opportunità per creare nuovi posti di lavoro, avvicinando cittadini e aziende”

Vino siciliano: 8 milioni per la promozione sui mercati esteri

0
C'è tempo fino al 23 Novembre per la presentazione delle domande

Economia

Agevolazioni per le cooperative agricole italiane

Sostenere la liquidità delle cooperative agricole italiane colpite dalle misure restrittive imposte dal governo per limitare la diffusione del coronavirus.

Boris Johnson preme per un nuovo accordo commerciale con l’UE

Il Ceta come nuovo parametro commerciale di confronto positivo su cui sviluppare i futuri accordi tra Unione Europea e Regno Unito.

Vino siciliano: 8 milioni per la promozione sui mercati esteri

C'è tempo fino al 23 Novembre per la presentazione delle domande

Contributi a fondo perduto: 900 mila euro per le imprese

Lo stanziamento della Camera di Commercio di Lucca

Vino siciliano: 8 milioni per la promozione sui mercati esteri

C'è tempo fino al 23 Novembre per la presentazione delle domande

Contributi a fondo perduto: 900 mila euro per le imprese

Lo stanziamento della Camera di Commercio di Lucca

Speciale InternazionalizzazioneRELATED
Scopri la nostra guida

- Advertisement -