20.3 C
Rome
martedì, Aprile 20, 2021
spot_imgspot_img

Naples Shipping Week: comparto marittimo a confronto

Un successo considerevole di pubblico per la prima versione digitale della Naples Shipping Week che ha rilanciato le opportunità del mare per l'economia.

-

- Advertisment -spot_img

L’intera Penisola italiana a confronto sul futuro della Blue Economy e della cantieristica navale, dopo l’emergenza sanitaria. Da Napoli, parte una nuova sfida per il futuro dell’intero settore con l’analisi dei dati attuali e delle prospettive per i prossimi mesi. Un successo considerevole di pubblico per la prima versione digitale della Naples Shipping Weekoltre 6000 persone hanno partecipato in presenza e in streaming e sono stati circa 200.000 gli utenti raggiunti dalle piattaforme e dai canali di comunicazione web.

Credo che le parole chiave con cui abbiamo presentato questa Shipping Week – resilienza, ripartenza e unità- siano state ampiamente declinate durante il corso della settimana. E’ stata un’edizione complicata ma positiva con significative presenze fisiche e migliaia di persone ci hanno seguiti e supportati via web. Ripartire è difficile ma uniti ce la faremo!”, ha ribadito Umberto Masucci, Presidente dell’ International Propeller Clubs.
 
Soddisfazione da parte degli organizzatori, Propeller Club Port of Naples e Clickutility Team, per questa quarta edizione promossa dal Comune di Napoli e dall’AdSP del Mar Tirreno Centrale e sostenuta da 94 realtà, tra sponsor e partner istituzionali. Una settimana intensa che ha coinvolto 245 relatori qualificati in un confronto continuo a analitico, tra aziende e istituzioni per aiutare il comparto marittimo- logistico a fronteggiare la crisi e avviare la ripartenza.

L’edizione di quest’anno è stata una sfida. Questa è stata realmente l’edizione della resilienza: per il settore dello shipping e della logistica portuale che ha creduto nel confronto e nella collaborazione per superare questo momento di crisi; e per noi organizzatori che abbiamo reinventato un modello di evento che ha permesso a tutti gli attori della filiera di essere protagonisti dell’incontro, garantendo la massima sicurezza e la consueta elevatissima qualità dei contenuti. Non possiamo che essere soddisfatti“, ha ribadito Carlo Silva Presidente di Clickutility Team.

Durante la settimana di lavori, Alberto Rossi, direttore generale di Assarmatori ha giudicato in modo positivo il modo in cui il governo ha affrontato l’emergenza logistica, con protocolli adeguati già da marzo: il sistema ha funzionato. Alessandro Ferrari, Direttore di Assiterminal ha aggiunto che, per fare veramente sistema, occorrono meno regole e più condivisione tra le varie autorità portuali per essere realmente competitivi nel mercato europeo. Tutte le categorie hanno richiesto al Governo di mantenere le misure straordinarie per tutto il 2021 con l’auspicio che diventino in futuro strutturali.

Quest’anno al centro dei lavori vi è stato il tema della sostenibilità. Decarbonizzazione, automazione delle infrastrutture portuali, logistiche e green financing sono i protagonisti del settore. Edison e Kuwait Petroleum Italia (Q8) hanno presentato il progetto congiunto per un deposito costiero Small Scale di GNL (Gas Naturale Liquefatto) nella Darsena Petroli del Porto di Napoli che renderà facilmente disponibile il gas naturale liquido come combustibile, marittimo e terrestre, in tutta l’area del Tirreno Centro-Meridionale e consentirà al Porto di Napoli di costituire un polo di attrazione preferenziale per i traffici dei mezzi navali a minore impatto ambientale, incentivando i settori turistici e commerciali dell’area.

Anche SRM ha scelto la Naples Shipping Week per presentare il Settimo Rapporto Annuale “Italian Maritime Economy” che analizza gli impatti della pandemia sanitaria sul nostro sistema logistico-marittimo e gli aspetti con cui il fenomeno si sta manifestando: accadimenti importanti come le blank sailing, lo slow steaming, la riduzione dei passaggi del Canale di Suez, la nuova configurazione dei traffici mondiali, i trend più recenti dei flussi marittimi del commercio internazionale. Questa settima edizione ha offerto una visione strategica su quali potranno essere, per il futuro, i driver e i modelli portuali che offriranno alle nostre infrastrutture più resilienza agli shock economici e sanitari come ad esempio l’intermodalità e la sostenibilità.

Per sviluppare il tuo progetto di internazionalizzazione affidati al pacchetto di supporto Start Your Export sviluppato da Euromed International Trade. Per maggiori informazioni compila il seguente form:

Ultime news

Agribusiness: il Marocco è a prova di futuro

0
Lo sviluppo del Marocco passa attraverso un'agricoltura basata su innovazione e sostenibilità. L'argomento è stato affrontato nel corso del webinar Agribusiness in Marocco, che...

La nuova amministrazione USA e la guerra ai paradisi fiscali

0
Sarà necessario dimostrare che la società abbiano versato almeno il 15% di tasse federali

Nuovi sviluppi per il commercio di vini e alcolici nel Regno Unito

0
Le informazioni per gli alcolici sono utilizzate per identificare l'azienda responsabile legale per l'immissione di un prodotto sul mercato.

Criptovalute e tasse: gli obblighi di comunicazione DAC

0
Le criptovalute sono al centro del nuovo piano d’azione promosso dalla Commissione europea per aggiornare la direttiva in materia di cooperazione amministrativa (DAC)

I prodotti agroalimentari reggono alla sfida del commercio estero

0
Le esportazioni dei prodotti agroalimentari italiani sono state dirette per oltre la metà all’interno dell'Europa con la Germania in testa.
spot_img

Economia

Agribusiness: il Marocco è a prova di futuro

Lo sviluppo del Marocco passa attraverso un'agricoltura basata su innovazione e sostenibilità. L'argomento è stato affrontato nel corso del...

La nuova amministrazione USA e la guerra ai paradisi fiscali

Sarà necessario dimostrare che la società abbiano versato almeno il 15% di tasse federali

Nuovi sviluppi per il commercio di vini e alcolici nel Regno Unito

Le informazioni per gli alcolici sono utilizzate per identificare l'azienda responsabile legale per l'immissione di un prodotto sul mercato.

I prodotti agroalimentari reggono alla sfida del commercio estero

Le esportazioni dei prodotti agroalimentari italiani sono state dirette per oltre la metà all’interno dell'Europa con la Germania in testa.

Speciale InternazionalizzazioneRELATED
Scopri la nostra guida

- Advertisement -spot_img