26.8 C
Rome
martedì, Agosto 9, 2022
spot_img

Imprese del Sud, “ULTIMATUM DAY”: ​«Falliamo per troppe tasse»

-

- Advertisment -

Sabato 30 novembre, Piazza Montecitorio ore 11:00 – Roma

A lanciare la mobilitazione è Giuseppe Graziani, editore e presidente di COBAS IMPRESE, salito ripetutamente agli onori delle cronache, l’ultima volta per aver chiesto il commissariamento di Equitalia ed essersi messo letteralmente in mutande insieme con altri imprenditori.

A pochi giorni dal licenziamento della Legge di Stabilità, Graziani chiama a raccolta il popolo delle partite Iva, che ormai non si sente più rappresentato, e lo riunisce a piazza Montecitorio, sotto il cartello «Italiani in movimento».

«L’ULTIMATUM DAY è la giornata per dire BASTA, per pretenderedal Governo provvedimenti immediati per la riduzione delle tasse con la contestuale riduzione dei costi della Pubblica Amministrazione e della Burocrazia. Interventi imprescindibili per scongiurare il DEFAULT della nostra amata ITALIA».

A rispondere sono oltre 2000 imprenditori che manifesteranno contro quella che Graziani definisce «la cattiva abitudine di risolvere le questioni di bilancio del Paese con l’aumento delle imposte invece di tagliare i costi della Pubblica Amministrazione, i privilegi delle caste e i costi della politica».

«Siamo stufi – aggiunge Graziani – ed anche impossibilitati, per mancanza di soldi, a dover mantenere un apparato elefantiaco dello Stato che sta uccidendo il lavoro ed il mercato, con la “complicità” di organizzazioni sindacali che negli ultimi 20 anni, invece di riformare e snellire il mondo del lavoro, hanno fallito la propria missione mentre hanno saputo curare con molta attenzione unicamente i propri interessi di Casta, scaricando sui “contribuenti” che trainano il Paese l’immensa mole di costi e sprechi. E’ giunto il momento di mettere la parola fine con questo passato e scrivere un nuovo inizio» tuona il presidente di Italiani in movimento.

Rincara la dose Sergio Passariello del coordinamento di Italiani in Movimento «La violenza di questo Stato verso i propri contribuenti è preoccupante e grave. Ed è grave che gli uomini delle Istituzioni abbiano dimenticato che è il Popolo a pagarli. Ora basta!».

«Con l’aumento dell’aliquota iva fissato al 22%, l’incremento della pressione fiscale pari al 67% il nostro Paese continua a produrre fallimenti, altro che ripresa! – gli fa eco Paolo Sabbioni, del coordinamento di Italiani in Movimento che aggiunge – Secondo i dati Cerved, società specializzata nell’analisi delle imprese e nella valutazione del rischio di credito, i fallimenti registrati nei primi nove mesi dell’anno sono stati quasi 10 mila (9.902). Un aumento del 12% rispetto allo stesso periodo del 2012».

«Siamo felici di annunciare l’adesione degli Autotrasportatori Professionali Italiani – FIAP», aggiunge Laura Madrigali, vice presidente di Italiani in Movimento.

Per Giuseppe Graziani, presidente di Italiani in movimento, «il tempo “ricreazione” per i politicanti è finito» Adesso per risalire serve «più libertà per l’impresa, meno burocrazia e meno tasse o – annuncia Graziani – saremo pronti ad ulteriori proteste clamorose».

Nomi e volti noti sono già confluiti in «Italiani in movimento» e partecipano all’Ultimatum Day, si tratta di: Laura Madrigali (Forza Popolare); Marco Mariani (AMPI); Sergio Passariello (Imprese del Sud); Lino Ricchiuti (Italia libera); Paolo Sabbioni (lcn-italialibera.it); Roberto Galanti (TrasportInforma.it); Felice Nanci(Consorsi Olivicoltori);Tommaso Cercello (P.M.I. – International) e tanti altri.

Ultime news

blockchain IA

Blockchain e intelligenza artificiale: da settembre gli incentivi

E’ stato pubblicato dal Ministero dello sviluppo economico il decreto che rende note le modalità e i termini di presentazione delle domande per richiedere...
pagamenti fornitori

Nel 2021 lo Stato “risparmia” 5,2 miliardi non pagando i fornitori

Nel 2021 l’Amministrazione centrale dello Stato ha ricevuto dai propri fornitori 3.657.000 fatture per un importo complessivo pari a 18 miliardi di euro. Ne...
Crisi d'impresa - Imprese del Sud

Allerta del fisco per la crisi d’impresa. In arrivo novità dal D.L. Concorrenza.

Previste nuove soglie per le segnalazioni della crisi d'impresa da parte di Agenzia delle Entrate. Il Governo tenta di arginare la protesta.
pnrr

Gli obiettivi del PNRR per le imprese raggiunti nei primi 6 mesi

Con l’attuazione degli investimenti per gli IPCEI, Venture capital e i Contratti di sviluppo per le filiere produttive, le batterie e rinnovabili, il Ministero...
incentivi

Incentivi alle imprese: cosa non funziona e il piano di riordino

Il Consiglio dei ministri ha approvato in via definitiva il testo di un disegno di legge delega collegato alla Legge di Bilancio, che ha...
spot_img

Economia

Blockchain e intelligenza artificiale: da settembre gli incentivi

E’ stato pubblicato dal Ministero dello sviluppo economico il decreto che rende note le modalità e i termini di...

Allerta del fisco per la crisi d’impresa. In arrivo novità dal D.L. Concorrenza.

Previste nuove soglie per le segnalazioni della crisi d'impresa da parte di Agenzia delle Entrate. Il Governo tenta di arginare la protesta.

Gli obiettivi del PNRR per le imprese raggiunti nei primi 6 mesi

Con l’attuazione degli investimenti per gli IPCEI, Venture capital e i Contratti di sviluppo per le filiere produttive, le...

Biodiversa +: il bando per la tutela di biodiversità ed ecosistemi

In arrivo a settembre il secondo bando di Biodiversa +, la partnership europea co-finanziata per la ricerca sulla diversità, la tutela degli...
- Advertisement -spot_img