21.8 C
Rome
mercoledì, Giugno 29, 2022
spot_imgspot_img

Grano duro: prezzi alle stelle dopo il caldo record

Gravano sui costi la siccità e i trasporti

-

- Advertisment -

E’ giunta al termine un’estate calda, anche sul fronte dei prezzi del grano duro, in quanto caratterizzata dal rischio costante di una fiammata dei rincari fino ai livelli record della crisi del 2008.

Nel mese di luglio il grano proveniente dal Nord America raggiungeva la quotazione di 372,14 euro/t a (+18,9% su base congiunturale), mentre sulle piazze di riferimento nazionali venivano rilevati aumenti del 10,6% su giugno a Bologna (327,40 euro/t), del 10,4% a Milano (326,75 euro/t) e dell’11,1% a Foggia (330,50 euro/t).

Fra le cause del crollo della produzione di grano, che sta portando ad un aumento dei prezzi, la siccità e il caldo record in Nord America ma anche le alluvioni di luglio nel centro Europa.

Il calo del raccolto in Canada – uno dei maggiori produttori al mondo – colpito in questa estate 2021 da una persistente siccità, accanto alla contrazione delle scorte globali per effetto di una domanda ormai stabilmente posizionata su livelli superiori all’offerta, e ad un aumento senza freni dei costi di trasporto delle merci, hanno portato ad un inevitabile aumento dei prezzi.

Anche in Europa e in Italia il prezzo del grano duro locale è cresciuto per gli eventi meteo estremi registrati quest’anno. Fra questi, le alluvioni di luglio nel centro Europa.

Un così marcato aumento dei prezzi del frumento duro potrebbe portare a un aumento importante del prezzo della pasta, alimento di riferimento per il mercato italiano.

Resta da vedere quale sarà l’evoluzione delle prossime settimane, anche sulla base della domanda di pasta a livello internazionale, che nel 2020 ha visto un boom durante i mesi di chiusura, per poi ridimensionarsi durante il 2021.

spot_imgspot_img
Giovanni Guarise
Giovanni Guarise
Giornalista professionista dal 2010. Nel corso degli anni da freelance ha dedicato particolare attenzione al mondo della Piccola e Media Impresa con approfondimenti, focus e attività di comunicazione.
Scopri l'offertaMedia partner

Ultime news

imprese servizi

Cresce il fatturato delle imprese di servizi

Nel primo trimestre 2022 l’indice destagionalizzato del fatturato dei servizi cresce del 2,8% rispetto al trimestre precedente; l’indice generale grezzo registra un aumento, in...
bundestag

C’è l’accordo: Germania verso la ratifica del CETA

I tre partiti della coalizione di governo in Germania si sono accordati giovedì scorso per ratificare l'accordo di libero scambio CETA tra l'Unione Europea...
ceta business forum

Il grande successo del CETA Business Forum: ora via al network UE-Canada

Oltre 500 partecipanti (60% europei e 40% canadesi), 50 relatori e più di 30 partner ufficiali provenienti dall'Unione Europea e dal Canada: sono questi...
sviluppo coesione

Fondo Sviluppo e Coesione 2021-2027: le aree tematiche

La programmazione del ciclo 2021-2027 del Fondo per lo Sviluppo e la Coesione (leggi che cos'è) giunge in una fase di forte mobilitazione per...
arif virani

CETA Business Forum: la seconda giornata di incontri

E' iniziata con grande entusiasmo la prima edizione del CETA Business Forum. L'evento di matching online dedicato allo sviluppo di scambi e opportunità tra...
spot_img

Economia

C’è l’accordo: Germania verso la ratifica del CETA

I tre partiti della coalizione di governo in Germania si sono accordati giovedì scorso per ratificare l'accordo di libero...

Fondo Sviluppo e Coesione 2021-2027: le aree tematiche

La programmazione del ciclo 2021-2027 del Fondo per lo Sviluppo e la Coesione (leggi che cos'è) giunge in una...

Al via gli incentivi per le imprese creative

Al via il Fondo del Ministero dello sviluppo economico che incentiva le piccole e medie imprese creative a promuovere...

Nuovo bando canadese per l’innovazione accelerata dei materiali

Il Consiglio Nazionale delle Ricerche Canada (NRC) lancia un bando nell'ambito dei programmi Materials for Clean Fuels and Artificial...
- Advertisement -spot_img