7.2 C
Rome
venerdì, Febbraio 3, 2023
spot_imgspot_img

Certificazione di un credito – rilascio DURC

-

- Advertisment -

Procedura ed obblighi per il rilascio del DURC su presentazione della certificazione di un credito con la PA: regole e precisazioni dal Ministero del Lavoro.

Le imprese che vantano crediti nei confronti della Pubblica Amministrazione possono ottenere il DURC anche in presenza di mancati versamenti contributivi, presentando la certificazione del credito: su questa norma – contenuta nell‘articolo 13-bis, comma 5, del Dl 52-2012 (convertito dalla legge 94/2012) e regolamentata dal decreto 13 marzo 2013 – sono arrivati i primi chiarimenti del Ministero del Lavoro, con la Circolare 40/2013.

Rilascio DURC

Il DURC rilasciato dietro certificazione crediti contempla procedure differenti da quelle ordinarie: è sempre l’impresa titolare del credito a dover effettuare la richiesta, e se viene richiesto d’ufficio (per esempio da una PA), è necessario un passaggio in più ad opera dell’azienda, che dovrà dichiarare di vantare crediti nei confronti dell’amministrazione per i quali ha ottenuto la certificazione tramite Piattaforma informatica. In questo modo otterrà un DURC “ex art. 13 bis, comma 5, D.L. n. 52/2012″, dicitura contenuta nel DURC dietro Certificazione Crediti.

Requisiti

I crediti vantati devono essere certi, liquidi ed esigibili, e “di importo almeno pari agli oneri contributivi accertati e non ancora versati da parte del soggetto titolare dei crediti certificati”. Per il rilascio del DURC, l’impresa deve comunicare gli estremi dellacertificazione ottenuta (amministrazione che l’ha rilasciata, data di rilascio della certificazione, numero di protocollo, importo a credito disponibile, eventuale data del pagamento), e il codice per identificarla utilizzando l’apposita piattaforma del Ministero.

DURC in compensazione

Ecco, nel dettaglio, tutti gli elementi che devono essere contenuti nel Durc rilasciato dietro certificazione di un credito:

  • dicitura di emissione “ex art. 13 bis, comma 5, D.L. n. 52/2012“,
  • importo dei debiti contributivi/assicurativi, con indicazione dell’Istituto e/o della Cassa nei cui confronti sussistono i debiti stessi nonché il loro ammontare complessivo disponibile,
  • estremi della/e certificazioni comunicate al momento di richiesta DURC, con indicazione di ciascun importo nonché dell’ammontare complessivo disponibile,
  • data eventuale del pagamento dei crediti vantati nei confronti delle pubbliche amministrazioni.

Il DURC può essere utilizzato per tutte le previste disposizioni di legge. Attenzione: lecertificazioni che vengono utilizzate per ottenere il DURC possono essere cedute o usate per ottenere anticipazioni solo «previa estinzione del debito contributivoindicato sul DURC» e compravata da un DURC aggiornato, da esibire alla banca o all’intermediario finanziario. Fonte: Circolare 40/2013 del Ministero del Lavoro

fonte: www.pmi.it

Ultime news

Crisi di impresa cartella nulla - Imprese del sud

Cartella nulla, se l’azienda ha avviato il procedimento della crisi d’impresa

Pretesa dell'Agenzia della riscossione per debiti fiscali ritenuta ridondante poiché i debiti sono già stati inclusi nell'accordo omologato della crisi d'Impresa.
Vino Canada Irlanda etichette salute imprese del sud

Vino: dopo l’Irlanda è il Canada a metterlo al bando.

Il Canadian Centre on Substance Use and Addiction (CCSA) del Canada ha pubblicato recentemente nuove linee guida sull'alcol, raccomandando di ridurre il consumo di...
Fondimpresa Abruzzo nuovo presidente

Fondimpresa Abruzzo. Luciano De Remigis nominato nuovo presdiente

Cambio ai vertici dell’Articolazione Abruzzese di Fondimpresa - Fondo interprofessionale per la formazione continua di Confindustria, Cgil, Cisl e Uil.
Direttiva sustainability reporting - Imprese del Sud

Entrata in vigore la direttiva Corporate Sustainability Reporting 

0
La nuova direttiva europea rivede, amplia e rafforza le norme introdotte inizialmente dalla direttiva sulla comunicazione di informazioni non finanziarie.
Smart working iscritto aire fisco

Fisco, iscritto AIRE. Conta la residenza.

Anche se iscritto AIRE, il contribuente paga le tasse, nel luogo di residenza effettiva.
spot_img

Economia

Vino: dopo l’Irlanda è il Canada a metterlo al bando.

Il Canadian Centre on Substance Use and Addiction (CCSA) del Canada ha pubblicato recentemente nuove linee guida sull'alcol, raccomandando...

Codice appalti: La revisione prezzi dei contratti “alla francese”

Il Parlamento discute la possibilità di introdurre un meccanismo di revisione prezzi "alla francese" obbligatorio per tutti i contratti in caso di eventi imprevedibili.

Marche: Stati generali dell’internazionalizzazione

Le Marche ospiteranno gli Stati Generali dell'Internalizzazione dal 16 al 19 giugno a Casale di Colli del Tronto (Ascoli Piceno).

Corte Suprema irlandese. La procedura di ratifica del CETA è incostituzionale

La Corte Suprema irlandese ha dichiarato che gli emendamenti sarebbero necessari per conferire ai tribunali irlandesi il potere di...
- Advertisement -spot_img