10.9 C
Roma
giovedì, 22 Ottobre 2020

Da Napoli a Malta per fare business con i vestiti usati

-

- Advertisment -

Quattro anni fa, Ciro Ascione ha fatto fortuna lasciando la sua casa a Napoli per trasferirsi all’estero, trovando nell’arcipelago di Malta il luogo per avviare un’attività commerciale: l’esportazione di vestiti usati da riciclare.

L’attività è nel suo dna, dato che già sua nonna aveva avviato un’attività simile in Italia dopo la Seconda Guerra Mondiale, e che alcuni decenni più tardi ha portato il nipote a diventare direttore della Refab Light Blue Partnership a Malta.

Raccogliamo circa 14 borsoni di abbigliamento al giorno, che sono equivalenti a circa 14.000 sacchi domestici neri. Abbiamo due o tre camion operativi ogni giorno nella raccolta dei vestiti attraverso i nostri 148 cassonetti blu, e destinati al nostro magazzino“, ha raccontato al quotidiano Times of Malta.

Qualsiasi vestito riutilizzabile raccolto, viene spedito ad aziende con sede a Dubai e in Tunisia, specializzate nell’acquisto di abbigliamento di seconda mano da fornitori come Ascione.

I capi esportati vengono ripartiti in diverse categorie: uomini, donne e bambini; oppure estate e inverno. E poi in ulteriori sottocategorie a seconda della qualità.

I migliori articoli vengono quindi venduti ai negozi vintage o di seconda mano, mentre qualsiasi tessuto troppo logorato per essere riutilizzato viene trasformato in stracci.

Refab Light Blue Partnership ha iniziato la sua attività con tre dipendenti, per crescere fino a dieci. L’abilità di Ascione è stata quella di trovare un paese dove questo tipo di servizio non era ancora previsto.

Un esempio, quindi, di intraprendenza e lungimiranza, oltre che della capacità di crearsi un’attività lavorativa guardando anche oltre confine.

- Advertisement -

Ultime news

“Italia 2030”, formazione per il futuro sostenibile

0
Buffagni: “Sviluppo sostenibile ed Economia circolare opportunità per creare nuovi posti di lavoro, avvicinando cittadini e aziende”

Contributi a fondo perduto: 900 mila euro per le imprese

0
Lo stanziamento della Camera di Commercio di Lucca

OCSE: l’Italia ha un fisco poco competitivo

0
Nella classifica dei Paesi monitorati l'Italia occupa l'ultima posizione a causa del suo carico fiscale

La Sardegna e le opportunità legate all’acquacoltura

0
In arrivo sei milioni di euro di aiuti alle imprese di pesca e acquacoltura della Regione Sardegna per implementare l'occupazione locale.

Il Decreto Rilancio rinnova l’incentivo “Resto al Sud”

0
Il sostegno a chi fa impresa nel meridione si rinnova con novità specifiche per il 2020.

Economia

Contributi a fondo perduto: 900 mila euro per le imprese

Lo stanziamento della Camera di Commercio di Lucca

Il Decreto Rilancio rinnova l’incentivo “Resto al Sud”

Il sostegno a chi fa impresa nel meridione si rinnova con novità specifiche per il 2020.

Le sinergie commerciali con il Regno Unito post Brexit

Attualmente, il vero problema economico, commerciale e di export che si sta vivendo con il Regno Unito non è la Brexit ma la pandemia.

Scambi commerciali: la Puglia guarda al Giappone

Per due anni di seguito (2018-2019) il Giappone è il Paese verso il quale è maggiormente cresciuto l’export italiano

Il Decreto Rilancio rinnova l’incentivo “Resto al Sud”

Il sostegno a chi fa impresa nel meridione si rinnova con novità specifiche per il 2020.

Le sinergie commerciali con il Regno Unito post Brexit

Attualmente, il vero problema economico, commerciale e di export che si sta vivendo con il Regno Unito non è la Brexit ma la pandemia.

Speciale InternazionalizzazioneRELATED
Scopri la nostra guida

- Advertisement -