Credito Economia

Nuova moratoria PMI: proroga mutui e finanziamenti

Siglata una nuova moratoria sui crediti delle PMI: ecco cosa prevedono gli interventi per la sospensione dei mutui, l’allungamento dei finanziamenti e la promozione della ripresa e sviluppo dell’attività.

Siglato un nuovo accordo di moratoria per le PMI, che potranno sospendere e allungare i finanziamenti bancari fino a giugno 2014. A poter accedere alle rinnovate misure di sospensione delle rate dei mutui e allungamento dei finanziamenti sono le PMI economicamente sane che però manifestano un’eccessiva incidenza degli oneri finanziari su un fatturato in calo a causa delle difficile congiuntura economica:

Proroga 2012 – 2013

L’accordo prevede inoltre la proroga per il periodo di validità dell’accordo del febbraio 2012, “Nuove misure per il credito alle PMI” al 30 settembre 2013, per consentire alle banche e agli intermediari finanziari aderenti di adeguare le proprie procedure in relazione alle operazioni previste dal nuovo accordo.

Sospensione 2013 – 2014

  • Finanziamenti della quota capitale delle rate di mutuo (per 12 mesi), oppure della quota capitale prevista nei canoni di leasing “immobiliare” e “mobiliare” (per 12 o 6 mesi);
  • Rate dei mutui e delle operazioni di leasing finanziario delle imprese, purché non abbiano usufruito delle “Nuove misure per il credito alle PMI” del 28 febbraio 2012. Possono invece sospendere nuovamente i finanziamenti le PMI che abbiano aderito all’Avviso comune del 3 agosto 2009 e relativi rinnovi;
  • Operazioni di apertura di conto corrente ipotecario con un piano di rimborso rateale.

=> Leggi come aderire alla moratoria debiti PMI

Allungamento 2013 – 2014

Per quanto concerne le operazioni di allungamento dei finanziamenti, è possibile usufruirne se non si è beneficiato di analoga facilitazione ai sensi dell’Accordo per il credito alle PMI del 16 febbraio 2011 e dell’accordo del 28 febbraio 2012.

Possono invece essere ammessi all’allungamento anche i mutui sospesi al termine del periodo di sospensione.

Più in particolare, è possibile:

  • allungare la durata dei mutui, in misura maggiore rispetto al precedente accordo;
  • rimandare le scadenze del credito a breve termine per esigenze di cassa con riferimento all’anticipazione di crediti certi ed esigibili fino a un massimo di 270 giorni;
  • rinviare le scadenze del credito agrario di conduzione per un massimo di 120 giorni.

Ripresa e Sviluppo

Il rinnovo dell’accordo ABI e Associazioni imprenditoriali individua anche temi di interesse comune per favorire lo sviluppo delle relazioni banca-impresa con operazioni volte a promuovere la ripresa e lo sviluppo delle attività.

La novità della nuova moratoria sui crediti delle PMI è l’inserimento nell’accordo di  invterventi volti a promuovere la ripresa e lo sviluppo dell’attività. Più in particolare le banche potranno concedere un finanziamento proporzionale all’aumento dei mezzi propri realizzati dall’impresa che abbia avviato processi di rafforzamento patrimoniale.

 

info autore

Redazione

Lascia un commento